The River Lions - Francesco Fiumarella

Francesco Fiumarella: un database per artisti su TikTok

Francesco Fiumarella, autore e direttore del “Premio Vincenzo Crocitti International“, sbarca con una nuova idea sul popolare social TikTok.

Inizialmente, scettico, il direttore del “Vince”, è da sempre un buon osservatore artistico e, da amante della buona e sana comunicazione, ha deciso aprire un profilo su Tik Tok per inserire contenuti di soli artisti professionisti, creando in questo modo –  un database aperto al pubblico – naturalmente gratuito e accessibile sia agli appassionati di spettacolo che agli addetti ai lavori. Il profilo, in pochi giorni, è già seguito da oltre 7.000 persone . Per mandare dei video, sarà necessario inviare un’email e sotto l’attenta cura di Fiumarella, i video saranno selezionati e successivamente visualizzati dai followers. 

Caro Francesco Fiumarella, ben ritrovato su “La Gazzetta dello Spettacolo”. Ci avviciniamo ormai, all’appuntamento annuale del “Vince” con i nuovi premiati del “Premio Vincenzo Crocitti International”. Può anticiparci qualcosa?

Innanzitutto, un caro saluto a tutta la redazione e ai lettori de “La Gazzetta dello Spettacolo“ . Come sempre, è sempre un piacere essere intervistati da voi. Relativamente al “Premio Vincenzo Crocitti International” siamo in fase di selezione dei futuri premiati e dell’organizzazione dell’evento: finalmente stiamo puntando nel ritornare in presenza dopo 2 anni. A dicembre, si festeggerà il “Decennale“ del Premio. In questa edizione, come già anticipato sui social, il numero dei premiati tornerà alla “normalità” nel senso. che sarà ristretto rispetto alla quantità di artisti premiati nelle due precedenti edizioni  2020 e 2021, proprio per l’eccezionalità del periodo (causa pandemia).

Sappiamo che Francesco Fiumarella sia il paladino della meritocrazia. Proprio per inseguire questa mission, ha lanciato una “nuova iniziativa” per promuovere gli artisti anche su TikTok. Ce ne può parlare? 

Grazie per “questa attribuzione” che mi è stata coniata proprio da voi giornalisti. Comunque, non mi sento l’unico che si batte per la meritocrazia. Probabilmente, lo sto facendo costantemente e con molta convinzione perché ci credo fortemente. Spero di smuovere le coscienze e chi vuole collaborare con me per questo aspetto è il benvenuto.  Inizialmente ero scettico sulla piattaforma “TikTok”, in quanto vedevo pubblicate solo cose un po’ superficiali: contenuti non artistici, tranne rarissimi casi e non capivo come mai molti “Tiktoker“ avessero così tanto successo (sia di visualizzazioni che di condivisioni) come, ormai gran parte del pubblico social preferisce seguire “Influencer“ divertendosi, guardando video di ogni genere. Come sempre, da buon osservatore e cercando di stare al passo con i tempi, ho deciso di aprire un mio profilo personale “TikTok“ con l’idea di dare spazio, inserendo contenuti video di soli artisti professionisti: attori, attrici, cantanti, musicisti, ballerini, sportivi, creativi, sceneggiatori, doppiatori, scrittori, poeti, e tutti coloro che secondo il mio punto di vista devono essere valorizzati e far vedere il proprio talento in qualsiasi ambito lo possiedano. Difatti, il mio profilo é aperto a qualsiasi “artista” (inteso, come termine “generale” che abbraccia tutte le arti, mestieri e professioni in senso lato) interessato ad inviare video: quindi non solo coloro che sono stati insigniti del “Premio Vincenzo Crocitti International”, ma anche volti per me nuovi che vogliono farsi conoscere da me e dal pubblico social.

Diciamo che  il mio progetto è che il mio profilo “Tik Tok“ possa essere un vero e proprio database. Come sono solito dire: “Gli artisti professionisti potrebbero divenire loro stessi gli Influencer della cultura e dell’arte”. Se la società ormai segue i social allora facciamo vedere chi sono i veri professionisti del settore artistico. In molti ormai sanno che sono disposto, con tutte le mie forze, a fare di tutto per valorizzare meritocraticamente il settore: quindi, questa vuole essere un’altra opportunità. Anzi, è una nuova opportunità perché ad oggi non mi risulta che ce ne siano altre con la stessa modalità illustrata qui. Nel caso in cui esistano di precedenti ed attestate da tempo, sentiamoci: sarò felice per un interscambio.

Mi dice, in poche parole, chi è un vero artista per Francesco Fiumarella?

Dal mio punto di vista, un vero artista per definirsi tale è colui che ha la capacità di esprimere se stesso in totale libertà: un professionista che riesce ad emozionare attraverso il proprio talento e preparazione. I veri artisti non devono mai smettere di imparare e prendere spunto anche dai grandi del passato per poter ricercare un proprio “Io“ artistico e renderlo innovativo e unico per il mondo. Inoltre, a questa domanda, vi rispondo menzionando alcune parole tratte dal mio testo un po’ poetico dal titolo “Arte“ che ho scritto nel 2019 dedicato all’arte e agli artisti, fra l’altro anche recitato da abilissimi attori: 

“L’arte è così, è tutto un segreto da scoprire, che parla un linguaggio lontano, e bisogna ascoltarlo, essere capaci di ascoltarlo, stando in silenzio, per una volta, senza la presunzione di essere saggi. È l’arte che è saggia, perché non può mentire. Quando un pittore dipinge un quadro, non mente. È il suo cuore che dipinge. Quando uno scultore presenta la propria statua dice “Questa l’ho fatta io“. L’arte è un’amica nei momenti di solitudine, un’amica a cui si può sempre ritornare, quando ci si sente traditi dalle parole, dai gesti, da un mondo in continuo frenetico movimento. L’arte non fa male. L’arte è emozione, dolore, gioia, tristezza, allegria. È la capacità di comunicare l’emozione racchiudendola nel colore, nel disegno, nel marmo, nel muro, sulla strada, sul foglio.

È arte ciò che facciamo con il cuore, senza ragionare sulle rigide regole del successo, perché l’arte non ha il fine che tutti immaginiamo. Il film non è fatto per l’Oscar, ma per portare un messaggio. La musica non è fatta per il disco di platino, ma per regalare qualcosa. La fotografia non è fatta per le mostre, ma per catturare dei momenti importanti.

Ogni piccola forma di arte, anche la più invisibile e calpestata, conserva un’aura di dignità preziosa, che non dipende dal prezzo che l’artista ha pagato, ma dalla passione che l’artista ci ha messo dentro. L’arte è un regalo e una possibilità. L’arte è la capacità di parlare in silenzio, di abbracciare senza usare le braccia, di correre stando seduti. L’arte è un miracolo che l’uomo ha sempre portato con sé, un miracolo che negli anni ha prodotto infiniti miracoli che nemmeno in una vita si possono osservare tutti. Ma intanto ci sono. E contribuiscono nel loro piccolo a rendere questo mondo un mondo migliore.“ (F. Fiumarella)

Autore: Sara Morandi

Insegnante per vocazione, giornalista per passione. Amo il teatro perché incarna le emozioni viventi delle nostre anime. Ho sempre scritto di spettacolo e questo mi ha reso felice e mi rende tuttora. Divoro libri e il mio sogno sarebbe quello di scrivere un romanzo.

Potrebbe interessarti

Manifesto del Sensazionismo

Manifesto del Sensazionismo: la presentazione di Giacomo Pietoso

Un momento culturale da non perdere, quello che si terrà sabato 5 Novembre 2022, per la presentazione del Manifesto del Sensazionismo.

Talentum - Il premio delle eccellenze 2022

Talentum, il premio delle eccellenze alla VI edizione

Talentum - Il premio delle eccellenze arriva alla sua sesta edizione che quest'anno avrà luogo presso il Teatro Instabile a Napoli.

Una scena di L'amore ti salva sempre

L’Amore Ti Salva Sempre: arriva il Corto

L'anteprima del corto L'amore ti salva sempre si terrà a Roma alla presenza di registi e parte del cast, al Nuovo Cinema Aquila.

Lascia un commento