Giulia Ananìa. Foto di Laura Sbarbori.
Giulia Ananìa. Foto di Laura Sbarbori.

Giulia Ananìa, nuovo album al Gay Village

Come l’oro è il nuovo di Giulia Ananìa

Giulia Ananìa è una delle penne musicali più promettenti degli ultimi anni. Il 2017 è stato per Giulia, l’anno delle consapevolezze collaborando con i cantanti italiani più ascoltati dell’ultimo periodo, portando a casa consensi e critiche positive.

La collaborazione con Paola Turci ha segnato per Giulia la conferma del suo immediato e sensibile modo di scrivere. Ha collaborato alla scrittura dei brani della Turci e sono uscite fuori canzoni come Fatti bella per te, La vita che ho deciso, Ma dimme te.

Ma il grande pubblico l’ha apprezzata anche quando ha scritto Io di te non ho paura di Emma, uno dei brani più belli dell’album Adesso. Da Nek a Malika Ayane, Giulia ha regalato e scritto le sue canzoni e sensazioni.  Tra una canzone e l’altra, non ha dimenticato le cantanti che da sempre l’hanno ispirata. Ha portato in scena il suo omaggio a Gabriella Ferri e alla Roma contemporanea con lo spettacolo Bella, Gabriella!

Negli ultimi mesi ha pubblicato il suo nuovo album “Come L’oro” (Bassa Fedeltà/Warner Chappell).

Giulia si prepara così a portare in scena, nello splendido scenario del Parco del Ninfeo, il suo Come l’oro.  Al suo fianco ci sarà  l’attrice Lunetta Savino. Insieme alla Savino, omaggerà tre grandi personaggi che hanno rappresentato l’arte non solo romana ma anche delle donne: Monica Vitti, Anna Magnani e Gabriella Ferri. Dando così a tutti gli spettatori un vero e proprio spettacolo nello spettacolo.

La serata sarà ricca di grandi ospiti come il rapper Lucci Brokenspeakers, Francesco Fiore della Med Free Orkestra e l’attore Michele Botrugno.

Accanto a Giulia ci saranno anche il gruppo di straordinari musicisti: Felice Zaccheo alle chitarre e al mandolino elettrico, Stefania Nanni ai synth e alla fisarmonica, Filippo Schininà alla batteria, Gian Maria Camponeschi al basso, Stefano 66 K De Angelis scratch e urban sound.

La scenografia rappresenterà una città immaginaria ed è stata realizzata, appositamente per la serata, dallo scultore Roberto Capone e verrà unita all’hand lettering del calligrafo e street-artist di fama internazionale Daniele Tozzi (Mister Pepsy).

Durante la serata del 4 Agosto, porterà così in scena quell’amore che da sempre l’appartiene. L’amore che è come l’oro, rappresenta per Giulia e per chi l’ascolta da sempre, la nostra unica possibilità. Si sa, l’amore insieme alla musica vera fa la rivoluzione.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Zar - Tra luci ed ombre

Zar: un album che parla delle gioie e dei dolori

Alessandro Zaritto, in arte Zar, nasce a Gaeta, ma trova in Trieste la città giusta per esprimere nell'arte del cantautorale italiana.

BabyLuis - Incandescente

BabyLuis: il singolo natalizio è Incandescente

BabyLuis siciliano di nascita con la musica nel sangue, si appassiona al mondo artistico da bambino e ci presenta Incandescente.

Giorgia Giacometti

Giorgia Giacometti: con la musica mi racconto senza filtri

Per chi ancora non conoscesse Giorgia Giacometti la introduciamo come cantante e cantautrice, ma anche produttrice musicale

Lascia un commento