Jolie
Jolie

Jolie: canto i cartoni animati per passione

Incontriamo Jolie per parlare delle sigle dei cartoni animati hanno un mondo musicale seguitissimo, sia da grandi che da piccini, e come dimenticare icone quali – Cristina D’Avena, Enzo Draghi e Giorgio Vanni che hanno regalato – tanta emozione e divertimento.

Jolie, in questa simpatica intervista, ci presenta la sua immensa passione e dei suoi progetti futuri.

Cara Jolie, benvenuta su “La Gazzetta dello Spettacolo”. E’ un piacere averti nostra ospite. Come nasce la tua passione per le sigle dei cartoni animati?

Ciao Sara! Intanto ti ringrazio per avermi dato l’opportunità di parlare di ciò che amo di più: il vasto mondo delle sigle! Questa mia passione è nata quando ero bambina: in qualsiasi situazione, cantavo sigle di cartoni animati. Crescendo, ho visto che questo non è cambiato affatto. Continuavo a guardare anime, a leggere manga, a comprare gadget sul mondo nerd. Avevo 4 anni, poi 6, poi 12… poi 20… e ora ne ho 32. E non è cambiato nulla!  Nel 2008 ho messo su un mio repertorio di sigle su base, iniziando a fare qualche seratina in modo semi-professionale. Nel 2014 ho creato il mio primo duo “Cartoonia” voce e chitarra, sempre con repertorio sigle e invece, nel 2019, ho solcato per la prima volta il palco del Lucca Comics & Games con gli ANIMEniacs Corp. Avevo finalmente realizzato il mio sogno! Farne un lavoro.

Hai mai avuto paura di essere paragonata Cristina D’Avena? Hai mai avuto modo di conoscerla e di condividere con lei, questo tuo amore per le sigle?

No, questa paura sarebbe totalmente infondata … Lei è la Regina delle sigle, ha una carriera ineguagliabile nel settore alle spalle. Non avrebbe senso neanche imitarla, è unica! Il mio progetto “nostalgia anni 90/2000” fondato sui social comprende non solo le sigle dei cartoni animati, ma tutto il mondo “sigle TV” di quegli anni fino ad oggi. Quello che provo umilmente a fare è di avvolgere chi guarda i miei video in un velo di nostalgia, di ricordi, di belle sensazioni che ci riportano all’infanzia. Il tutto cantando e suonando il pianoforte “live”, cioè in quell’esatto momento della registrazione, senza alcuna modifica successiva. In quanto alla successiva domanda… sì! Ho avuto modo di conoscere Cristina e di lavorare con lei, insieme agli ANIMEniacs Corp. Abbiamo preparato uno spettacolo Disney di nome “Neverland”, la cui special guest per due serate è stata proprio Cristina. Un’energia unica, una padronanza del palco ineguagliabile! Ed una persona squisita, soprattutto. 

Hai una sigla preferita e quale? Ti piace cimentarti anche in altri brani, non necessariamente, appartenenti al mondo dei cartoni?

Ho tante sigle preferite! Quelle che mi stanno più a cuore sono “Sailor Moon e il cristallo del cuore” e “Rossana”, probabilmente perché sono molto legata all’anime.  Per quanto riguarda gli altri generi e brani, assolutamente sì. Ho iniziato a lavorare con la musica nel 2008 ed ovviamente, per poterlo fare in quest’ottica, è stato necessario preparare repertori di vario genere: country, pop, lounge… tutto quello che potrebbe essere richiesto in eventi, serate o matrimoni.

Progetti professionali e sogni nel cassetto?

Il mio più grande sogno fin da bambina era di poter cantare con Cristina d’Avena e Giorgio Vanni… e sono davvero felice, perché ho realizzato questo mio sogno. Ora non mi resta che… desiderare di poter continuare su questa strada, facendo quello che per me è il lavoro più bello del mondo!

Autore: Sara Morandi

Insegnante per vocazione, giornalista per passione. Amo il teatro perché incarna le emozioni viventi delle nostre anime. Ho sempre scritto di spettacolo e questo mi ha reso felice e mi rende tuttora. Divoro libri e il mio sogno sarebbe quello di scrivere un romanzo.

Potrebbe interessarti

Sher B

Sher B: al servizio dell’arte

Compositore, cantante e tanto altro, Sher B, al secolo Mario Spataro lo incontriamo nuovamente per la nostra rubrica "Talenti".

Vincenzo Peluso in un frame di Currite Currite

Vincenzo Peluso: la mia Napoli in Currite Currite

Raccontiamo Currite Currite, il brano grazie al quale Vincenzo Peluso si cimenta nella sua più grande passione: la musica.

Carlo Alberto Pasin

Carlo Alberto Pasin, vorrei vivere di musica

A tu per tu con il giovane cantautore Carlo Alberto Pasin, che ha pubblicato il suo primo album dal titolo: "Io", che ci racconta.

Lascia un commento