Breaking News
Home > Teatro > Frattini e Trotta raccontano Robin Hood 2.0

Frattini e Trotta raccontano Robin Hood 2.0

Una lettura in chiave moderna per Robin Hood 2.0

Una nuova luce per l’eroe apparso per la prima volta in un manoscritto di Piers Plowman di William Langland nel 1377, che arriva al teatro con il musical di Robin Hood interpretato da Manuel Frattini e Fatima Trotta.

Un tuffo tra i ruscelli, una passeggiata tra i rami ed il verde di Sherwood riproposto in maniera virtuale per questa storia che vede le impavide gesta del paladino che “ruba ai ricchi per dare ai poveri“, interpretato da Manuel Frattini e l’agguerrita Lady Marian dalla lingua e dalla spada pungente interpretata dall’attrice rivelazione Fatima Trotta.

Il musical di Beppe Dati, è definito 2.0 non solo per i tecnicismi della scenografia, ma anche per un adattamento più moderno e sociale ad una favola che ha fatto sognare per anni grandi e piccini. Un musical che vede l’eroe con dei “superpoteri” condivisibili con l’umanità come l’onestà e la lealtà, ed una principessa molto moderna, pronta ad armarsi e prendere decisioni per vivere la storia con l’amato. Una foresta di Sherwood in 3D, personaggi buffi e divertenti con animali surreali sono quindi la base di questo interessante musical.

Noi abbiamo incontrato i due protagonisti nei camerini dello spettacolo per farci raccontare qualche piccolo segreto sullo spettacolo e farci invitare da loro in teatro:

Grande verve di un duo affiatato che insieme a performer e musicisti daranno vita a Robin e Lady Marian, il simpatico Little John, fidato amico di Robin che lo accompagna in tutte le sue avventure; Lady Belt, amica del cuore e confidente di Marian; l’improbabile e disonesto Principe Giovanni e il suo perfido consigliere Sir Snake; l’affettuoso e generoso Fra Tuck e, ancora, gli amici di Robin, avventori, banditi, arcieri, dame, ancelle e servitori, saranno protagonisti di questa leggenda senza tempo che vuole raccontare come un uomo può diventare un eroe.

Una produzione Tunnel e Medina dell’opera di Beppe Dati, che anche stavolta è autore delle musiche e del libretto, con gli arrangiamenti di Eric Buffat, avrà una nuova regia firmata da Mauro Simone e le coreografie di Gillian Bruce.

Il nostro “in bocca al lupo” a Fatima e Manuel per questa nuova avventura insieme che li vede protagonisti al Teatro Cilea di Napoli!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi