Spero Bongiolatti. Foto da Pagina Facebook.
Spero Bongiolatti. Foto da Pagina Facebook.

Spero Bongiolatti, successo internazionale

Con ben 36 concerti in soli quattro mesi e oltre 1.500 spettatori per ogni singolo spettacolo, si conclude la tournée internazionale del tenore Spero Bongiolatti.

Una tournée che ha toccato, tra dicembre ad aprile, il centro America, i Caraibi Francesi e quelli Inglesi (Martinique, Guadalupe, Barbados, Aruba, Antigua, Bonaire, Grenada, Curaçao, Santa Lucia, ecc.).

Spero Bongiolatti. Foto da Pagina Facebook.
Spero Bongiolatti. Foto da Pagina Facebook.

Bongiolatti si è esibito in repertorio popolare e internazionale classico che spazia tra arie d’Opera di Gioacchino Rossini, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, passando dall’ Operetta di Franz Lehar, Romanze da Camera tra Schubert e Leoncavallo, arrivando ai giorni nostri con Caruso di Lucio Dalla, Ennio Morricone, Nicola Piovani con le migliori colonne sonore (Nuovo Cinema Paradiso, C’era una volta in America, La Vita è bella). Ma anche con proprie canzoni perché Bongiolatti è anche cantautore e con il suo brano “Sei”, composto per la moglie, ha avuto un successo personale di critica e pubblico davvero incredibile. Insomma un vero proprio excursus musicale dall’ 800 ai giorni nostri nella Voce del Tenore Bel Cantista.

Le dichiarazioni

Spero Bongiolatti racconta al suo rientro in Italia: “Ho constatato che in luoghi così lontani dal nostro Paese il Bel Canto italiano entusiasma e anima il pubblico in modo davvero energico e positivo. Questo per me è il maggior successo“.

Spero Bongiolatti

Il tenore nasce in Valtellina e inizia giovanissimo la sua attività artistica. Si trasferisce presto a Roma dove inizia un intenso percorso di studi non solo di recitazione, ma doppiaggio, ballo allo I.A.L.S e canto con il maestro Josè Antonio Molino. Partecipa così a diverse trasmissioni televisive come cantante-attore-ballerino tra cui “Carramba che Fortuna” di Raffaella Carrà e “Domenica In” con Carlo Conti e Iva Zanicchi.

Nel 2001 entra a far parte della Compagnia della Rancia di Saverio Marconi prendendo parte a numerosi musical tra cui il pluripremiato “Grease” con Lorella Cuccarini.
Nel 2002 si accosta al canto lirico sotto la sapiente guida del grande Tenore Franco Corelli. Questo percorso lo porta a una crescita notevole e fa sì che la sua carriera prenda una direzione precisa vocale da Tenore di Grazia nel Bel Canto dell’800.

Intensa così la sua attività concertistica nazionale, ma, soprattutto quella internazionale. Nel 2012 debutta in India, a New Dehli, nel ruolo di Ernesto nel Don Pasquale di G. Donizetti. Da quel momento viene chiamato in paesi come la Cina, la Korea e l’America per il suo vasto repertorio classico e mai banale nel quale spicca il suo essere un artista e interprete completo grazie al suo percorso di esperienze uniche e polivalenti.

Il 2 dicembre 2015 è Tenore Solista nel Concerto che ha inaugurato Ufficialmente il “Giubileo della Misericordia” indetto da Papa Francesco in Santa Sede a Roma di fronte alle più alte cariche Ecclesiastiche e Politiche provenienti da tutto il mondo.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Heldin durante un gioco di illusionismo. Foto da Facebook

Heldin racconta le sue illusioni

La Magia è una cosa seria. Lo sa bene Heldin, Egidio Russo, che ha trasformato la passione per la prestidigitazione in un lavoro.

Matilde Brandi

Matilde Brandi: lo spettacolo dal vivo merita sempre di essere sostenuto

La show-girl romana Matilde Brandi si mette a disposizione dell'imprenditoria e accetta di fare la consulente artistica del Mamì Bistrot.

Anbeta Toromani ed Alessandro Macario a Benevento. Foto di Ezio Bevere

Chopin a Benevento tra musica e danza

Al di là di guerre, pandemia e siccità c’è nella gente il desiderio di tornare alla normalità e lo vediamo a Benevento.

Lascia un commento