Maria Nazionale. Foto da Ufficio Stampa
Maria Nazionale. Foto da Ufficio Stampa

Maria Nazionale… è “Sulo ‘na voce”

Maria Nazionale, l’acrobata del ritmo tra il pop e la melodia del Sud sono la base del nuovo singolo sospeso tra cumbia e flamenco “Sulo ‘na voce“.

Dopo Gomorra di Matteo Garrone, La tenerezza di Gianni Amelio, 7 minuti di Michele Placido, dopo i tour con Francesco De Gregori e le collaborazioni con Cristiano Malgioglio e Nino D’Angelo, Maria Nazionale ritorna alla musica per una avventura sorprendente.

Maria Nazionale. Foto da Ufficio Stampa
Maria Nazionale. Foto da Ufficio Stampa

A suo agio in studio di registrazione così come sul palcoscenico – tra concerti e allestimenti teatrali – la signora della canzone napoletana abbandona il silenzio creativo e fa brillare ancora una volta il suo talento espressivo. La grande traversata appena iniziata si annuncia come una avventura sorprendente per chi la segue fedelmente da sempre e per chi – tanti, probabilmente – sceglierà finalmente di avvicinarsi alle sue doti rinunciando ai facili pregiudizi, a stupidi capricci di genere o di segmenti musicali.

Nelle sue onde, Maria Nazionale ha accarezzato via via il pop, la melodia del Sud, il folk, il flamenco e la canzone d’autore. S’è abbandonata, con coscienza, al fado purissimo e all’electro-dub psichedelico con insert sufi per Puortame ‘na rosa, ideale per i dancefloor, con un team di produzione che includeva Massimo Iovine (99Posse) e, alle liriche, la penna spudorata di Franco Ricciardi. Oggi Maria Nazionale sperimenta fianco a fianco con un duo di producer scrupolosi e attenti: Diego Leanza e Carmine De Rosa. Lo testimonia il nuovissimo singolo pubblicato sulle piattaforme online: Sulo ‘na voce che incornicia la cantante|attrice in una colorata e adrenalinica taverna latina.

Elaborando frammento dopo frammento la composizione del prossimo album, l’episodio Sulo ‘na voce assume un valore ancora più alto e autentico. È, innegabilmente, un inno a reagire. Una ballad che da intimista diventa briosa, inarrestabile, e che si espande oltre i lidi mediterranei. Si fa cumbia, rumba, è Cuba, neoflamenco. Un insieme di precipizi sonori. È l’incontro di sentimenti alla ricerca del “coraggio di cantare”. La volontà di essere/esserci e di non nascondersi più per reagire alle debolezze e ai conflitti quotidiani con una carezza ribelle.

“Pur cambiando pelle resto me stessa – racconta Maria Nazionale – e ciò mi dà gioia e mi diverte. In ogni progetto che sperimento io desidero sentirmi concentrata e vincitrice e se esprimo i miei stati d’animo è per comunicare messaggi. Sulo ‘na voce è una canzone sulla forza, la tenacia. Una esplicita dedica alle donne affinché non si arrendano. In tanti brani ho interpretato storie romantiche, amorose, vivendo i labirinti delle relazioni tra uomo e donna. Sia chiaro: non è mia intenzione caricare le colpe sui maschi ma volevo fare un inno per le signore che sanno resistere e lottare.

E che sanno dire basta con coraggio. Sono felice – aggiunge l’artista – di avere incontrato sul mio cammino PeppOh (alias Giuseppe Sica). È suo il testo di questo pezzo ed è un’altra collaborazione importante dopo quella con Franco Ricciardi. Peppe è venuto in studio, ha sentito il beat e ha scritto i versi in maniera egregia. Lui è un autore molto diretto, non ricorre a particolari artifici. A volte il pudore ci frena, invece Peppe ha saputo esprimere a fondo questo stato d’animo.

Oggi al mio fianco ci sono due producer come Diego Leanza e Carmine De Rosa: riconosco il loro valore e sento grande entusiasmo intorno a me. C’è un intenso scambio artistico fra noi perché siamo consapevoli della strada da volere e dovere compiere. E sono davvero contenta di sperimentare nuove idee assieme a loro. Rispettano il mio vissuto, che non è mai scisso tra la donna, la cantante e l’attrice. Io sono un unico corpo, un’unica sensibilità”.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Stefania Lay

Stefania Lay: sento il bisogno di dialogare con la mia voce

Stefania Lay, che torna sul palcoscenico con il grande orgoglio di presentare il suo nuovo album nell'evento: "Il mio concerto".

Sara Tramma, Francesco Merola, Marianna Mercurio, Alberto Selly e M'Barka Ben Taleb per Merola Cruise

Alberto Selly tra i protagonisti di Merola Cruise

Tutto pronto per la crociera dedicata al Re della canzone napoletana che prende il nome di Merola Cruise con tanti artisti.

Gianni Fiorellino live per la presentazione di C'era una volta Peter Pan. Foto di Grazia Guarino

Gianni Fiorellino: nel mio live il rock

Un nuovo sold-out a pochi giorni dall'uscita della data per Gianni Fiorellino, il cantautore che torna sul palco a Napoli.

Lascia un commento