Il Premio Musica contro le mafie a Casa Sanremo 2020

Conclusa con successo la decima edizione del Premio Musica contro le mafie, finirà il suo percorso al Festival di Sanremo.

Dopo le varie tappe di selezione degli artisti concorrenti, e a seguito delle esibizioni live dei finalisti al Teatro Morelli di Cosenza nel mese di dicembre, all’interno della manifestazione 5 Giorni di Musica contro le mafie, anche questa edizione si concluderà con la Premiazione Finale a “Casa Sanremo”.

Premio Musica contro le mafie a Casa Sanremo 2020

Casa Sanremo è un consolidato partner di “Musica contro le mafie” che il 4 febbraio sarà protagonista presso il Palafiori della città ligure dalle ore 11.30 presso la sala “Ivan Graziani Theatre” con la cerimonia di premiazione, in presenza del presidente Gennaro de Rosa, il patròn di Casa Sanremo Vincenzo Russolillo ed altri ospiti e partner del Premio. Alle ore 19.00 nella sala lounge “Mango” si darà spazio alla musica dal vivo degli artisti premiati tra gli oltre cinquecento partecipanti.

Con “Words & Awards” la musica diventa strumento di sveglia civica, e la soddisfazione per la consegna e ricezione dei premi si mescola alla narrazione collettiva delle mafie e dei fenomeni di corruzione, ma anche e soprattutto alla testimonianza di una memoria viva e condivisa, tesa ad alimentare una coscienza critica e sviluppare cittadinanza attiva e responsabile.

Saranno premiati gli artisti Micaela Tempesta e Romito (rispettivamente prima e secondi classificati), ma anche i cantautori Chris Obehi (targa SIAE Giovane Autore) e Fabio Messieri ai quali sono state assegnate rispettivamente la menzione speciale dell’Ass. Musica contro le mafie e quella su segnalazione del Club Tenco. Riceverà, inoltre, il Premio Under 35 – La Musica Può (Mibac e SIAE) la cantautrice genovese Cance.

A Micaela Tempesta, vincitrice assoluta della 10^ edizione con il brano “4M3N”, verrà consegnata la targa realizzata dall’orafo Michele Affidato. La raffinata cantante napoletana presenterà il suo cantautorato elettronico tra loop station, synth e drum machine che supportano le sue liriche impegnate e pregne di significato. La vincitrice è anche destinataria di altri premi come l’esibizione sul palco del “Uno Maggio Taranto Libero e Pensante”, un Tour all’interno dei Festival Associati a KeepOn Live, e una borsa di Studio/Produzione destinata all’attività artistica.

Anche alla band Romito, sempre di Napoli, verrà assegnata la targa del Maestro Affidato. Grazie al brano “Cosa ‘e niente” si sono classificati al secondo posto proponendo un sound attuale a un testo impegnato e riflessivo che prende spunto da un testo del drammaturgo e scrittore Edoardo De Filippo. La Band è anche vincitrice del Premio Speciale Primo Maggio Roma che darà loro la possibilità di accedere direttamente alle finali Live del concorso Primo Maggio NEXT 2020.

Il Premio Speciale “Illumina il tuo percorso – under 35”, in palio grazie ad un progetto di MIBAC e SIAE, è assegnato alla cantautrice genovese Cance per il brano “Conosci?”

La Menzione speciale dall’Associazione “Musica contro le mafie”, che sarà consegnata a Casa Sanremo, è attribuita a Chris Obehi per il brano “Non Siamo Pesci” che è inoltre vincitore della TARGA SIAE Giovane Autore.

La Menzione speciale su segnalazione del Club Tenco è assegnata a Fabio Messieri per il brano “Restiamo umani”.

L’Associazione “Musica contro le Mafie” agisce sotto l’egida di Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie), con il patrocinio di Avviso Pubblico e Legambiente.

Potrebbe interessarti

Deborah Iurato. Foto di Andrea Occhipinti 1

Deborah Iurato: scrivo i miei pezzi… e sogno Sanremo

Talentuosa, decisa e con una voce meravigliosa, incontriamo oggi Deborah Iurato, per parlare del suo …

Sanremo 2021

Festival di Sanremo 2021: spuntano i primi nomi al femminile

Deciso ormai che il Festival di Sanremo 2021 si terrà con un po’ di ritardo …

Sound Bocs - i 10 resident

Sound Bocs: prima Music Farm a sfondo civile

Parliamo oggi di Sound Bocs, la prima Music Farm a sfondo civile mai realizzata in Italia, e che …

Lascia un commento