Iron Maiden

Nell’attesa dei Maiden

Iron Maiden

Se qualcuno, in quest’estate afosa, ha litigato con la ragazza, niente paura: a settembre è disponibile una dama… ‘la dama di ferro’, al secolo, Iron Maiden. Uhm, forse non è una buona idea avvicinarla, gira voce che abbia un caratteraccio. Sicuramente è molto meglio dal punto di vista artistico. Quindi, ci si può limitare a parlarne da un punto di vista squisitamente musicale. Chissà come sarà questo lavoro musicale degli Iron Maiden che annuncia l’arrivo dell’autunno 2015. Si potrebbe, magari con la fantasia lasciata a briglie sciolte, immaginare quali ingredienti abbiano usato questa volta per rendere appetibile il piatto musicale settembrino: un riff d’annata (o dannato…) a due/tre chitarre al fulmicotone, un urlo sovrumano di Dickinson che sovrasta i Marshall e i fill della doppia cassa, Harris con un basso accordato due toni sotto. Naturalmente è giustificato che, sia i semplici estimatori o i fan più accaniti, possano dedicare la loro attenzione a questo pilastro del metal mondiale che risponde al nome, ormai mitico, di Iron Maiden.

Tuttavia, se ci si vuol risparmiare fatica e tempo, basterebbe guardarsi un po’ intorno. Dove? Ma direttamente sull’immagine che accompagna quest’aggiornamento sui Maiden. Insomma, se mai un’immagine è esplicativa degli intenti di una hard rock band votata al metal, in questo caso e con quel look facciale disegnato con dovizia di particolari, lo è questa cover di “The Book of Souls”! Eddie non è mai stato particolarmente portato per apparire sulla copertina di “Vogue” o sul “Guardian”, non è quello il suo destino, né la sua funzione. D’accordo, tuttavia, questa volta è particolarmente ghignante: la copertina di “The Book of Souls” ritrae Eddie con indosso particolari disegni. Più precisamente, così pare, sembrano pitture tribali che ricordano quelle degli scimpanzé di “Apes Revolution”: a questo punto, ormai non c’è dubbio, si direbbe che avremo a che fare con un album piuttosto bellicoso!

A dirla tutta, in casa Maiden, il 2015 non si è presentato in modo particolarmente allegro o, sarebbe già da preferire, noioso. Bruce Dickinson, infatti, proprio all’inizio dell’anno ha annunciato di essere affetto da un problema di salute molto serio. Oggi, per sua fortuna, lo stesso frontman ha dichiarato di aver terminato le terapie del caso e il cancro è stato debellato: una grande hard rock metal band non può farsi fermare dalle malattie.

Parlando dello specifico musicale, proprio Bruce Dickinson ci aggiorna sulla lavorazione di “The Book of Souls”. Il cantante dall’ugola potente ha sottolineato che registrarlo è stato molto piacevole e liberatorio. I Maiden hanno iniziato a lavorarci verso la fine dell’estate del 2014 a Parigi. Lo studio usato nella città francese è lo stesso nella quale aveva visto la luce l’altro loro lavoro “Brave New World” nel 2000. I musicisti erano così presi e creativi che, a un tratto, hanno iniziato a contare e si son ritrovati con canzoni che non bastavano per un cd, ma per due…Che fare?

Saggiamente, il combo metal ha optato per una pubblicazione doppia. Quindi, siete avvisati, il 4 settembre 2015 vi troverete di fronte a un doppio che, come copertina comanda, sprizzerà scintille. Per il lavoro di scrittura delle 11 tracce presenti nell’album, 7 sono ascrivibili alla penna di Steve Harris, leader indiscusso degli Iron Maiden , mentre le altre sono il risultato collaborativo di Dickinson con gli altri Iron Adrian Smith, Dave Murray e Janick Gers. Un lavoro di band che rimanda a capolavori come “Piece Of Mind” (1983), “Powerslave” (1984) e “Seventh Son of a Seventh Son” (1988).

La tracklist di The Book Of Souls

Disc 1

If Eternity Should Fail (Dickinson) 8:282.

Speed Of Light (Smith/ Dickinson) 5:013.

The Great Unknown (Smith/ Harris) 6:374.

The Red And The Black (Harris) 13:335.

When The River Runs Deep (Smith/ Harris) 5:526.

The Book Of Souls (Gers/ Harris) 10:27

Disc 2

Death Or Glory (Smith/ Dickinson) 5:138.

Shadows Of The Valley (Gers/ Harris) 7:329.

Tears Of A Clown (Smith/ Harris) 4:5910.

The Man Of Sorrows (Murray/ Harris) 6:2811.

Empire Of The Clouds (Dickinson) 18:01

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Social-tendenze del Festival di Sanremo 2023

Festival di Sanremo 2023: le social-tendenze

A meno di due settimane dall’inizio del Festival di Sanremo 2023, il fenomeno emergente di tendenze social svela le classifiche.

Robbie Williams live. Foto dal Web

Robbie Williams infiamma Bologna

E' partito da Bologna il tour europeo di Robbie Williams in celebrazione dei suoi venticinque anni di carriera. Ecco cosa è successo.

Gio Montana a Verissimo. Foto dal Web

Gio Montana: vivere di musica è il mio unico desiderio

Incontriamo Gio Montana, reduce dalle passate edizioni di "Amici di Maria De Filippi", che presenta il nuovo singolo, "L'ultima volta".