La mia vita a 300 all’ora di Pasquale Mele

Al Teatro Acacia di Napoli, si terrà la presentazione ufficiale del libro La mia vita a 300 all’ora di Pasquale Mele.

Un libro particolare e delicato e per la cui presentazione parteciperà una delegazione dell’Associazione Italiana Lotta al Neuroblastoma con Medici e Ricercatori di Genova ed altri provenienti da tutta l’Italia.

La mia vita a 300 all'ora di Pasquale Mele

Sarà una “serata spettacolo”, un tripudio di emozioni e gioia di vivere condotta dall’artista Angelo Di Gennaro che  farà anche una rappresentazione teatrale di alcuni  capitoli del libro. All’ evento  sarà presente anche una Associazione di non vedenti , che avranno la possibilità di ascoltare  alcune parti più emozionanti della versione dell’audio libro appositamente creato.

Di seguito abbiamo raccolto le dichiarazione dell’autore per meglio far comprendere lo scopo ed il messaggio racchiuso tra le pagine che risultano essere una sorta di diario da condividere con tutti:

“Sono il papà di un ragazzo che all’età di un anno e mezzo fu colpito da un neuroblastoma (un tumore infantile che è la prima causa di morte in età prescolare). Fu curato a Genova presso l’Ospedale Pediatrico G. Gaslini. Questo tipo di patologia ancora oggi ha un tasso di mortalità elevatissimo per i giovani, secondo solo alla leucemia.

Grazie a Dio mio figlio dopo sei lunghi mesi di calvario, chemio e vari interventi,è guarito perfettamente ed oggi ha 15 anni. A tal proposito io, che nella vita m’interesso di automobili da corsa, pensai di scrivere quanto era capitato alla mia famiglia per tenerlo in un cassetto (come se fosse un segreto fra me e il mondo che mi circonda). Nel corso di tutti questi anni ho sempre collaborato con l’Associazione Italiana Lotta al Neuroblastoma –con sede presso l’Ospedale G. Gaslini- che si occupa di fornire  fondi alla ricerca scientifica che lotta contro questa terribile malattia. Per l’Associazione ho intrapreso molte iniziative, alcune davvero impensabili, donando tantissimo sia in termini economici e soprattutto umani, coinvolgendo amici e partecipando a manifestazioni d’intrattenimento di vario genere.

Qualche tempo fa pensai di trasformare il racconto autobiografico in un libro e assecondando la mia indole, m’impegnai al 200%. Con l’aiuto di qualche amico per la rivisitazione dei testi e l’inserimento d’illustrazioni a disegno in carboncino, questo narrazione si è trasformata in un piccolo grande capolavoro a scopo di beneficienza: “La mia vita a 300 all’ora” che non parla di auto ma di come una famiglia ha combattuto (e continua a farlo per salvare altri figli come il nostro) contro la malattia che si può e si deve vincere.

 Il mio racconto che si può leggere anche in un paio di ore, è stato consegnato a sua Santità Papa Francesco durante l’udienza del 18 ottobre 2017, ed è anche stato trasformato in audio-libro per i non vedenti dall’attore napoletano Alessandro Incerto  che ha partecipato alla serie “I bastardi di Pizzofalcone”.

Pensai d’inviarlo ad un amico che lavora in Mediaset, così da farlo visionare in cerca di qualcuno che potesse dare una mano a diffonderlo… con mia grande felicità e stupore dopo una settimana fui invitato dal Direttore di TG COM 24, Paolo Liguori, a presentarlo in diretta nella loro trasmissione “Dentro i fatti”, condotta dalla giornalista Micaela Nasca.

Sto avendo grandi soddisfazioni da questo mio grande progetto che mi impegna tantissimo , ma lo faccio con il cuore e con l’anima, infatti sto incominciando a “raccogliere”  i primi frutti : attualmente il libro è in vendita, con successo,  sul sito ufficiale dell’Associazione Italiana Lotta al Neuroblastoma, alla quale lo fornisco gratuitamente così da poter devolvere il 100% dell’incasso in favore della ricerca scientifica.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.