Continua l’estate di musica de I Poeti del Mare

I Poeti del Mare sono tornati ad accendere di musica e divertimento le calde serate dell’estate dell’Argentario.

I poeti del mare. Foto Covitto
I poeti del mare. Foto Covitto

Il gruppo, composto da Alfredo Covitto, chitarra ritmica e solista, Roberto Bartalini al basso, Michele Sabatini alle tastiere, Salvatore Ferrini alle vocals, Adolfo Stronchi detto “il Polpo” alla batteria e la new entry la cantante Sonia Brandi, ha infatti deciso di recente di riunirsi dopo un lungo periodo di silenzio e di rimettersi in moto con l’energia di un tempo.

Esattamente come facevano ai loro esordi, negli anni Settanta, Alfredo Covitto e compagni propongono oggi un repertorio variegato, ispirato alla musica italiana tra pop e rock ma ricco in generale di hits, di quelle che scaldano l’audience e la fanno scatenare. Pezzi da juke box, insomma, per la gioia di chi vuole trascorrere una serata piena di ritmo e di spensieratezza, magari all’insegna di vecchi brani che ormai sono passati di categoria e sono diventati dei veri e propri “classici”.

Questa musica, insieme all’entusiasmo del numeroso pubblico presente, ha fatto si’ che le recenti performances de I Poeti del Mare abbiano reso le serate nelle principali località di villeggiatura di Monte Argentario e dintorni, dei veri successi con tante presenze e… tanti sorrisi. Tutti a cantare e a ballare con il gruppo di Covitto lo scorso 18 agosto, alla Notte Bianca di Albinia, appuntamento tipico della zona e quindi molto atteso, arricchito da stand gastronomici di street food e mercatino antiquario, che ha fatto seguito a svariati spettacoli de I Poeti del Mare a Porto Ercole.

Quindi c’è da registrare la presenza della band a Capalbio in Fiera, lo scorso 24 agosto alla Festa di Fine Estate ad Albinia e lo scorso 25 agosto di nuovo a Porto Ercole. Ma I Poeti del Mare non si fermano qui e già stanno programmando vari shows nella loro zona per il mese di settembre. Perchè, come ci ha riferito il bravo ed energico chitarrista Alfredo Covitto, “niente scalda di più il cuore che l’entusiasmo e la presenza del pubblico quando sei su un palcoscenico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.