Andrea Scoppetta, Non fermartevi mai all’apparenza

A tu per tu con Andrea Scoppetta

Quella di Andrea Scoppetta è una carriera costellata di successo. Fumettista e animatore, ha lavorato come disegnatore per importanti progetti Disney/Pixar come Big Hero 6, Inside Out, Zootopia.

Andrea Scoppetta

Oggi Andrea si cimenta come illustratore per il libro C’è un mostro nel bosco! di Paola Savinelli. La Gazzetta dello Spettacolo, dopo aver incontrato Paola Savinelli, incontra Andrea Scoppetta…

Benvenuto, Andrea Scoppetta. Come nasce la tua collaborazione con Paola Savinelli per il libro C’è un mostro nel bosco?

Ho conosciuto Paola durante l’edizione 2015 di ‘O Curt , festival del cortometraggio. Poi lessi una “fiaba breve” di Paola e iniziai a disegnare. Sottoposi scritto e disegni alla casa editrice Lavieri, con la quale avevo già collaborato, e grazie anche a loro siamo riusciti a realizzare il libro che potete leggere

Cosa speri colga il lettore tramite le tue illustrazioni?

L’amore che provo nel raccontare tramite immagini. Vorrei condividere la mia fantasia.

C’é un personaggio in particolare che ti assomiglia?

Tutti e nessuno.

Perché?

Il mondo che ho inventato è come un grande puzzle, ogni tassello è un pezzetto di me.

Nel libro, essere cuoriosi significa anche avere coraggio. Cosa rappresenta per te il coraggio e cosa la curiositá?

Essere curiosi per me vuol dire essere vivi.Voglia di conoscenza, stupirsi davanti all’ignoto. Il coraggio è trovare le forze per affrontare le proprie paure.

Quale speri sia il messaggio fondamentale che il lettore coglierà?

Non fermarsi mai all’apparenza delle cose. Informarsi e studiare per avere mezzi e conoscenze per affrontare il mondo.

Lavori come disegnatore per Disney/ Pixar. Quale é stata la soddisfazione più grande ottenuta fino ad ora?

Lavorare per la Disney è stata un’esperienza formativa molto importante e non voglio sminuirla ma sono sicuro che sia stata solo una tappa del mio percorso artistico. Lavorare con Alessandro Rak a progetti come A Skeleton Story o a video d’animazione come Kanzoe su Londra è stata e sarà sempre l’esperienza più gratificante della mia carriera lavorativa.

Hai disegnato per Big Hero 6, Inside Out d Zootopia. Quale di questi tre progetti hai più amato e perché?

Non ho progetti Disney preferiti. Ogni progetto ha i suoi pro e i suoi contro. Quinto non uccidere scritto con Francesco Amodeo è un piccolo gioiello che porterò sempre nel cuore.

Andrea, quando è nata questa tua passione che poi hai trasformato in lavoro?

Ho sempre disegnato da quando ho ricordo, più che una passione la chiamerei “ossessione”.

Progetti futuri?

Tanti ma al momento sono Top secret.

Potrebbe interessarti

Intervista a Marco Garofalo finalista alla World Photographic Cup 2019

Intervista a Marco Garofalo finalista alla World Photographic Cup 2019: “Basta ritocchi digitali, la foto deve …

Pamela Quinzi, la Cenerentola di New York

Pamela Quinzi è partita da Roma alla conquista dell’America con un paio di scarpe ricamate a mano …

Nadia Rinaldi. Foto fornita dall'artista

Nadia Rinaldi: voglio emozionarmi sempre come una ragazzina, il segreto è divertirsi

Nadia Rinaldi attrice romana è stata un’allieva di Gigi Proietti nel suo laboratorio di esercitazioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.