Anna Brancati, la maschera provocatrice di Venezia76

Una donna in abito blu mascherata. Che abbia frainteso il noto Carnevale di Venezia con la Mostra d’Arte Cinematografica? Ebbene no! Parliamo di Anna Brancati, attrice di origini napoletane di parte e puteolane di madre, che sul famoso “tappeto rosso” ha indossato una maschera per provocare l’opinione pubblica in merito alla bisnonna Dolores Brancati, figlia di Adalgisa Andreotti, che pur di restare se stessa in epoca di proibizionismo, venendo da una famiglia nobilissima, fu diseredata.

Anna Brancati mascherata a Venezia76
Anna Brancati mascherata a Venezia76. Foto fornita dall’intervistata

Questa la storia provocatoria di una giovane che non ha studiato per fare l’attrice, ma che aveva il sogno di fare la costumista. Oggi Anna Brancati, mamma di due figli, cerca di coltivare i suoi interessi impegnandosi con associazioni nel sociale, oltre a fare l’attrice (la ricordiamo in film come La Parrucchiera di Stefano Incerti o nella serie Gomorra).

Le dichiarazioni

Ci racconta Anna: “Seguo il sociale e mi batto per le cause, in primis quella contro la violenza sulle donne. Per debellare questo problema nella nostra società, esiste un altro tipo di violenza: quella psicologica ed economica. Ci sono uomini che non danno sempre i soldi per i figli. Credo che l’abuso economico sia una forma subdola di violenza ed è un modo di prevaricare“.

Altro argomento a cuore dell’attrice è la lotta incessante contro le armi, motivo per cui si presentò al casting per la serie di Gomorra: “Da quel momento la mia vita diventa doppia: la mattina esco per fare la spesa dopo mi occupo dei miei figli. La sera non vado in giro a fare chiacchiere ma studio da autodidatta ai provini per realizzare l’unica cosa che voglio fare da grande: l’attrice“.

Anna Brancati sul red carpet di Venezia76
Anna Brancati sul red carpet di Venezia76. Foto fornita dall’intervistata

Oggi calca la mostra internazionale del cinema di Venezia con un cortometraggio in concorso girato a Foggia per la regia di Giuseppe Alessio Nuzzo e per la terza volta accanto ad una grandissima attrice: Cristina Donadio.

Insomma, Anna Brancati con due vite distinte e separate che nessuna potrebbe mai far pensare all’altra.

Potrebbe interessarti

Gabriel Cash e Antonio Chiaramonte a Venezia 2020. Foto di Numa Echos

Gabriel Cash dopo il premio a Venezia, un nuovo film in Puglia

Gabriel Cash, il produttore Antonio Chiaramonte e l’intero staff del film “Io ho denunciato” hanno …

Claudia Conte. Foto dal Web

Women in Cinema Award: l’Accademia Italiana Arte Moda Design ospite a Venezia77

Arrica insieme con la prima edizione del WiCA – Women in Cinema Award alla Mostra …

Donne e Donne

Donne e donne: il film sul femminicidio a Venezia

Mentre si aspetta l’uscita al cinema di Donne e donne, che sarà in programmazione dal …

Lascia un commento