Luciano Ligabue. Foto di Ray Tarantino
Luciano Ligabue. Foto di Ray Tarantino

Ligabue: 60 anni e non sentirli

Il rocker emiliano Luciano Ligabue spegne 60 candeline e ripercorre 30 anni di straordinaria carriera. Sono passati esattamente 30 anni da “Ligabue” (1990), il primo album che sorprende tutti e lo rende immediatamente popolare in tutto il paese. Ma è con “Buon Compleanno, Elvis” (1995), l’album dei record, che il successo diventa deflagrante.

Luciano Ligabue. Foto di Ray Tarantino
Luciano Ligabue. Foto di Ray Tarantino

I successivi concerti negli stadi vengono testimoniati in un album che diventa il più venduto di sempre nella storia dei dischi live del nostro paese: “Su e giù da un palco” (1997). L’anno dopo è la volta del suo esordio alla regia: “Radiofreccia” va forte al botteghino, vince diversi David di Donatello, diventa un film cult e rimane al Moma di New York.
Da “Miss Mondo” (1999) in poi ogni album di Luciano va primo nelle classifiche di vendite. Nel 2005 comincia la storia dei concerti a Campovolo stabilendo il record europeo per biglietti venduti per concerti di un singolo artista.

Gli anni ’10 cominciano benissimo: “Arrivederci, mostro” è l’album più venduto in Italia del 2010. Stessa sorte capita a “Mondovisione” che risulta l’album più venduto in Italia del 2014.

Made in Italy”, l’ambizioso progetto di un concept album che diventa film, vede il disco in cima alle classifiche di fine anno mentre il film nella prima settimana di uscita risulta il più visto nei cinema italiani e si guadagna un Nastro d’Argento come miglior soggetto. “Start”, che esce in un momento di cambio epocale del mercato e della produzione discografica, diventa comunque il sesto album più venduto del 2019, superato solo da album di nuovissime leve.

Per celebrare tutto questo e non solo, il 12 settembre Ligabue sarà protagonista alla RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo) con “30 anni in un giorno”, l’attesissimo evento live in data unica che ha già registrato il sold out con 100.000 biglietti venduti

“30 anni in un giorno” è uno degli eventi più attesi dell’anno con cui il rocker celebrerà 30 anni di straordinaria carriera e inaugurerà la RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo), uno spazio totalmente nuovo e creato rigorosamente ad hoc per la musica con una capienza di massimo 100.000 spettatori e una pendenza del 5% per garantire una visuale e un’acustica ottimali.

“30 anni in un giorno”(prodotto e organizzato da Riservarossa e Friends & Partners), nonostante l’anticipato sold out, rimarrà in data unica, proprio per permettere al pubblico di vivere un’esperienza irripetibile (inizio concerto: ore 20.30), arricchita anche dalle tante sorprese previste per la giornata del 12 settembre all’interno della RCF Arena che faranno da cornice al concerto.

Non poteva che essere il Campovolo ad incorniciare questo evento con cui Luciano Ligabue festeggerà i 30 anni di una carriera, iniziata nel 1990 con l’album omonimo, un luogo che negli anni lo ha visto protagonista, più volte, con concerti entrati a pieno titolo nella memoria collettiva della grande musica live italiana.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Nino D'Angelo - Il poeta che non sa parlare

Nino D’Angelo: ecco le date del tour 2023

Il Poeta che non sa parlare – Tour 2023 di Nino D’Angelo riparte con una serie di date. Ecco il calendario dei concerti dell'artista.

Claudio Baglioni live

Claudio Baglioni raddoppia a Caserta

Claudio Baglioni sarà alla Reggia di Caserta per un doppio esilarante concerto che racconterà i 50 anni della sua straordinaria carriera.

Atmosferico 2022 live Subsonica

Atmosferico 2022: il tour commemorativo dei Subsonica

La prima volta che ho assistito ad un live del Subsonica era il 2002, e con questo si celebrano i i live dei 20 anni da Amorematico.

Lascia un commento