Frankie B - Ti aspetto giù

Frankie B, il rapper con la sua “Ti aspetto giù”

Dopo aver vissuto una pausa di qualche mese, ecco che Frankie B torna con il nuovo singolo dal titolo “Ti Aspetto Giù”. 

Il brano è stato prodotto da Noah BTZ, lo stesso che ha lavorato su Skyline Rooftop, l’album precedente di di Frankie B, sempre più capace di spaziare tra le sonorità elettroniche che predilige e le influenze Blues e RnB che ha estrapolato da ascoltatore di quei generi.

Frankie B - Ti aspetto giù

Il singolo risulta molto caldo, nonostante si avverta il solito tono malinconico che Bröny vuole dare ai propri progetti. Le strofe sono molto “rappate”, le metriche fitte e parlano di un cambiamento: una corsa verso il cantato che inizia  attraverso il Rap.

Frankie e Noah rappresentano un duo di genere “urban”, nati nel macro-insieme del Rap/Trap, ma cresciuti e diventati ciò che sono in tanti piccoli sotto-insiemi di musica meno urban ma orizzontati verso generi diversi come l’indie, il soul e jazz.

Ti Aspetto Giù

E’ la prova che il loro percorso di trasformazione è iniziato, anche se questo è solo il primo pezzo del puzzle che stanno costruendo insieme.

Nelle strofe si può cogliere lo scetticismo che, (a sua veduta) l’ambiente circostante sembra avere nei suoi confronti,cercando di esorcizzarlo attraverso il suono. 

Il mondo di Frankie B. sembra un mondo grigio, del quale gli unici pittori sono coloro che trovano il coraggio di andare oltre i principi materialisti di questa società, seguendo appunto ciò che è la sua ideologia.

Molto rappresentativa qui è l’immagine delle “dragonflies” (libellule) che volano essendo consapevoli di avere un colore e una tonalità diversa da quella del mondo. Nel ritornello Frankie esprime l’intenzione di essere alla ricerca di qualcuno che non vuole essere trovato, che non corrisponde il suo interesse, ma che nonostante ciò, lo aspetterà giù dal suo palazzo in compagnia di una birra sgasata. In questa immagine si riassume il significato principale del singolo: “il tempo scorre e muta la forma originaria delle cose”, questo è quello che passa attraverso lo sguardo di un giovane ventunenne ancora distratto dai suoi sentimenti desideroso di nuovi mutamenti. Mattia Brunoni, in arte Frankie Bröny, è uno scrittore e rapper emergente classe 1999, nato e cresciuto nella provincia di Mantova (Lombardia). 

Mattia inizia ad avvicinarsi al rap nel 2009 attraverso MTV e YouTube e grazie ad artisti del calibro di Eminem e 50Cent, rimanendo colpito dalla forte potenzialità espressiva e artistica del genere. 

Dopo alcuni singoli pubblicati tra il 2016 e il 2018, pubblica il suo primo album intitolato “Paradoxical” contenente 21 canzoni che esce 9 febbraio 2019 sulle piattaforme digitali. 

Nel 2020 pubblica Skyline Rooftop con la label milanese Long Digital Playing con sette nuove tracce di grande impatto sonoro e testuale. 

Autore: Lucilla Corioni

Mi occupo di promozione di artisti del mondo della musica. Collaboro con il quotidiano di informazione "La Gazzetta dello Spettacolo".

Potrebbe interessarti

Marghet - La cover di Testa Cuore

Marghet, Testa Cuore è il primo Ep

“Testa Cuore” è il primo Ep della cantautrice Marghet, composto da 6 brani e racchiude le vicende amorose della cantautrice

RPWL. La cover di Crime Scene

RPWL: Victim of Desire in stile “crime”

Gli RPWL hanno lanciato da qualche giorno il loro nuovo singolo, il riuscitissimo Victim of Desire, correlato da un video in stile crime

Domenico Costanzo. Foto da Facebook

Domenico Costanzo e i riconoscimenti internazionali

Incontriamo Domenico Costanzo, regista e sceneggiatore che ci parla dei suoi film a sfondo sociale e dei premi ricevuti.

Lascia un commento