Triangle: in anteprima nazionale il trailer di Costanza Quatriglio

COSTANZA QUATRIGLIO_2

A tre anni dal tragico crollo di Via Roma a Barletta, che costò la vita a quattro lavoratrici e una giovane ragazza, e riportò drammatica attenzione sul tema della sicurezza nel lavoro in tutta Italia – fino a un duro e commosso monito del Presidente Napolitano – la città rende omaggio alle vittime e promuove diverse iniziative di riflessione e confronto.

Tra queste, la proiezione in anteprima nazionale del trailer di Triangle, il nuovo film di Costanza Quatriglio, prodotto da Doclab e Factory Film con Rai Cinema in associazione con Luce-Cinecittà.

Triangle è il nome della fabbrica di New York in cui nel marzo 1911 persero la vita 146 persone, la maggior parte delle quali operaie immigrate. 100 anni dopo, nel 2011, la Storia ha legato quella strage al crollo di Barletta.

Ma Triangle rimanda anche a tre passaggi di tempo: quelli del 1911 e del 2011, e il secolo di mezzo che ha significato lotte, conquiste, sconfitte e nuove richieste non solo di tutela dei diritti e del lavoro, ma inscindibilmente di qualcosa di più: di dignità per le persone, e dell’inizio di una nuova civiltà. Una Storia lunga 100 anni, e ancora, per tutti, attuale e urgente.

Triangle arriverà nelle sale il prossimo inverno, distribuito da Istituto Luce Cinecittà.

Autore: Giuseppe Borsella

http://plus.google.com/+LagazzettadellospettacoloIt/

Potrebbe interessarti

Steven Spielberg sul set di The Fabelmans

Steven Spielberg: trionfo ai Golden Globe

Parliamo del regista Steven Spielberg, che in questo inizio anno trionfa ai Golden Globe con il film The Fabelmans.

Il cast di Tre di Troppo. Foto di Loris Zambelli per Photomovie

Tre di Troppo sbanca il box office

Tre di Troppo arriva al cinema e sbanca il box office nel weekend dell’Epifania, tra gli italiani più visti. Ecco i numeri del successo.

Gianni Franco

Gianni Franco: sogno un ruolo da Babbo Natale

Gianni Franco ci parla dei suoi trascorsi attoriali e di ciò che gli porterà il futuro a livello lavorativo fino al film con Carlo Verdone.