Il concerto di Roma consacra Seby Mangiameli nell’olimpo del cantautorato colto italiano

Sono stati tanti i momenti straordinari ed emozionanti quelli del concerto romano, al Teatro Arciliuto, dell’artista Seby Mangiameli lo scorso 21 settembre, che si è ancora una volta confermato cantautore di valore e successo. Roma ed il pubblico romano ha accolto e consacrato Seby Mangiameli nell’olimpo del cantautorato colto italiano.

Un teatro strapieno e con un pubblico totalmente coinvolto con sensazioni che fluttuavano e conquistavano tutti, sensazioni quasi palpabili nell’aria che non si possono narrare solo con un articolo o una fotografia.

Seby Mangiameli. Foto di LP Studio
Seby Mangiameli. Foto di LP Studio

Straordinario anche l’inizio del concerto che è stato introdotto da Radio Italia Anni 60 con la presenza del frizzantissimo Dj Lele San.

Un emozionato Massimo Benenato, figlio di Franco Franchi, ospite tra il pubblico, al momento della dedica da parte dell’artista Seby Mangiameli del brano “E Vulannu Vulannu Vulannu” del 1974, sigla del film “Farfallon” con appunto Franco Franchi e Ciccio Ingrassia.

Ma ci sono stati anche tanti attimi di allegria, oltre che di commozione e tutti davvero molto intensi e partecipati. E’ questo “Il Viaggio” di Seby Mangiameli che è stato accompagnato dalla band composta anche da Salvo Amore e Rachele Amore che hanno tutti insieme saputo creare un’atmosfera suggestiva, quasi magica rendendo questo, uno dei concerti più emozionanti dell’intero tour “Il Viaggio”. 

Tra gli illustri ospiti della serata molti colleghi del cantautore, legati al mondo della musica e dello spettacolo, venuti ad omaggiare ed ascoltare il concerto di Seby Mangiameli ed i Tedranura, tra cui Vito Vignola, musicista e compositore, la cantautrice Maria Federica Selvi, la principessa e musicista Stella Camelia Enescu, ma anche il pubblico e i fans del cantautore che da diverse località italiane si sono radunati a Roma per questa occasione per incontrare il loro beniamino.

La tournèe “Il Viaggio” è stato il cult di questa estate riscuotendo in tutta Italia notevoli consensi sia di pubblico che apprezzamenti ripetuti da parte dalla stampa per Seby Mangiameli che oramai divenuto un riferimento più che valido nel panorama del cantautorato colto italiano attuale ed un possibile erede di De Andrè. La musica che propone l’artista è infatti di altissimo livello, sia nei testi che nelle splendide musiche raccolte nel CD “Il Viaggio” co-prodotto con l’amico Giuseppe Matarazzo, opera in cui convergono numerose influenze che vanno dai suoni mediterranei fino all’etno-folk-jazz.  Si sente infatti forte l’influenza della canzone d’autore in tutte le 12 tracce del CD “Il Viaggio”.

Seby Mangiameli ed i Tedranura con Lele San di radio Italia Anni 60. Foto di LP Studio
Seby Mangiameli ed i Tedranura con Lele San di radio Italia Anni 60. Foto di LP Studio

Non è mancata in chiusura l’omaggio alla sua amata Sicilia, con il brano “Sicilia Omnia est”, gradevole romanza musicata e “Signora di Nivi” in dialetto ed omaggio all’Etna. Inevitabile il bis richiesto a gran voce dal pubblico, anzi quasi preteso che il cantautore e la sua band ha concesso con il brano “Amami”.

Crediti Fotografici – Leonardo Parisi – Lp Studio

Potrebbe interessarti

Seby Mangiameli

Il Viaggio, un capolavoro di Seby Mangiameli, considerato un erede di De Andrè

Per la nostra intervista incontriamo oggi il cantautore Seby Mangiameli fondatore dei Tedranura. Proprio in …

Roma Sunset 2019

Roma Sunset: Art e Craft Factory

Roma Sunset Art e Craft Factory con la partecipazione ufficiale calendario InTown A cura di …

Lascia un commento