Felice Del Gaudio - Harmonia Mundi

Felice Del Gaudio e la sua Harmonia Mundi

Il titolo scelto è Harmonia Mundi per il nuovo album dell’artista lucano Felice Del Gaudio.

Ciò che vuole trasmettere questo suo nuovo progetto è vivere l’armonia del mondo attraverso la contemplazione e la riflessione. L’album è una raccolta dei suoi migliori brani regalata ai suoi fan amanti di musica di alto livello, e sarà composto da 9 brani.

Felice Del Gaudio - Harmonia Mundi

Padroneggia il basso elettrico in diverse vesti, viaggiando tra un brano e l’altro tra paesi diversi del mondo, anche quello più interiore dell’umanità. Alla raccolta dei brani già incisi e rimasterizzati appositamente per questa raccolta, Felice Del Gaudio aggiunge un inedito composto durante il lockdown primaverile del 2020 (intitolato Santojanni), dove con la sua musica descrive quel luogo per lui “magico” che è la sua terra di origine: Maratea, in Lucania.

Altri brani contenuti nell’album sono: Amaratea (un gioco di parole: dedicato a Maratea – cittadina lucana ma anche amara-tea, facendo riferimento all’amarezza evocata dal luogo natio);  Harmonia Mundi (brano realizzato con gli armonici del basso elettrico, pensando  alla connessione tra Universo e Uomo in una proiezione verticale; Irta ( l’anagramma di una persona a cui racconta di essere stato molto legato in gioventù); Fiore per Bach (dove Felice si ispira ad una suite di J.S.Bach rivisitata con il basso fretless e contrabbasso; Lacus Niger (traduzione latina del suo luogo di nascita, Lagonegro appunto); Renata song (dedicato alla sua compagna); Terra del Sud  (omaggio alle sue radici profonde); Up Town  che l’artista ha composta dopo aver vissuto per un po’ di tempo nella città di New York. Un album che contiene nomadismo culturale, bellezza interiore ed esperienza meditativa. 

Felice Del Gaudio

Bassista e contrabbassista è nato a Lagonegro. Diplomato in musica jazz , al conservatorio di Adria, vive a Bologna dal 1984. Tra gli altri ha collaborato con: P.Wertico, Lucio Dalla, Il Quartetto d’Archi dell’Opera di Berlino, Hengel Gualdi, Pier Giorgio Farina , Raphael Gualazzi, Daniele Dibonaventura, Biagio Antonacci, Amii Stewart, Andrea Griminelli, Claudio Lolli. Ha pubblicato quattro metodi per lo studio del basso, un dvd didattico e ha al suo attivo più di 150 registrazioni discografiche e diversi album come solista e leader. Ha suonato in festival di musica in tutto il mondo.

Autore: Daniela Iavolato

Appassionata di comunicazione e digital, mi occupo di ambiente e green.

Potrebbe interessarti

Lorenzo Papasodero

Lorenzo Papasodero: il tenore che ama l’opera

Per la nostra rubrica "Talenti", è il turno del tenore Lorenzo Papasodero che si racconta dai social alla sua passione per la classica.

Sher B

Sher B: al servizio dell’arte

Compositore, cantante e tanto altro, Sher B, al secolo Mario Spataro lo incontriamo nuovamente per la nostra rubrica "Talenti".

Vincenzo Peluso in un frame di Currite Currite

Vincenzo Peluso: la mia Napoli in Currite Currite

Raccontiamo Currite Currite, il brano grazie al quale Vincenzo Peluso si cimenta nella sua più grande passione: la musica.

Lascia un commento