Alessio Rupalti debutta nel Regno Unito

Coming Back: Alessio Rupalti debutta nel Regno Unito con un cortometraggio che racconterà l’altra faccia della Brexit

Annunciato ufficialmente il cast del nuovo progetto di Alessio Rupalti, regista genovese affermato in ambito nazionale e internazionale che torna a far parlare di sé con un cortometraggio sulla Brexit: Coming Back.

Alessio Rupalti
Alessio Rupalti. Foto da Ufficio Stampa

Alessio Rupalti, classe 1986, dal 2005 realizza cortometraggi, videoclip e spot per importanti brand italiani. All’età di 29 anni, grazie al suo cortometraggio Cercavo qualcos’altro, ottiene numerosi riconoscimenti a livello internazionale. Nel 2011 si trasferisce a Roma, dove lavora per diversi anni con Pupi Avati come assistente alla regia, segretario di edizione ed aiuto regista. Riceve il premio Giovane Talento Italiano nel 2015 e, l’anno seguente, il titolo di Regista Emergente e una lettera di congratulazioni dal Presidente Sergio Mattarella. Alessio è attualmente impegnato nella produzione del suo primo cortometraggio in lingua inglese che verrà girato a Londra nella primavera del 2019. Inoltre è in fase di preparazione del suo primo lungometraggio, che sarà prodotto dalla Fenix Entertainment nei primi 

Il corto, girato interamente a Londra, vanta un cast di eccellenti attori britannici.

Dopo un’accurata selezione fatta tra più di 1000 candidature e con la collaborazione di ESRL Casting & Talent Agency, Alessio Rupalti ha scelto il cast del suo prossimo progetto:

Il ruolo principale sarà di Karl Hughes, di recente tra i protagonisti di 24 Little Hoursaccanto a lui, nei ruoli dei due genitori, Gillian Broderick che ha recitato nel film Spider-Man 2: Another World Mark Lisseman che ha interpretato Edward VII Duca di Windsor nella serie TV Nazi Murder Mysteries prodotta da Like a Shot Entertainment.

Prodotto da River Crossing Production, Fenix Entertainment e dallo stesso Rupalti, le riprese di Coming Back avranno inizio il 14 aprile a Londra, coordinate dalle produttrici Luisa Pretolani e Alida Pantone.

“Brexit significa Brexit” (Cit.)

In questo momento storico, raccontare un punto di vista sulla Brexit attraverso un cortometraggio appare una scelta decisamente coraggiosa. Alessio Rupalti, personalità non nuova alle sperimentazioni e ai progetti di una singolare emotività a sfondo sociale, saprà mettere sullo schermo, con la sensibilità che lo contraddistingue, una storia al tempo stesso graffiante.

Lo scrittore statunitense Bill Maher scrisse a proposito della Brexit: “Conteggio finale voti Brexit: 48% ragione e sentimento – 52% orgoglio e pregiudizio”; facendo un chiaro riferimento alla letterata britannica Jane Austen. 

Non rimane da chiederci… Coming Back, da che parte starà?

Potrebbe interessarti

Uno scatto rubato di Marco Sarra e Gabriela Teleaga, protagonisti di Febbre. Foto da Ufficio Stampa

Febbre, l’opera prima di Sergio Ciro Cutrona

Oggi parliamo di Febbre, il film corto prodotto da ARproduction, ed opera prima come regista …

Dove ti porta il cuore

Dove ti porta il cuore di Mario Imparato

Dove ti porta il cuore, il film scritto e diretto da Mario Imparato, sarà presentato …

Proiezione La casa di carta. Foto di Umberto Santacroce

Il letto di carta, buona la prima

Lo scorso 16 marzo, nella sala Sannazzaro, della Chiesa Santa Maria del Parto c’è stata la prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.