Alessandra Moretti. Foto da Ufficio Stampa
Alessandra Moretti. Foto da Ufficio Stampa

Alessandra Moretti, una donna per Battista

Alessandra Moretti, l’artista nella vita di Maurizio Battista

Alessandra Moretti ovvero: la donna dietro le irresistibili battute di Maurizio Battista! Compagna nella vita del noto comico romano, dal quale ha avuto la piccola Anna, Alessandra Moretti è una talentuosa ed affascinante attrice e una brava scrittrice, un personaggio che nel mondo dello spettacolo ha ancora tanto da dire.

Alessandra Moretti. Foto da Ufficio Stampa
Alessandra Moretti. Foto da Ufficio Stampa

La Moretti, che ha collaborato alla stesura dei testi anche del più recente spettacolo di Battista Scegli Una Carta, che ha concluso le repliche lo scorso 21 gennaio al Teatro Olimpico di Roma, ci ha parlato dei suoi gusti, della quotidianità con Maurizio e dei suoi obiettivi di lavoro…

Alessandra Moretti, che cosa stai facendo in questo periodo dal punto di vista professionale?

Ah, per ora ho una datrice di lavoro che mi ha fatto un contratto full time, ha solo 18 mesi ed è alta quasi 90 cm! Scherzi a parte non riesco a separarmi da mia figlia, nonostante abbia aiuti io lei la lascio veramente poco. Per ora sto cercando di ultimare la laurea in letteratura,musica e spettacolo (sempre che Anna me lo permetta). Non ho fretta. Mia figlia è più importante di tutto ora, certo non nego che non appena sarà un po’ cresciuta la prima cosa che farò è rimettermi in carreggiata anche a far provini.

Oltre che attrice sei anche una brava scrittrice…

Sono una di quelle che anche se ha le capacità di far una cosa non lascia nulla al caso ma studia, studia e studia. Ho studiato recitazione dall’età di 18 anni e poi ho scoperto la scrittura. Mi è sempre piaciuto scrivere. Io vivo tutto come mezzo di comunicazione,immediato. Saper esprimere un’emozione con le parole è davvero bello, viverla recitando altrettanto.

Come ti trovi a lavorare con Maurizio Battista, che è anche tuo compagno nella vita…

Io e Maurizio collaboriamo alla stesura dei suoi pezzi ma lui non ha bisogno di un copione formale o una scaletta fissa. Maurizio è un cavallo a briglie sciolte, devi dare lui un binario, una direzione e poi lui improvvisa e cambia spesso. Ci troviamo bene perché io ho capito la sua comicità ho compreso gli strumenti che gli servono per esprimersi al meglio. Con lui la grammatica non serve ecco! Meglio la pratica. Anche per “Scegli una carta” (terzo spettacolo che scrivo con lui) ho adottato questo metodo. Io poi sono molto ironica e autoironica scherzo sul nostro rapporto, sulla bimba e sulla quotidianità quindi anche con le battute contribuisco…ci sono diversi miei pezzi del quotidiano che diventano repertorio!

Sei sempre d’accordo con Maurizio quando scrivete i testi per i suoi spettacoli insieme?

Parti dal presupposto che con me lui ha sempre torto! Non litighiamo,siamo in disaccordo su alcune cose come è normale. Diciamo che io ho dato una spolverata a tutto, sono per la misura tra pezzi di battaglia e rinnovamento…e lui riconosce che ho ragione e segue i miei consigli che hanno portato anche i loro frutti.

Tu e Maurizio, insomma, avete trovato una grande sintonia. Cosa avete in comune che vi lega così tanto?

Questa domanda andrebbe fatta a lui! Caratterialmente siamo affini su delle cose dissimili su altre però abbiamo trovato la giusta misura. Paradossalmente io sono quella che consiglia, ascolta, accudisce, nonostante la differenza di età tra noi la parte “chioccia” sono io, lui mi chiede spesso pareri consigli anche sul look che vedete evidentemente cambiato! Non trovi che sia ringiovanito?!

Oltre alla recitazione e alla scrittura a cosa ti piace dedicarti?

Io amo l’arte, mio nonno dipingeva, ho studiato storia dell’arte prima di letteratura e sono davvero affascinata dalla storia dell’arte in generale ma dal rinascimento in particolare modo. Amo leggere e ho questo dono che quello che leggo di interessante lo memorizzo con due letture… Pensa che so 14 canti della Divina Commedia a memoria, gran parte dei promessi sposi, Iliade, Odissea e tantissime poesie. Oltre alla mente cerco di curare il corpo ma non sono così costante in questo come per lo spirito! Diciamo che mamma mi ha dato un fisico magro altrimenti sarebbero stati guai.Mi sono promessa che dal prossimo mese inizio palestra! E ci trascino anche Mauri.

Sei una patita dello shopping?

Lo shopping mi piace nella giusta misura dopo un po’ mi gira la testa! Amo comprare più per gli altri che per me. Per mia figlia per esempio. Però certo che mi piace! Ma senza Maurizio che non ha pazienza!!!

Qual è il tuo obiettivo per il futuro?

Io sogno di recitare con un cast al femminile! Magari a teatro. Amo la Gerini, la trovo un grande esempio al quale attingere. La trovo sempre così adatta a tutto così capace e versatile. Ma ne abbiamo tante di donne (attrici) fantastiche.

Che tipo di musica ti piace ascoltare?

Ascolto tutta la musica, amo i Beatles! I Queen (che hanno fatto la storia) ma anche i nostri capisaldi italiani!

C’è un film che hai visto di recente e che ti ha colpito in modo particolare?

Ultimamente sono andata davvero poco al cinema forse niente perché sono con Anna, gli ultimi film che ho visto (di due cari amici) sono stati The Place (di Paolo che è sempre così geniale) e Nove lune e mezza di Michela Andreozzi, mia amica che sapevo brava attrice ma ora anche brava regista mi ha davvero colpita! Li c’è una Gerini superlativa.

Autore: Susanna Marinelli

Giornalista pubblicista, ha scritto tra le altre per le riviste Cioè, Debby, Ragazza Moderna, Vip, Eva 3000, Grand Hotel, Gossip, Tutto, Nuovissimo...Ha partecipato come ospite a varie trasmissioni tv tra cui La Vita in Diretta e in radio per Radio2Rai.

Potrebbe interessarti

Roberto Chevalier

Roberto Chevalier: un mestiere da uno nessuno e centomila

Abilissimo nel suo mestiere, sin da bambino, ritroviamo Roberto Chevalier, attore e noto doppiatore di Tom Cruise e Tom Hanks.

Francesco Fiumarella del Premio Vincenzo Crocitti

Francesco Fiumarella racconta il Premio Crocitti

Incontriamo Francesco Fiumarella, autore e direttore del "Premio Vincenzo Crocitti International", che ci parla di meritocrazia.

Francesca Rettondini

Francesca Rettondini: tornerei a Verona

Una donna forte, risoluta, sorridente, Francesca Rettondini, che abbiamo avuto modo di incontrare per raccontarci di se.

Lascia un commento