Chiara Gullo presenta Vin de La Vie

Una capsule collection per la stagione Spring Summer 2021 ideata dalla designer Chiara Gullo – premio “Speciale The One Milano”, che trae ispirazione dal ricordo degli anni ruggenti, la donna che ispira la collezione è colei che ha deciso di rivivere quel linguaggio, quel fascino di un’epoca di felicità, leggerezza e ricchezza.

Chiara Gullo - Vin de La Vie

Ed è così che la giovane designer, è stata inserita nella quarta edizione del Runway Show di Fashion Vibes di Yuliia Palchykova, che ricorda il magico mondo degli anni ’20, del boom economico con la voglia di vivere e di godersi la bellezza, il clima e i divertimenti di una delle città più belle del mondo, e lo interpreta come un periodo di transizione, dando un peso in più e avendo coscienza di tener conto degli avvenimenti del passato.

La sua è una donna che vuole “inebriarsi di vita”, coglierne le ricchezze e i particolari, riuscendo nello stesso tempo a dosare leggerezza e peso nel quotidiano, da qui il nome “Vin de la vie” per una donna che sa assaporare la vita sorseggiandola, discernendo il gusto dell’eccesso e avendo abilità nel saperlo dosare.

I tessuti ne delineano il carattere attraverso la leggerezza e la fluidità dell’organza e della seta, la molteplicità delle pieghe e giochi di tessuto di diverso peso.

Una moda ricca di dettagli e inserti preziosi, quella degli anni ’20, riproposta sotto una luce diversa che unisce ciò che appartiene a ieri e ad oggi senza distaccarsene da Chiara Gullo.

I tagli ne enfatizzano la femminilità, i colori ne manifestano le diverse sfaccettature dell’epoca, spaziando dalla moderazione e dall’audacia all’eccentricità.

Una collezione che esorta a riflettere sulla speranza, un augurio a non perdere la ricchezza e la leggerezza della vita. Un parallelismo che porta a vedere la luce nonostante i periodi bui che l’umanità ha attraversato e attraversa, proprio come un tempo.

Lascia un commento