Simone Belli con la t-shirt da ambassador ActionAid Make-Up Not War
Simone Belli con la t-shirt da ambassador ActionAid Make-Up Not War

Simone Belli: non rinunciate alle coccole e alla cura di voi stessi… anche in casa

Incontriamo oggi Simone Belli, il make-up e consulente d’immagine di fama internazionale, che ogni anno tra i suoi segreti e le sue novità cool, ci ha invitati al suo “Christmas Beauty Day“, che per questo 2020 (purtroppo), potrà essere solo virtuale.

Simone Belli con la t-shirt da ambassador ActionAid Make-Up Not War
Simone Belli con la t-shirt da ambassador ActionAid Make-Up Not War

Ma come ci racconta, il regalo più bello è sapersi coccolare anche un momento così particolare, ed allora ascoltiamo dalle sue parole i consigli per non perdere lo stile anche per questa fine annata un po’ particolare!

Benvenuto a Simone Belli su La Gazzetta dello Spettacolo. Sei il professionista più richiesto dalle celebrities (e non solo) per il mondo del make-up e dell’immagine. Quanto vivi tutto ciò come responsabilità?

E’ una grande dimostrazione di fiducia per me e per il team che mi rappresenta, io credo che avere grandi professionisti al proprio fianco renda se stessi più forti ed amati.
La responsabilità che ho e’ enorme, io sono un perfezionista e molto rigido sul lavoro quindi in primis non vorrei mai deludere me stesso e poi tutte le mie amiche attrici che mi hanno scelto da anni.

Che rapporto hai con il mondo dello Spettacolo da fruitore? Cosa ti appassiona di più e a cosa è più vicino Simone tra musica, cinema, teatro, televisione…

Amo tantissimo sia la musica e il cinema, in questo momento mi manca tantissimo non poter andare in sala e godermi un cinema dal grande schermo.
La musica la tengo per i miei momenti di evasione totale, mi da energia e mi fa vivere viaggi meravigliosi; il cinema mi coccola con le sue storie, sono un romantico struggente ed amo sentirmi parte attiva dei film che vedo, è come se fossero sempre il racconto di una mia storia, questo è il sogno che amo vivere guardando un film.

Ovviamente non posso negare che il teatro ha un grande potere su di me, oltre che come spettatore anche come truccatore, è magia pura dove tutto accade ed unico per l’attimo in cui lo si vive. Mi piace l’ odore che hanno i teatri, il tipo di recitazione che ha parametri differenti e mi piace poter condividere subito dopo lo spettacolo il successo avuto con l’artista con un saluto in camerino.

Si avvicina il Natale, quello di quest’anno sarà un po’ particolare, ma non si rinuncia alla bellezza. Quali sono i suggerimenti di Simone Belli per questo 2020?

Non rinunciare mai a coccolarsi e a prendersi cura di se stessi, anche se saremo in casa e con i soli parenti stretti. Il trucco regala grandi sorrisi e può far stare meglio.
Proprio per questo mi aspetto occhi sorridenti con colori accesi e brillanti, dagli azzurri, rossi e viola senza paura di esprimere se stessi per se stessi. Anche il finish degli ombretti sarà più glitterati e materici, simbolo di voglia di brillare. Tanto illuminante e mascara!

Simone Belli presso Accademia L'Oréal Roma. Foto da Facebook (2017)
Simone Belli presso Accademia L’Oréal Roma. Foto da Facebook (2017)

Anche il tuo Christmas Beauty è “costretto” a diventare digital. Con quale spirito è stata affrontata l’organizzazione?

Tanta voglia di esserci comunque e di regalare una coccola per ogni giorno di dicembre creando un calendario dell’avvento virtuale che sto raccontando sui miei social e poi?
Ho voluto regalare a tutte le miei amiche un sorriso con il ricordo più bello di tutti di quando eravamo bambini, l’attesa di Babbo Natale , trasformandomi io stesso, con tanto di barba e cappello nel loro Babbo Natale inaspettato e a sorpresa. Mi sono divertito tantissimo, amo fare regali ed il più grande quest’anno è stato vederle sorridere al mio arrivo.

Auguri di bellezza: tra le tue tantissime celebrities amiche e clienti, trovi un punto in comune che le porta sempre dritte a te anche per questo Natale?

Sono amiche, persone di grande personalità e sensibilità. Io amo lavorare con chi ha alla base sempre e comunque rispetto e con loro sono molto fortunato. Ci amiamo e ne sono felice!

Ringraziamo Simone Belli e ricordiamo che quest’anno saranno le celebrities ad attendere l’arrivo di Simone Belli, nel pieno rispetto delle norme anti Covid saranno: Laura Chiatti, Giulia Michelini, Miriam Leone, Valentina Lodovini, Alice Pagani, Carlotta Antonelli, Sara Serraiocco, Euridice Axen, Alessandra Mastronardi, Valeria Bilello, Laura Pausini, Emma Marrone, Elena Santarelli, Luisa Ranieri, Elena D’Amario, Carolina Crescentini, Matilde Gioli, Paola Turci, Nicoletta Romanoff, Cristina Buccino, Maria Teresa Buccino, Valeria Golino, Matilda De Angelis, Isabella Ferrari, Giulia Bevilacqua, Stella Egitto, Anna Ferzetti, Anna Safroncik, Silvia D ‘Amico, Benedetta Porcaroli, Mariangela Fontana, Claudia Gerini, Claudia Pandolfi, Mariasole Pollio, Francesca Chillemi, Camilla Filippi, Cristiana Capotondi, Sarah Felberbaum, Alba Rohrwacher, Jasmine Trinca, Barbara Ronchi, Barbara Chichiarelli, Dajana Roncione, Nina Pons, Yvonne Sciò, Cristiana Capotondi, Antonella Elia e Valeria Solarino.

Autore: Francesco Russo

Giornalista ed Imprenditore Digitale. CEO dell'agenzia di Digital Marketing FREVARCOM. Direttore responsabile ed editoriale del quotidiano La Gazzetta dello Spettacolo e coordinatore Editoriale di Oggi Quotidiano. Fondatore di magazine come Mangiamm, Vivo di Lusso, I Like Night e Prenotami.

Potrebbe interessarti

5 consigli per arredare al meglio casa nuova. Foto dal Web

5 consigli per arredare al meglio casa nuova

Oggi parliamo di casa e dell’entusiasmo di un posto nuovo dove abitare e vi diamo 5 consigli per arredarlo al meglio.

Martina Troni

Martina Troni: il cinema, una bellissima scoperta!

Martina Troni è da anni una nota modella internazionale, ed la intervistiamo per farci raccontare del suo mondo.

Donna e Uomo in sala giochi con dress code differenti. Foto dal Web di Anna Shvets

Dress code perfetto (lui e lei) per una serata in sala gioco

La moda influenza la nostra vita, i dress code che indossiamo ci identificano. Ma come vestirsi per una serata in sala gioco in due?

Lascia un commento