Teatro Cortese: arriva “La Costruzione” di Roberto Russo

Continuano gli appuntamenti (nello specifico è il secondo) al Teatro Cortese di Napoli (che vede la direzione artistica di Giuseppe Giorgio), con la rassegna “Tradimenti”.

Ed è così che il mini cartellone interamente dedicato all’opera del drammaturgo Roberto Russo, sottotitolata dallo stesso autore “Sei infedeltà in forma teatrale”, presenterà “La Costruzione”: un lavoro che in linea con le tematiche di un commediografo capace di trasformare i turbamenti e gli squilibri del genere umano in opera teatrale, vedrà all’opera la Compagnia “Luna Nova”.

Una scena di La Costruzione di Roberto Russo

Con la regia di Sara Pane e gli interpreti, Roberto Becchimanzi, Cristian Mirante e Marina Casaburi, a coinvolgere il pubblico, sempre nel solco di quei “Tradimenti” intesi come leitmotiv della produzione di Russo, sarà una storia satura di colpi di scena e di disonesti e occulti interventi da parte di una fatiscente Autorità. «28 Febbraio del 1884. La Corte di Cassazione di Torino condanna in via definitiva Luigi De Barbieri ed il suo amante, Antonio Marchese, al termine di un iter processuale che ha visto i due accusati per “atti di libidine contro natura”. Il fatto si era verificato in un albergo di Genova. Parrebbe una tipica vicenda di discriminazione e di omofobia ma le motivazioni della Cassazione riservano una sorpresa che amplia l’ambito della questione ben al di là di quanto, a prima vista, appare. Dopo 136 anni, in una sorta di processo surreale, i tre protagonisti della vicenda, il Consigliere Parini, l’imputato Luigi De Barbieri e la testimone Antonietta Lanza, si ripropongono davanti ad un pubblico per ripercorrere, e svelare, il vero motivo di quella condanna. E sarà l’inquietante ombra del Potere, che tradisce i propri cittadini, a svelarsi…» Il lavoro rappresentato con successo dalla Compagnia “La Luna” che vede tra i suoi paladini e interpreti il direttore del teatro “Tognazzi” di Velletri, Becchimanzi, negli anni ha meritato importanti premi e riconoscimenti in giro per l’Italia.

Le dichiarazioni

La regista Sara Pane racconta: “Sensibili, come siamo, alla tematica e volendo rendere prossime a tutti noi le difficoltà, le contraddizioni, le ingiustizie che costellano l’ esistenza di alcuni, di nulla colpevoli, se non di non essere ‘omologabili’, affrontiamo a viso aperto l’argomento dell’omosessualità con una commedia di ‘parola’ che, attraverso la ricostruzione del processo a De Barbieri con il pubblico trasformato in giuria, mette, in realtà, sotto accusa la “manipolazione” continua e senza tregua alla quale siamo sottoposti». «Costituendo una nuova avvilente e umiliante prova della mediocrità intellettuale e morale della società e della giustizia- ha spiegato il direttore artistico Giorgio- “La Costruzione” di Roberto Russo con la Compagnia “Luna Nova”, al Teatro Cortese, porta in palcoscenico il modello di un’umanità alla ricerca di un falso onore nel solco di quella atavica lotta tra etica, metaetica e legalità. Partendo dalle sequenze di un procedimento penale, con un protagonista su cui pende lo stesso capo d’imputazione che portò Oscar Wilde al cospetto della famosa e pungente domanda: “Cos’è l’amore che non osa pronunciare il proprio nome?”, la messinscena conduce il pubblico, trasformato in giuria, dinanzi a quell’occulto apparato ideologico di un potere moralista, sordo e bigotto“.

Lascia un commento