Madalina Lefter
Madalina Lefter

Madalina Lefter: ho cantato con Olivia Newton-John

Madalina Lefter, cantante prodigio, ha avuto l’opportunità di partecipare al fortunato talent show targato Raiuno, condotto da Antonella Clerici: “Ti lascio una canzone“.

La trasmissione, andata in onda fra il 2008 e il 2015, aveva come protagonisti bambini bravissimi – dai 10 ai 16 anni (circa) – con voci spettacolari. In occasione di ogni puntata, oltre a presentare un brano noto al grande pubblico, i piccoli protagonisti avevano la possibilità di cantare insieme ai grandi big della musica. Madalina, oltre ad aver dimostrato eccellenza e talento, ha duettato con grandi artisti, anche di calibro internazionale, come: Dionne Warwick, Anastacia e anche con la mitica Olivia Newton-John, purtroppo scomparsa lo scorso 8 agosto.

Madalina Lefter in questa intervista, non solo ci racconta della grande emozione provata nel cantare l’indimenticabile: “Hoplestly devoted to you” fra i brani cult del musical “Grease”, ma dell’anima di Olivia Newton-John: “bravissima, affettuosa, sorridente, empatica, ma allo stesso tempo, una grande professionista”. Madalina non ha mai abbandonato la musica, anzi, dopo “Ti lascio una canzone” nel 2013 ha partecipato ad “X-Factor” arrivando in finale e dopo un tournée negli States (sempre con la squadra di “Ti lascio una canzone”), si e’ laureata in “Vocal Performance al British & Irish Music Institution” e, attualmente, sta lavorando alla “sua musica”, per regalare tante nuove emozioni al pubblico, ma anche al popolo italiano, di cui ormai si e’ innamorata e affezionata.

Cara Madalina Lefter, benvenuta su “La Gazzetta dello Spettacolo”. Ti abbiamo conosciuto nel programma condotto da Antonella Clerici in “Ti lascio una canzone” nell’edizione 2011 e ad X-Factor nel 2013. Puoi dirci, le emozioni che hai provato, durante le partecipazioni di questi due noti talent?

Posso affermare che, partecipare al programma di “Ti lascio una canzone”, è stata l’esperienza più bella della mia vita. Ricordo che ero una bambina di soli 12 anni, che ha avuto la fortuna di lavorare con alcuni dei più grandi professionisti italiani e non solo… Ci sono state emozioni straordinarie perché ero l’unica ragazzina, di un’altra nazionalità, che cantava alcuni dei brani più amati in Italia, accompagnata dall’orchestra condotta dal Maestro Leonardo de Amicis. Anzi, colgo l’occasione per ringraziarlo per aver sempre creduto in me, veramente. Questa trasmissione mi ha dato l’opportunità di entrare nel cuore degli italiani e di cantare su un palco così immenso: questo show, ha cambiato tutto per me. Ricordo, ancora, che tutti i più grandi artisti si congratulavano con me: come ad esempio, Ricardo Cocciante e Massimiliano Pani, che mi conferì anche il “Premio della giuria” per l’edizione del 2010. Dopo due anni di “Ti lascio una canzone”, sono successe tante altre belle cose. Sono partita in tour negli Stati Uniti d’America, insieme ad Antonella Clerici e alla squadra di “Ti lascio una canzone” andando a New York, Chicago, Atlantic City e Connecticut: un sogno che era diventato realtà. Dopo, nel 2013, ho partecipato al talent di X-Factor in cui sono arrivata in finale. Un’esperienza piena di emozioni, novità, che mi hanno aiutato molto nel mio percorso. 

Madalina Lefter in “Ti lascio una canzone”, ricordo alcune delle tue bellissime interpretazioni, fra cui “Io vivrò senza te”, “Come saprei”, ecc… Hai duettato con Loredana Bertè, Anastacia ma anche con la straordinaria Olivia Newton-John, interpretando “Hoplestly devoted to you”. Olivia, purtroppo ci ha lasciato lo scorso 8 agosto, dopo una lunga battaglia contro il cancro. Che cosa puoi raccontarci di quell’esperienza? Com’è stata Olivia con te? Eri emozionata quando avete provato? Dopo la vostra esibizione musicale, hai avuto modo di ricontattarla?

Madalina Lefter e Olivia Newton-John a Ti lascio una canzone
Madalina Lefter e Olivia Newton-John a Ti lascio una canzone

Grazie! Si, è vero. “Ti lascio una canzone” mi ha dato l’occasione di duettare con artisti favolosi fra cui: Lucio Dalla, Loredana Berte, Massimo Ranieri, Dionne Warwick e tanti altri. Nel mio secondo anno di “Ti lascio una canzone” (in qualità di ospite) arrivò questo momento indimenticabile: il duetto con Olivia Newton-John, una leggenda conosciuta da tutti. Ero io, la bambina rumena, che aveva avuto questa inaspettata opportunità. Mi ricordo che la produzione del programma, mi avvisò che avrei duettato con Olivia e che scelsero la celebre canzone “ Hopelessly devoted to you”. In quel momento, rimasi senza parole per 10 minuti: pensando se fosse o meno un scherzo; come chiunque, avevo visto “Grease” e sapevo perfettamente chi era Olivia Newton-John. Ero emozionata quando la conobbi, per la prima volta, in occasione delle prove.

Mi disse che ero stata bravissima e che aveva visto i video insieme quando cantavamo. Ero letteralmente sotto shock. Il momento sul palco è stato incredibile: qualcosa fuori dall’ordinario perché l’intensa, fra me ed Olivia, era pazzesca e so poteva notare anche sul palco. A parte Olivia, l’artista straordinaria che era, vorrei raccontarla come persona, come donna… Aveva un cuore straordinario: era proprio come la si vedeva al cinema o in televisione: bravissima, affettuosa, sorridente, empatica, ma allo stesso tempo, ma anche una grane professionista. La nostra performance in “Ti lascio una canzone” ebbe un impatto enorme in Italia, ma anche per la stampa e per televisione rumena. Naturalmente, ho continuato a seguirla, ma quando sono venuta a conoscenza della sua tragica scomparsa, sono rimasta male. Ho avvertito tanta tristezza, soprattutto perché non avrò più altre l’occasioni, per parlare con lei. Al contempo, provo anche un sentimento di gioia e di gratitudine perché ho avuto l’opportunità di conoscerla e di cantare con lei. Grazie Olivia,

Adesso Madalina Lefter, parliamo di te: nuovi progetti o sogni nel cassetto che puoi anticiparci.

Nei ultimi anni, mi sono dedicata tanto allo studio e mi sono laureata in “Vocal Performance al British & Irish Music Institution” presso la University of West London. Da quando sono piccola, sogno di diventare una star internazionale, di fare musica di alta qualità, arrivando così a tante persone, per dare loro emozioni attraverso il mio lavoro. Da poco, ho iniziato ha lavorare ad un progetto nuovo, proprio qui in Italia. Vorrei fare un concerto tutto mio, per cui sto scrivendo i miei brani, insieme ai altri musicisti. Lavorerò tanto per far arrivare le mie canzoni anche al pubblico, sperando che possa tornare presto, anche da qui da voi, per darvi nuove emozioni. Rimarrò sempre innamorata della musica Italiana e del popolo italiano, sperando davvero di costruire qualcosa di bello.

Lascia un commento