Enzo Dong: arriva A Cap Pa Guerr

Un nuovo featuring per Enzo Dong, che insieme con Nicola Siciliano lancia giovedì 09 luglio, “A cap pa guerr” (Believe).

Enzo Dong e Nicola Siciliano - A Cap Pa Guerr
Enzo Dong e Nicola Siciliano – A Cap Pa Guerr

Dopo il successo del primo disco ufficiale “Dio perdona io no” (con debutto nella top 10 della classifica Fimi/GfK e ad oggi conta oltre 50 mln di streams sulle piattaforme digitali), il rapper campano, i cui video hanno totalizzato più di 67 mln di visualizzazioni sul canale YouTube e oltre 2,5 mln di views su Tik Tok, torna con un nuovo brano.

A cap pa guerr

E’ un brano interamente scritto e cantato in dialetto napoletano, dalle sonorità crude e dalle parole graffianti, che fanno da sottofondo al racconto della storia delle strade di Napoli. Nel singolo Enzo Dong collabora per la prima volta con il giovane rapper Nicola Siciliano. Le rime pungenti dei due artisti, entrambi provenienti da Secondigliano, si incastrano tra loro e contribuiscono a dare energia e vigore a un brano che racconta le esperienze di vita vissuta che i due rapper condividono. Accomunati dallo stesso background musicale, i due esponenti del rap campano esprimono con precisione e lucidità una visione amara e forse un po’ disillusa del mondo, visto con gli occhi e con la consapevolezza di due giovani uomini che parlano senza filtri e senza maschere, lasciandosi alle spalle l’ingenuità dell’infanzia per affrontare la dura realtà della vita adulta.

L’anima di Napoli pervade “A cap pa guerr” anche nella produzione, affidata al producer La Luna Nera, con cui Enzo Dong collabora attivamente dai tempi di “Te quiero”, contenuto nel suo primo album ufficiale.

Enzo Dong

Pseudonimo di Vincenzo Mazzarella, è un rapper classe 1990 nato e cresciuto nelle periferie di Napoli, tra Secondigliano, Piscinola e Scampia. Sceglie questo appellativo riferendosi al luogo in cui risiede tutt’oggi, donandogli un significato specifico che nell’acronimo D.O.N.G. sta per: Dove Ognuno Nasce Giudicato. Da sempre appassionato al genere hip hop/rap, comincia a pubblicare i primi singoli “Memorie” e “Realtà Annur” tra il 2007 e il 2009, anche se la svolta arriva a gennaio 2012 quando esordisce nel mercato discografico con il primo singolo ufficiale “Lo So Che Mi Vuoi”, con il duo Sulset, formato con uno dei suoi più grandi amici, Emiliano. Nel giugno del 2013 pubblica la sua raccolta di freestyle intitolata “Prima Di Tutto”, mostrando una parte del proprio stile rappando sia in italiano che in napoletano.

Seguono molti altri singoli come “D-Muta”, “Che Guard a Fa” e “Impero”, ma è grazie al brano “Secondigliano Regna”, pubblicato a dicembre del 2015 e inserito anche nella colonna sonora della seconda stagione di “Gomorra – La serie”, che raggiunge una visibilità davvero notevole. Il 10 ottobre 2016 pubblica il singolo “Higuain”, ad oggi uno delle sue canzoni più conosciute in assoluto. Seguono brani altrettanto fortunati come “Italia Uno”, pubblicato il 30 marzo 2017, e “E Strade Song E Nostre” con il featuring di Clementino. Da novembre 2017 Enzo Dong intraprende un tour che lo vede impegnato fino a febbraio 2018. Circa un anno e mezzo dopo, il 25 ottobre 2019, pubblica l’album “DIO PERDONA IO NO”, il suo primo progetto discografico ufficiale, il sunto di una fusione rap-trap con forti influenze latino-napoletane unica in Italia. L’ultima sua collaborazione risale al dicembre 2019, in occasione della pubblicazione del singolo “Ansia2000” della giovane cantante Luna Melis.

Potrebbe interessarti

Rocco Hunt tra gli ospiti di Naples Hip Hop Day 2019. Foto da Ufficio Stampa

Naples Hip Hop Day, ecco gli ospiti della prima edizione

Tutto pronto a Napoli per la prima edizione di una nuova manifestazione tutta dedicata alla …

Enzo Dong in una scena del video.

Enzo Dong, 1000 Ciro di Napoli

Il rapper Enzo Dong ed il suo modo di raccontare la periferia Parliamo oggi di …

Franco Ricciardi. Foto da Ufficio Stampa.

Franco Ricciardi, befana a Scampia

Nella piazza intitolata a Ciro Esposito il live di Franco Ricciardi Si terrà il 6 …

Lascia un commento