Premio Letterario Amerigo 2017. Foto di Mario Occhiobuono.
Premio Letterario Amerigo 2017. Foto di Mario Occhiobuono.

Premio Letterario Amerigo 2017

Ecco i vincitori di questa edizione del Premio Letterario Amerigo

I vincitori del Premio Letterario Amerigo delle Quattro libertà 2017 sono Franco Roberti, Loretta Napoleoni, Aldo Forbice e Marilena Brassotti Ziello. La cerimonia di premiazione si è svolta a Napoli alla presenza della Console generale degli Stati Uniti d’America Mary Ellen Countryman.

Premio Letterario Amerigo 2017. Foto di Mario Occhiobuono.
Premio Letterario Amerigo 2017. Foto di Mario Occhiobuono.

Premio Letterario Amerigo

Il riconoscimento, promosso dall’associazione Amerigo presieduta da Vito Cozzoli e con sede presso l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia, punta a valorizzare le opere letterarie (saggi, romanzi, novelle ed altri scritti) la cui trama si ispiri alle Libertà fondamentali del convivere civile e della pace internazionale quali le Libertà di Parola e Opinione, Religione e culto, Libertà dal Bisogno e dalla Paura, citate dal Presidente Franklin Delano Roosevelt nel discorso sullo stato dell’Unione (noto come “discorso delle Quattro Libertà”) il 6 gennaio1941, e inserite nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, parte integrante della Carta Costitutiva delle Nazioni Unite.

L’evento

All’evento, presentato dal vicecoordinatore del Chapter Napoli di Amerigo Enzo Agliardi, sono intervenuti il segretario generale di Enam ed Amerigo Massimo Cugusi, il coordinatore di Amerigo Napoli per il Sud Italia, Edoardo Imperiale, e di Firenze, Michele Ricceri; i soci Amerigo Gianluigi Traettino, già vicepresidente nazionale dell’associazione, e Diego Guida.

Lo scrittore Maurizio De Giovanni ha inviato un video-messaggio di saluti.

Presenti fra gli altri, nell’ambito della rete Amerigo, il console degli Stati Uniti a Napoli per la Stampa e la Cultura Shawn Baxter, Almerico Realfonzo, Ciro Buonajuto, Alessandra Clemente, Filomena Tucci, Giuliana Cacciapuoti, Roberto Castaldo.

I premi

Quattro i riconoscimenti assegnati, uno per ciascuna delle “quattro liberta” citate.

Franco Roberti, dal 2013 fino allo scorso novembre a capo della Procura nazionale Antimafia dopo una lunga e prestigiosa carriera ultratrentennale nel coordinamento della lotta alle organizzazioni criminali, ha vinto il Premio Amerigo Libertà dalla Paura per il suo libro “Il contrario della paura”. Uno dei messaggi del volume è che per sconfiggere mafie e terrorismi bisogna lavorare sui giovani, sulla rigenerazione urbana e sul rinnovo delle periferie. Ma soprattutto bisogna avere il coraggio di liberarci dalla paura.

A Loretta Napoleoni, giornalista, saggista e docente impegnata nello studio dei sistemi finanziari attraverso i quali il terrorismo internazionale finanzia le proprie reti organizzative, è stato assegnato il Premio Libertà dal Bisogno per il suo volume “Mercanti di uomini”. Napoleoni, che vive da tempo a Londra, ha collaborato con numerose testate (BBC, CNN, El Pais, Internazionale e Wired) e forze di sicurezza internazionali.

Aldo Forbice, giornalista dal 1969 in Rai, già vicedirettore del Giornale Radio Rai e direttore del Gr su Radio 3, nonché autore e coordinatore di programmi di Rai 2 e Zapping, ha vinto il Premio per la Libertà di opinione con il suo testo “Fuori dal coro”, storia di un conduttore radiofonico che si occupa di politica ed economia e promuove campagne sui diritti umani.

Il premio Libertà di culto, dedicato ai giovani autori, è stato assegnato a Marilena Brassotti Ziello, venticinquenne scrittrice e sceneggiatrice, autrice di romanzi, monologhi e poesie, per il suo libro “Il nostro amore infinito”. Il volume racconta le storie di alcuni personaggi che vivono fra Roma e New York e l’amore nelle sue tante forme (per un figlio, un compagno, i genitori, l’amore per la propria città, la cultura, la vita e i suoi valori fondamentali) che diventa il principale “culto” da osservare.

Il Premio, quest’anno alla seconda edizione, è organizzato con periodicità annuale dalla sezione di Firenze di Amerigo in gemellaggio, di volta in volta, con le territoriali di Napoli, Milano e Roma.

Le dichiarazioni

“Siamo molto soddisfatti – spiega Edoardo Imperiale – per l’ottimo risultato di questa edizione del Premio letterario Amerigo, realizzata in produttiva sinergia fra i chapter di Napoli e di Firenze e in collaborazione con il Consolato americano a Napoli, soprattutto in termini di autorevolezza e prestigio dei premiati e degli altri partecipanti”.
L’associazione Amerigo riunisce gli Alumni italiani dei Programmi di scambi culturali internazionali promossi dal Dipartimento di Stato USA. Nata nel maggio 2007 su iniziativa di esperti del mondo accademico, imprenditoriale, giornalistico e politico-istituzionale italiano, si propone di favorire scambi di conoscenze ed esperienze personali e professionali maturate nel periodo di permanenza negli USA per la realizzazione di progetti comuni.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Heldin durante un gioco di illusionismo. Foto da Facebook

Heldin racconta le sue illusioni

La Magia è una cosa seria. Lo sa bene Heldin, Egidio Russo, che ha trasformato la passione per la prestidigitazione in un lavoro.

Matilde Brandi

Matilde Brandi: lo spettacolo dal vivo merita sempre di essere sostenuto

La show-girl romana Matilde Brandi si mette a disposizione dell'imprenditoria e accetta di fare la consulente artistica del Mamì Bistrot.

Anbeta Toromani ed Alessandro Macario a Benevento. Foto di Ezio Bevere

Chopin a Benevento tra musica e danza

Al di là di guerre, pandemia e siccità c’è nella gente il desiderio di tornare alla normalità e lo vediamo a Benevento.

Lascia un commento