Lavinia Biancalani, fondamentale ascoltare

A tu per tu con Lavinia Biancalani

Lavinia Biancalani è una delle blogger più famose in Italia. Con sincerità, semplicità e attenzione si racconta e racconta ogni giorno sul suo blog The Style Pusher.

Su Instagram è seguita da più di 36mila followers. Il suo segreto? Saper ascoltare le persone che le scrivono continuamente. E infatti, quando segui Lavinia sui suoi social, avverti subito una grande serenità nel parlare e nell’esporsi che inevitabilmente ti attira e ti fa venir voglia di seguirla. La Gazzetta dello Spettacolo incontra Lavinia Biancalani e quel suo poter magico di saper ascoltare sempre.

Benvenuta su La Gazzetta dello Spettacolo, Lavinia. Come nasce The Style Pusher?

Thestylepusher nasce nel 2013, con l’intenzione di aprire ai lettori una semplice “finestra” sul mio mondo e sulle mie passioni. Dopo il diploma all’Istituto Marangoni in Marketing e Comunicazione del settore moda, mi sono specializzata in Social Media e il blog è nato dall’esigenza di “condividere” da un lato e di “mettere in pratica i miei studi” dall’altro. In poco tempo è diventato un lavoro a tempo pieno, sempre guidato da una forte passione e motivazione.

Quali sono i temi che più ami trattare sul blog?

Moda, Beauty, Musica e Food. La Moda resta il centro di The Style Pusher,  lo stile, l’attenzione ai dettagli e all’estetica dei contenuti, sono il filo conduttore. Personalmente mi racconto, scelgo con cura e coerenza i brand con i quali collaboro, portandoli nella mia quotidianità, realizzando contenuti creativi e ispirazionali. Quando scelgo di rappresentare un brand, lo racconto con i miei occhi, così che anche chi mi segue se ne innamori, come me ne sono innamorata io.

Nel 2016 The Style Pusher è diventato un Blogzine, aprendosi a un gruppo di giovani creativi che contribuiscono a interpretare il mio punto di vista parlando di diverse tematiche, in modo dettagliato e appassionato. Siamo un team in espansione, mi piace l’idea che si possa parlare in modo approfondito di tematiche diverse, soprattutto lì dove io non sono in grado di arrivare. Per esempio, non sono particolarmente brava in cucina, ma amo tutto ciò che ruota attorno al mondo food, i momenti di condivisione che si possono creare solo intorno a una tavola imbandita. Per questo, nel TspTeam abbiamo dei conributor Chef che si occupano di parlare ed educare i nostri lettori alla buona cucina, sana e naturale, attraverso Video Ricette e Post Blog dedicati, ma anche momenti di incontro tematici come il nostro Saturday Brunch Live.

Mentre, da poche settimane, è online una tua nuova rubrica Saturday Brunch Live. Me ne parli?

Io e mio marito viviamo la nostra casa/studio come luogo di ritrovo per i nostri amici, organizziamo spesso cene, aperitivi e anche qualche festa tematica come #BaccoNatale, un party in tema Natalizio diventato ormai un appuntamento fisso da 5 anni. Il Saturday Brunch Live è nato con l’intenzione di condividere uno di questi momenti insieme ai miei follower, in diretta facebook.

Un social brunch che prevede un tema dedicato per ogni appuntamento, uno chef chiamato a interpretare il tema e un massimo di quindici invitati tra web influencers, artisti e blogger. Il format è pensato per essere un appuntamento mensile tra le mura di casa mia ma si presta ad essere riprodotto in una moltitudine di location, dalla preparazione dei piatti all’arrivo degli ospiti, tutto condiviso in diretta facebook insieme ai miei follower, che rendo partecipi della situazione rispondendo a domande e curiosità, interagendo per tutto il tempo.

Cosa rappresenta per te la moda?

Il concetto di Moda per me si avvicina molto a quello di Costume, la concepisco come un fenomeno sociale, in grado di interpretare, definire e fissare “il tempo”.

E lo stile?

Lo stile è qualcosa che abbiamo dentro, un dono innato, fatto di gesti, atteggiamenti, parole.

Sei seguitissima dalle donne. In che modo ti rapporti con le donne che ti seguono?

Mi piace confrontarmi con loro, in un eterno scambio di idee! Sono felice di poter condividere le mie passioni e le mie idee, ma allo stesso tempo per me è fondamentale ascoltare. Interagisco molto, cerco di rispondere a tutti i commenti e nelle Insatgram Stories e dirette Facebook spesso sono io a chiedere alle mie follower consigli di vario tipo.

Ti racconti e racconti la tua vita sui social sempre con delicatezza e attenzione. È difficile raccontarsi sui social e C’è un limite che ti imponi?

Penso che quando si resta coerenti con se stessi il rischio diraccontarsi in modo sbagliato si annulli. Nessuno ci impone di essere sempre connessi, è importante trovare il giusto equilibrio. C’è molta verità e semplicità nei miei post, le foto e i video che propongo sono curati a livello estetico, ma non artefatti, sono “reali” e io conosco bene chi mi segue, perché ormai ho imparato a conoscer bene me stessa.

Sei moglie, quasi mamma e blogger. In che modo riesci a conciliare tutto?

Come moglie e Blogger posso dire che l’organizzazione e la flessibilità sono alla base di tutto. Conciliare un lavoro così dinamico, i tanti appuntamenti, viaggi ed eventi non è semplice ma neanche impossibile. Ho un ottimo rapporto con i miei collaboratori e delego moltissimo le responsabilità, questo sicuramente mi aiuta molto nella gestione ti tutto il resto. Ognuno ha un ruolo preciso, e io ho imparato a dare le giuste priorità. Come mamma saprò dirtelo da settembre, ma ho un’idea abbastanza precisa di come vorrei gestire questa bellissima novità, mi sto preparando per il nuovo arrivo organizzando fin da ora nuovi spazi nel mio ufficio, così che io possa dedicare il giusto tempo al lavoro e alla famiglia.

Ci sono degli aspetti del mio lavoro e di quello di mio marito che penso possano trasformarsi in opportunità per i miei figli, come il fatto di viaggiare e poter fare esperienze insolite, conoscere tante persone.

Lavinia, cosa rappresenta per te essere una donna indipendente?

Il mio personale concetto di libertà. Essere indipendente mi fa sentire libera, ma allo stesso tempo mi sprona a dare il meglio di me perché quest’indipendenza dipende dalla riuscita del mio lavoro, che dipende dal mio impegno e dalle responsabilità che scelgo di assumermi ogni giorno.

Raccontami un momento in cui ti sei detta: Che fatica essere donna!

Il nostro settore specifico è democratico, non c’è una grossa disparità fra i sessi, blogger donne e blogger uomini lavorano allo stesso modo, premiati dalle proprie capacità e questo mi conforta. In alcune culture, così come in alcuni settori, questo mondo è ancora tremendamente maschilista, per cui si, spesso penso che sia davvero faticoso essere donna.

Lavinia, descriviti ai nostri lettori.

Faccio sempre molta fatica a dare una definizione di me stessa o parlare in terza persona, mi piace che siano gli altri a raccontare come mi vedono, questo mi aiuta a focalizzare e capire in cosa posso migliorare, è un’ottima terapia. Credo di essere una persona semplice, sempre alla ricerca di qualcosa, che non riesce a stare ferma e ha bisogno di sperimentare ogni giorno e condividere le sue passioni con chi ama.

Quali sono i prossimi temi che speri di affrontare su The Style Pusher?

Il #TspTeam oggi produce contenuti per il web, pensati, scritti, prodotti e promossi attraverso la piattaforma e i social media. È un hub che raccoglie il talento di professionisti che condividono passione, entusiasmo e freschezza. Editoriali, Video Pills, Fashion Films, Live Facebook e format tematici: vogliamo raccontare la contemporaneità e le sue trasformazioni attraverso strategie non convenzionali e originali. Potete seguirmi su www.thestylepusher.com.

Potrebbe interessarti

Antonella Prisco. Foto di Paolo Cappelli

Antonella Prisco: la mia Nunzia in La Sposa

Intervista ad Antonella Prisco, volto molto noto ed amato delle fiction come Un Posto al Sole e in La Sposa con Serena Rossi.

Janet De Nardis

Janet de Nardis: la paladina del cinema digitale

Intervista a Janet De Nardis, attrice e produttrice che sta dedicando sempre più la sua attenzione al mondo del digitale.

Alessandro Rak. Foto dal Web

Alessandro Rak: il “gusto” della lavorazione fotogramma per fotogramma

Incontriamo Alessandro Rak, tra i protagonisti del MAD Fest 2021 con la proiezione in apertura di "Yaya e Lennie – The Walking Liberty".

Lascia un commento