I Foja: al via il tour in Canada

I Foja, la band guidata da Dario Sansone torna ad esibirsi in giro per il mondo continuando il suo percorso d’incontro con culture e linguaggi diversi; una costante ricerca artistica che porta a collaborazioni con musicisti e cantautori di estrazione, e tradizione, diversa ma che hanno lo stesso obiettivo cioè fondere lo spirito partenopeo con altre espressioni artistiche. 

I Foja. Foto di Riccardo Piccirillo
I Foja. Foto di Riccardo Piccirillo

In questa esperienza transoceanica, inoltre, i Foja saranno eccezionalmente accompagnati da due musicisti di “famiglia”: Luca Caligiuri al basso e Gianluca Capurro alla chitarra.

Foja hanno scelto il Canada perché è un paese che da anni si dimostra attento alla cultura musicale “altra” ed esprime il meglio del pop e rock internazionale. Un paese in prima linea per quel che riguarda la contaminazione e che traccia la strada ai nuovi percorsi rock.
Per Dario e soci, da sempre fan di Neil Young, e grandi estimatori della poetica di Leonard Cohen e delle sonorità attuali rappresentate dagli Arcade Fire, calcare i palchi canadesi sarà un’esperienza stimolante ed eccitante e ritroveranno l’amico polistrumentista Shaun Ferguson con il quale hanno condiviso il brano “Ensemble (Tutt’e duje)” e l’ultimo omonimo tour italiano.

Incontreranno l’artista canadese – di origine senegalese – Ilam per gettare le basi di un nuovo scambio artistico mentre con WESLI, star tahitiana di Montréal recente vincitore del World Music Album of the Year Awards, registreranno il brano “Famme partì”, che vedrà anche il featuring di Jovine, e che sarà uno dei nuovi tasselli che si aggiungerà al ricco elenco di collaborazioni dei Foja.
Il management e la label dei Foja, ovvero la Full Heads, ha intrecciato una serie di relazioni creando un network lavorativo che rappresenta un’esperienza unica in Italia. Un lavoro certosino che nasce dal cuore e dalla passione nonché dalla forza comunicativa che la cultura napoletana ha in giro per il mondo e che riceve costantemente apprezzamenti e riconoscenze per la sua storia.

Menzione speciale inoltre merita la designazione dei Foja come rappresentanti musicali della “Settimana della lingua Italiana nel Mondo” organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Montréal; una manifestazione, giunta oramai alla sua XIXesima edizione, promossa dalla rete culturale e diplomatica che ogni anno ha un vasto programma culturale focalizzato sulla diffusione della lingua italiana. L’iniziativa nasce nel 2001 da un’intesa tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e l’Accademia della Crusca sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.In questo lavoro lungo e articolato si aggiunge l’invito del progetto Quebec Mon Amour che la band ha immediatamente raccolto integrando l’enorme lavoro svolto dalla centrale operativa a Napoli.Durante i day off del tour ci saranno infatti altre occasioni per esprimere la versatilità artistica di Dario Sansone e co. 

Il frontman è co-regista – assieme ad Alessandro Rak, Marino Guarnieri e Ivan Cappiello – del pluripremiato lungometraggio d’animazione “Gatta Cenerentola” (prodotto dalla MAD Entertainment) e verrà proiettato nei seguenti appuntamenti che vedranno Dario e Luigi Scialdone, mandolinista della band e curatore della colonna sonora originale, salire in cattedra per parlare del film nato a Napoli: il 18 ottobre all’Université de Montreal ed il 4 Novembre all’Université Laval (Québec). Altri appuntamenti sono previsti a Toronto e il 23 ottobre all’Istituto di Cultura Italiana a Montréal. Mentre il 1° novembre, alle ore 17 presso lo spazio espositivo della Gallery Gora (279 Sherbrooke St W, Montréal) i Foja inaugureranno – con un live unplugged – la prima mostra canadese di Massimo Pasca, live painter, pittore e illustratore considerato uno degli eredi di Keith Haring, intitolata emblematicamente “Che la diritta LINEA era smarrita – Pitture e illustrazioni ispirate dalla musica”. La mostra è un omaggio al paese che la ospiterà, con l’interpretazione di personaggi iconici: Leonard Cohen, Joni Mitchell, Neil Young e Bob Dylan. La mostra si terrà dall’1 al 20 novembre organizzata da Quebéc Mon Amour, progetto internazionale nato per gettare un ponte tra l’Italia e il Québec e unire, attraverso la musica, l’arte, la storia e le tradizioni, due culture apparentemente lontane.

Di seguito il calendario dei concerti day by day:

  • 12 Ott.  La Chèvre – St.Adolphe D’Howard
  • 15 Ott.  Brûlerie de la Rivière – Terrebonne
  • 16 Ott.  La Bavaroise – Nicolet
  • 17 Ott.  Pub William – Mont-Laurier
  • 19 Ott.  Medley Simple Malt – Montréal
  • 20 Ott. Bootlegger – Montréal
  • 21 Ott.  Université de Montréal – Montréal
  • 23 Ott. Istituto Italiano di Cultura – Montréal
  • 24 Ott. Groove Nation – Montréal
  • 25 Ott. Centre Communautaire – CalixaLavallée
  • 01 Nov. Gallery Goria – Montréal
  • 02 Nov. Centre Roussin Point aux trembles – Montréal
  • 03 Nov. Grand Théatre – Quebec City
  • 04 Nov. Université Laval Societé D. Alighieri – Quebec City


.

Potrebbe interessarti

Foja

Inizia il tour italiano dei Foja

Le tappe italiane dei Foja si incrementano sempre più per la gioia dei loro fans. …

Foja - Sunset Fest

Foja a Paestum: il concerto di fine estate

Oggi vi parliamo del concerto della band guidata da Dario Sansone che si terrà a …

Benvenuti al Rione Sanità 2019

Benvenuti al Rione Sanità, il programma

Si concluderà con la serata di musica Sanità Tà Tà sabato 5 gennaio il festival …

Lascia un commento