Come migliorare il suono della televisione per sentire meglio i dialoghi?

Magari hai un grande televisore di ultima generazione, ma il tuo salotto è ancora più grande. O magari sei affezionato al tuo vecchio modello che però fa un po’ cilecca con il volume. Eccoti allora qualche accorgimento per goderti film e serie TV con la stessa qualità del cinema.

Perché la qualità dell’audio non eguaglia quella del video

Mentre la tecnologia video ha subito un notevole miglioramento negli ultimi anni, la stessa cosa non si può dire dell’audio. La ragione è da attribuire principalmente al design dei nuovi modelli. Il fatto che siano sempre più sottili infatti, ha comportato il necessario sacrificio dell’impianto audio, che presenta molti meno ripetitori rispetto ai vecchi modelli, fino ad arrivare addirittura al televisore senza speaker.

Non c’è bisogno quindi di ricorrere a un tecnico o a costose riparazioni, né tantomeno di rassegnarsi. È sufficiente aumentare il volume.

Articolo Televisione 1. Immagine libera dai diritti da pexels.com
Immagine libera dai diritti da pexels.com

Soluzioni semplici a un problema semplice, la soundbar

Dal momento che, come abbiamo detto, il problema non riguarda un difetto di costruzione che peggiora la qualità dell’audio, ma solo una minore presenza di speaker, la soluzione è semplicissima ed è quella di aumentare l’audio aggiungendo casse esterne. Certo, dopo aver investito su un televisore dal design ultramoderno non vorrai rovinare tutto con delle casse antiestetiche. Per questo motivo, e per una migliore diffusione del suono, quello che ti consigliamo è di acquistare una soundbar.

Le soundbar non sono altro che casse singole dalla forma lunga e affusolata, che è possibile poggiare ai piedi del televisore o fissare alla parete. Grazie al loro design, generalmente curato ed elegante, completano l’estetica del televisore. Gli ultimi modelli inoltre sono dotati di connessione wifi e controllabili da remoto, oltre ad avere una modalità specifica per i dialoghi che offre un suono più pulito. Grazie a diverse modalità di settaggio, si rivelano utili anche per chi desidera concentrarsi particolarmente sui dialoghi, magari perché segue le serie in lingua originale per migliorare il suo inglese. Su LaTop10 troverai una classifica dei migliori modelli e potrai studiarne tutte le caratteristiche tecniche.

Parliamo di Soundbar. Immagine libera dai diritti da pexels.com
Parliamo di Soundbar. Immagine libera dai diritti da pexels.com

Home theater, casse esterne e telecomando

Naturalmente, la soundbar non è l’unica via per migliorare l’audio del tuo televisore. Ci sono diversi altri rimedi, sia costosi che gratuiti. Il primo è quello di settare l’audio del tuo televisore dal telecomando. Modificare il bassi o il Dolby surround non costa nulla e potrebbe offrirti una qualità del suono di tuo gradimento. Si tratta ovviamente, però, di una soluzione che non risolve il problema degli speaker, e che si rivela indubbiamente poco incisiva. Un’altra idea è collegare delle casse al televisore. Puoi utilizzare quelle del computer, o acquistarne di nuove se sei un amante degli altoparlanti. È una scelta dal prezzo variabile e che sicuramente risolve il problema del volume. L’aspetto negativo è che, rispetto alle soundbar, le casse occupano più spazio.

Infine, potresti pensare di installare un sistema home theatre. Si tratta di sistemi che integrano il televisore con un lettore DVD e con un impianto audio esterno, e che offrono un’alta qualità nell’esperienza di visione. Ovviamente però, comportano una spesa notevole, e richiedono una certa disponibilità di spazio.

A ciascuno il suo!

Da quanto abbiamo visto, per migliorare l’audio del televisore i rimedi sono diversi, e a diverse fasce di prezzo. La soluzione più cheap, ma meno efficace, che è quella di modificare le impostazioni del televisore. Quella più costosa ed ingombrante è installare un vero e proprio sistema home theatre, che offrirà una qualità dell’audio ottima, ma anche una certa spesa.
Non esiste una soluzione valida per tutti. In linea di massima si può dire che chi non ha tante pretese e non è disposto a investire molto può ripiegare sulle impostazioni via telecomando o utilizzare le casse del computer. O ancora, gli amanti delle casse di design, se hanno abbastanza spazio, possono dotarsi di altoparlanti appositi. L’home theatre sarà a sua volta una soluzione sicuramente gradita agli appassionati di cinema. Questo sistema infatti nasce con l’intenzione di riprodurre l’esperienza delle sale cinematografiche, ma per questo da’ il meglio di se solo in stanze di dimensioni adeguate.

Le nuove soundbar invece si propongono come una soluzione intermedia, in grado di coniugare una buona qualità del suono, un ingombro minimo e la possibilità di personalizzare l’audio anche dal divano, modificando le impostazioni dal telecomando. Il prezzo non è certo equiparabile quello delle casse più economiche, ma anche la qualità e le prestazioni offerte sono nettamente superiori, sia dal punto di vista della qualità del suono che sotto il profilo estetico. Si tratta quindi della soluzione ideale per completare un televisore moderno.

E ora che avete tutti gli strumenti per scegliere, buon ascolto!

Potrebbe interessarti

Immagine App VR Rai Cinema da Facebook

App VR Rai Cinema presentata a Cannes

Rai è la prima media company a lanciare un’App VR (realtà virtuale) tutta italiana per …

Vesuvius Plastic Free

Vesuvius Plastic Free: gli eventi sul Vesuvio pro ambiente

Tutto pronto per la serie di eventi organizzati per la rassegna Vesuvius Plastic Free, che …

Riceviamo e Pubblichiamo

Riceviamo e Pubblichiamo: Achille Lauro e il brano “Rolls Royce”

Riceviamo dal collega Biagio Maimone, e pubblichiamo un punto di vista di approfondimento sul brano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.