Partner. Foto dal Web
Partner. Foto dal Web

Come non impazzire per la presenza costante del partner?

Gli attuali cambiamenti della società, consentiti dalla digitalizzazione e notevolmente accelerati dall’epidemia COVID-19, hanno introdotto anche nuove sfide. I singoli membri della famiglia trascorrono ora molto più tempo insieme a casa. Come gestire questo cambiamento di vita?

Cosa è cambiato negli ultimi anni?

Il quadro tipico della classe media in Europa per molti decenni è stato quello della convivenza, con i partner che trascorrevano gran parte della giornata feriale al lavoro. Quindi non si vedevano per circa 9 ore al giorno. Inoltre, a volte gli orari di lavoro erano diversi o uno dei due partner faceva il pendolare a una distanza maggiore, quindi in realtà stavano insieme solo di notte durante la settimana.

Ma con lo sviluppo dello smart working sempre più persone lavorano da casa e i singoli membri della famiglia trascorrono sempre più tempo insieme. Tanto che stanno insieme 24 ore al giorno, tutti i giorni.

Quello che inizialmente sembrava un sogno irraggiungibile è diventato improvvisamente un incubo per alcune coppie. È arrivata la claustrofobia.

Lavorate nella stessa stanza? Non più!

Se lavorate da casa da una stanza comune, anche questo è un aspetto da cambiare. Le chiamate del tuo partner, il rumore della tastiera o altri comportamenti e abitudini di lavoro o personali ti danno probabilmente sui nervi. La separazione in stanze diverse della casa elimina questi problemi e rende la convivenza molto più piacevole. In breve, cerca di comportarti come se foste entrambi al lavoro e di passare inosservati l’uno all’altro.

È inoltre possibile suddividere le apparecchiature utilizzate per svolgere altre attività oltre al lavoro a casa. Invece di una cassettiera comune, ognuno può avere la propria, e lo stesso vale per una scrivania o una tazza per il tè e il caffè. In breve, crea un ambiente domestico che faccia sentire tutti a proprio agio senza limitare l’altro.

Improvvisamente non dovrete più pianificare il tempo insieme, ma il tempo separato.

Mentre prima cercavate invano un buco nel calendario per passare del tempo insieme, ora vi trovate di fronte alla sfida opposta. Insieme pianificherete il tempo in cui non starete insieme. Così, ad esempio, si può fare in modo che lui trascorra un mercoledì sera con i suoi amici a giocare a calcio e che lei prenda un caffè o un bicchiere di vino con le sue amiche.

Stai pensando che c’è qualcosa di sbagliato? Non c’è nulla di sbagliato in questo approccio e il tempo che non trascorrete insieme paradossalmente gioverà alla vostra relazione in questa situazione. Perché avrete di nuovo dei momenti da attendere con ansia.

Approfittate dello stare insieme

Ma lavorare da casa non è del tutto negativo! Potete approfittarne per stare insieme quando vi va. Potete fare colazione, pranzare o fare una passeggiata pomeridiana insieme. In breve, rendere ogni giorno più piacevole di quello precedente. Eliminando gli spostamenti, si dovrebbe improvvisamente disporre di una o due ore di tempo in più al giorno. Cerca di utilizzare questo tempo in modo produttivo e per fare crescere ulteriormente il vostro rapporto.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Matrimonio in Autunno. Foto dal Web

Matrimonio in autunno: consigli sull’outfit per le invitate

Nelle stagioni fredde, essere invitata a un matrimonio pone dinanzi a grandi dilemmi sull'abbigliamento. Ecco la nostra guida!

La realtà virtuale (VR) al Carcere di Procida per OndeVisioni

OndeVisioni: quando il carcere diventa cinema

Entrare nella cella di un vecchio carcere, a picco sul mare, e immergersi nella vita dei detenuti ad OndeVisioni con la realtà virtuale.

Ulisse di Carmen Castiello. Foto di Giovanni Minervini

Ulisse di Carmen Castiello in scena

Il viaggio dell'iconico Ulisse è lo stesso proposto al pubblico tra i corridoi e le sale del museo sannita Arcos di Benevento.

Lascia un commento