Elena Sofia Ricci sarà Rita Levi Montalcini

Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la Medicina per la scoperta del fattore di accrescimento nervoso, avrà il volto della bellissima Elena Sofia Ricci che dal 26 novembre in prima serata su Rai 1, racconterà la sua incredibile vita in un film TV che porta il nome della scienziata.

Elena Sofia Ricci interpreta Rita Levi Montalcini
Elena Sofia Ricci interpreta Rita Levi Montalcini. Foto sul set dal web

Con la regia di Alberto Negrin e la coproduzione Rai Fiction-Cosmo Productions, “Rita Levi Montalcini” ha nel cast un copioso numero di artisti:  Elisa Carletti (Elena), Luca Angeletti (Franco), Franco Castellano (professor Levi), Morena Gentile ed ancora Francesco Procopio, Ernesto D’Argenio, Katia Greco, Carolina Sala, Dora Romano, Andrea Lolli, Matteo Olivetti e Maurizio Donadoni.

E’ il 1986 quando Rita Levi Montalcini riceve l’ambito ed altissimo riconoscimento ma, benchè l’entusiasmo e la soddisfazione siano alle stelle, per la scienziata c’è ancora qualcosa in sospeso.

Tutto cambierà grazie all’incontro con la piccola Elena, una valente violinista che rischia di perdere la vista a causa di una rarissima malattia di origine neurologica che incide sulle cornee e che potrebbe essere debellata grazie ad un collirio … ora bisogna solo attendere la messa in onda del film e scoprire il risultato.

Rita Levi Montalcini

Neurologa, Premio Nobel per la medicina nel 1986, prima donna italiana ad ottenere nel campo della ricerca scientifica il riconoscimento di maggior prestigio internazionale. Un film tv per raccontare un personaggio planetario, donna coraggiosa, determinata, simbolo di intelligenza, eleganza e soprattutto, in un mondo declinato al maschile, del riscatto del ruolo femminile al quale ha contribuito in modo determinante avviando, con il suo esempio e il suo impegno, un cambiamento di portata epocale.

Elena Sofia Ricci è Rita Levi Montalcini
Elena Sofia Ricci è Rita Levi Montalcini

Il film parte dal culmine della carriera scientifica della Montalcini e analizza con sensibilità il dilemma morale che le ha amareggiato gli ultimi anni di attività: l’impossibilità di trovare un’applicazione clinica alla sua scoperta scientifica, il Fattore di Accrescimento Nervoso (NGF). La vicenda di fantasia della piccola Elena, che rischia la cecità, è il pretesto narrativo che consente di mettere in scena la battaglia morale che la grande scienziata ingaggia con se stessa, combattuta tra la paura di fallire e la tentazione di sedersi sugli allori. Rita alla fine accetta la sfida rischiosa di rimettersi di nuovo in gioco quasi al termine del suo prestigioso cammino.

La voglia di portare la scienza verso nuovi traguardi vince sull’orgoglio e sul timore del fallimento e Rita torna in laboratorio, con lo stesso entusiasmo dei suoi giovani collaboratori e con la consueta determinazione. Dimostrando a se stessa che la ricerca e la scienza non si possono fermare, in nome del progresso e del benessere dell’umanità.

Potrebbe interessarti

Che Dio ci aiuti 6

Che Dio ci aiuti: arriva la sesta stagione

Dal 7 gennaio 2021, torna su Rai 1 la suora preferita degli italiani: Suor Angela della …

Grido per un nuovo Rinascimento: la giornata dei lavoratori dello spettacolo

Si è svolto il 24 giugno 2020 a Roma, presso gli Studios di Via Tiburtina 521, …

Vivi e lascia vivere

Vivi e lascia vivere: in “forse” la seconda stagione

Nonostante il grande succeso ed il boom di ascolti dell’ultima puntata, la fiction “Vivi e …

Lascia un commento