Beppe Fiorello interpreta Modugno

Continua il successo di “Penso che un sogno così”…  al Teatro Diana di Napoli fino al 15 dicembre. Beppe Fiorello interpreta Domenico Modugno ma raccontando la sua infanzia con suo padre innamorato del grande cantante. E via con diverse storie, diversi aneddoti, incontri con il Lupinaro, strano personaggio considerato in paese come una persona “pericolosa”.

Quel bambino, timido e introverso, Giuseppe, quasi inconsapevole, segue l’uomo fino alla sua casa e per l’aiuto prestatogli  viene ricompensato con un regalo preziosissimo: un vecchio disco su cui è incisa la voce di Mimì.. Un amore a prima vista: Domenico, Giuseppe e suo padre appunto. Un parallelismo tra i tre, che si alterna continuamente.

Beppe Fiorello dà al pubblico prova della sua innata predisposizione alla recitazione ma anche al canto e con naturalezza si fa protagonista di un racconto.L`Italia del boom economico del polo siderurgico dell’Ilva a Taranto, della emigrazione forzata e continua.

Infine, la coronazione di un sogno: Giuseppe incontra la signora Franca, l’inseparabile moglie di Mimì; Inizialmente impaurito nel confronto con il grande artista, ma quando la Gandolfi gli fa indossare la giacca color carta da zucchero indossata da Modugno nel 1958 al Festival di Sanremo, le paure scompaiono.
Il sogno diventa realtà. Quel picciriddu timido, “che sapeva le cose, ma non sapeva come dirle” continua ad abbracciare il suo pubblico, nel blu, dipinto di blu.

Autore: Massimo Mastrolonardo

Redazione

Potrebbe interessarti

FaziOpenTheater 2022-23

FaziOpenTheater: la rassegna 2022-23

FaziOpenTheater, Rassegna Nazionale Teatro – Danza – Arti Performative presenta gli spettacoli del cartellone 2022/23.

NEST stagione teatrale 2022-23

NEST: stagione teatrale 2022-23

Tutto pronto per la stagione teatrale 2022-23 del teatro NEST di Napoli, che si presenta con un cartellone ricco di novità.

Michele Di Mauro

Michele Di Mauro: mi sento un operaio dello spettacolo

Ama definirsi un semplice "operario" dello spettacolo: incontriamo a tu per tu l'attore, doppiatore e regista, Michele Di Mauro

Lascia un commento