Federico Santaiti, storie da regista-gattaro

Oggi siamo in compagnia  di Federico Santaiti giovanissimo regista, ma soprattutto gattaro, e proprio grazie a questa sua straordinaria passione ha dato vita a simpaticissimi video che condivide sulle sue pagine social (basti pensare che solo su Facebook ha oltre 189.663 appassionati che lo seguono) e che lo riprendono in compagnia dei suoi amici pelosi attraverso i quali mette in atto gag di ordinaria quotidianità in cui molti amanti “miciosi” sicuramente sorridendo si rivedono.

Ciao Federico Santaiti, benvenuto e grazie per la disponibilità. Presentati ai lettori de La Gazzetta dello Spettacolo.

Ciao a Tutti  per prima cosa vi ringrazio per avermi proposto questa intervista e ci tengo a sottolineare che sono davvero felice di poter rispondere a qualche domanda. Mi chiamo Federico Santaiti ho 28 anni di lavoro faccio il regista e da qualche tempo su ormai vengo soprannominato “Il Gattaro del Web”.

Oggi siamo in compagnia  di Federico Santaiti giovanissimo regista, ma soprattutto gattaro, e proprio grazie a questa sua straordinaria passione ha dato vita a simpaticissimi video che condivide sulle sue pagine social
Federico Santaiti – Il gattaro del Web. Foto da Web.

Gattari  si nasce o si diventa?

Nel mio caso Gattari si diventa, fino a 2 anni fa non avevo mai avuto un gatto, per quanto li abbia sempre trovati animali splendidi non sentivo la necessità di averne uno, fino a quando nell’estate del 2016 una gattina nera magrolina e spelacchiata ha deciso di addomesticarmi con un po’ di ”fusa e qualche miao”. Ci ho messo un po’ a capire che fosse incinta e dopo qualche settimana mi ha partorito in una scarpiera, tre cuccioli neri come lei. Superato lo svezzamento 1 cucciolo l’ha preso la mia ragazza, un altro cucciolo una sua amica e con me sono rimasti mamma Blacky e Thorin.

Come prende vita  l’idea dei video che simpaticamente condividi sui social?

I Gatti sono animali straordinari e l’idea, lo spunto creativo parte sempre da loro, nei miei video anche quelli più elaborati dove magari uso effetti speciali, vi è sempre una costante di verità in realtà io mi limito ad osservarli e a riportare i loro, ma anche i nostri, comportamenti bizzarri cercando di trasformarli in video gag da un minuto circa, con l’intento di far sorridere chi lo guarda.

Tantissimi  sono  i video realizzati da te, ma fra i tanti ce n’è uno che ha avuto particolari visualizzazioni e successo?

Di quelli legati alla mia pagina da “Gattaro” il video che ha avuto più successo s’intitola “Quando a casa comanda il Gatto”  ha superato i 5 milioni di visualizzazioni e oltre 130.000 utenti l’hanno condiviso.

Federico Santaiti tu sei anche regista di un video contro l’omofobia, vuoi parlarcene?

Si come dicevo sono un regista e in questi anni di attività ho avuto la fortuna di realizzare molti video per artisti musicali come Shade, o Gionny Scandal o artisti del Web da Matt e Bise, a gli Autogol, a Leonardo Decarli, Maryna ecc. o importanti Brand. Ma ci sono alcuni video importanti come La Violenza sulle donne di Maryna o quello contro l’omofobia realizzato insieme ad Edoardo Mecca; che hanno sicuramente un valore in più. Nel caso specifico del video OmofobiaStop il messaggio che volevamo far passare era proprio quello di mostrare come la società non riesca ancora ad accettare la libertà d’amore, e che faccia difficoltà ad accettare che il vero amore possa esistere al di fuori della coppia tradizionale.

Secondo te, qual è il peggior sentimento al mondo?

L’invidia, penso che sia il peggiore di tutti. Invidiare chi possiede un bene o ha delle qualità che noi vorremmo, ma non abbiamo, una sorta di desiderio frustrato di ciò che non si è riuscito a raggiungere.

Il tuo “sogno nel cassetto” che speri si possa realizzare?

Dirigere un mio Film. Sarebbe un vero sogno, al momento lontano, ma vedremo…

Ringraziando Federico Santaiti del tempo che ci ha dedicato, chiedo un saluto per i lettori ma anche un appello rivolto a coloro che in vista dell’estate non esitano ad abbandonare gli amici animali…

Grazie a voi per questa bella intervista, un saluto a tutti i lettori de La Gazzetta dello Spettacolo, e ricordate che nessuna vacanza, nessun hotel a 5 stelle o viaggio in qualche parte sperduta del mondo, riuscirebbe a darvi l’emozioni che un gatto un cane possono darvi.

Continua così il nostro viaggio nel mondo degli animali prossimi alla nuova campagna di sensibilizzazione per VIPeBAU

Potrebbe interessarti

Fabio Procaccini. Foto da Facebook

L’Esperto risponde: Fabio Procaccini

Oggi siamo in compagnia dell’Avvocato Fabio Procaccini che si è reso disponibile nel rispondere alle …

Dog Days

Dog Days sbarca in sala

Dog Days è un film per tutta la famiglia che pone l’attenzione su quanto i …

Il WWF a Venezia con Muccino

Il WWF a Venezia con Muccino

Il WWF accende i riflettori sul cambiamento climatico e lo fa alla 75 edizione della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.