Colosseo a Roma. Foto da Wikipedia
Colosseo a Roma. Foto da Wikipedia

Itinerari a Roma: cinema e fontane romane

Per raccontare Roma e la sua storia millenaria, i suoi monumenti e gli eventi storici che l’hanno segnata, non basterebbe un libro! Per questo motivo è sempre molto difficile selezionare un luogo a discapito di un altro quando si parla di luoghi da visitare in questa magnifica città.

Per visitare la città, quindi, stavolta abbiamo scelto un itinerario a tema: il cinema e le fontane romane. La ragione di questa scelta è molto semplice: la Città Eterna ha un rapporto molto speciale con il cinema, qui infatti più di sessant’anni fa sono nati gli studi di Cinecittà, e vi sono state girate alcune delle scene più leggendarie della storia del cinema. Allo stesso tempo, Roma è anche considerata la capitale delle fontane: “bastano veramente le fontane a giustificare un viaggio a Roma”, scrisse il poeta romantico Percy B. Shelley. Ci sono, infatti, oltre 2.000 fontane sparse per la città!

Vi proponiamo quindi un percorso di circa quattro chilometri, che da Trinità dei Monti vi porta al Colosseo, facendovi scoprire alcuni dei luoghi iconici della città incrociando proprio alcune delle più celebri fontane di Roma, che, proprio per la loro bellezza sono state scelte come location di grandi film.

Prima di cominciare, però, un suggerimento: per muovervi in città, la maniera migliore è camminare, perché in questo maniera avrete il piacere di osservare le sue strade e i suoi vicoli con il vostro ritmo, scoprire angolini particolari, magari scambiare una chiacchiera con un negoziante o fermarvi per un caffè in uno dei numerosi bar locali. Camminare leggeri, senza borse e zaini ingombranti, renderà questa passeggiata molto più piacevole. Prima di partire, quindi, lasciate le valigie in uno dei depositi bagagli presenti a Roma.

Da Trinità dei Monti alla Barcaccia (Piazza di Spagna)

Dove oggi è situata la chiesa della Ss. Trinità dei Monti sorgeva una grandiosa villa romana con una sorgente la cui acqua attraversava il campo Marzio e irrigava gli orti e i giardini della città sottostante. Da qua si dipana una scalinata barocca di 135 gradini che porta a Piazza di Spagna. È proprio ai piedi della scalinata che avviene l’incontro e dei due protagonisti del film “Vacanze romane”, il giornalista Joe Bradley e la principessa Anna, fuggita dal Palazzo Barberini e dalle ferree regole imposte dal cerimoniale, mentre gusta voluttuosamente un cono gelato. Il film si guadagnò ben tre premi Oscar, e non è facile stabilire se il successo di quella pellicola sia dovuto alla magnifica interpretazione di Audrey Hepburn, alla storia in sé o agli splendidi scorci di Roma. Probabilmente è il mix di questi elementi!

Ai piedi della scalinata, spesso usata come simbolo stesso della città, si trova la Fontana della Barcaccia, una delle più famose fontane di Roma.
Molti altri film hanno avuto come location Piazza di Spagna, per ricordarne solo alcuni: “C’eravamo tanto amati” , “Le ragazze di piazza di Spagna” e più recentemente “007 Mission Impossible 7”.

Piazza di Spagna. Foto da Wikipedia
Piazza di Spagna. Foto da Wikipedia

Da Piazza di Spagna alla Fontana di Trevi

Da Piazza di Spagna ci si può immettere in una delle vie più famose di Roma, via Condotti, la preferita per gli amanti dello shopping. Qui troverete un’alta concentrazione di negozi di grandi firme: Dior, Gucci, Hermes, Moncler, Prada, Bulgari e tanti altri ancora.

Lasciamo Piazza di Spagna e raggiungiamo quella che forse è una tra le fontane più famose nel mondo, e certamente la più famosa nella storia del cinema: la Fontana di Trevi.

La fontana di Trevi è una vera e propria opera monumentale, che deve la sua spettacolarità non solo alle considerevoli dimensioni – è larga 20 metri e alta 26 – ma anche alle numerose colonne e statue di cavalli, tritoni, figure mitiche ed allegoriche, conchiglie e scogliere che la compongono. Recentemente è stato installato un impianto di illuminazione che, nel buio della sera, la rende ancora più spettacolare.
La leggenda vuole che, se lancerete una monetina (mostrando rigorosamente le spalle all’acqua!), sicuramente tornerete a Roma, mentre se volete anche trovare l’amore e sposarvi, le monetine da lanciare dovranno essere tre. Il valore delle monetine che vengono raccolte dagli addetti non sono poche, pare che sia circa un milione e mezzo di euro all’anno!

La Fontana di Trevi è stata il set di film famosissimi, primo fra tutti per notorietà “La dolce vita”, con la scena di Anita Ekberg che, in un abito provocante, si immerge flessuosa e sensuale in acqua, richiamando con voce suadente “Marcello, come here!”.

Tralasciamo i molti altri film e ricordiamo lo spassoso “Totò truffa 62”, dove il grande attore napoletano, nei panni di un furbo imbroglione, riesce a vendere il celebre monumento ad un ingenuo italo-americano, ingolosito dalla possibilità di recuperare tutte le monetine lanciate dai turisti!

Fontane di Roma. Foto da Wikipedia
Fontana di Trevi a Roma. Foto da Wikipedia

Dalla Fontana di Trevi al Pantheon (Fontana di Piazza della Rotonda)

Lasciata alle vostre spalle la Fontana di Trevi e raggiungete il celebre Pantheon e la Piazza della Rotonda.
Il Pantheon è un edificio della Roma imperiale, dedicato a tutte le divinità e tomba dei reali d’Italia. La sua cupola è ancora oggi una delle più grandi al mondo ed è la più grande cupola di cemento non armato del mondo ancora esistente.

Davanti al grande edificio del Pantheon, al centro della piazza, potrete ammirare la Fontana della Rotonda, che fino alla seconda metà dell’800 era circondata dal mercato del pesce. Il mercato fu faticosamente spostato, suscitando le proteste degli abitanti e dei commercianti, ma non era certo opportuno che il pesce, per essere mantenuto fresco e vivo, venisse immerso nell’acqua della fontana!

Nella Piazza del Pantheon, una delle piazze più suggestive di Roma, Anna e Joe – Audrey Hepburn e Gregory Peck – si godono una ghiotta colazione, Brad Pitt viene inseguito dalla polizia, ma trova il tempo di sorridere a una bella Catherine Zeta-Jones in Ocean’s Twelve, Tom Hanks corre a rotta di collo nelle riprese de Il codice Da Vinci e Daniel Craig, nel ruolo dell’agente segreto James Bond in Spectre, è il bersaglio di uno spericolato inseguimento.

Fontana di Piazza della Rotonda. Foto da Wikipedia
Fontana di Piazza della Rotonda. Foto da Wikipedia

Dal Pantheon a Piazza Navona

Piazza Navona occupa la zona dell’antico stadio di Domiziano che, ai tempi d’oro, poteva contenere più di 30.000 spettatori. Riconosciamo la piazza nel film “Ieri, oggi e domani” con Marcello Mastroianni e Sophia Loren, ambientato in un appartamento che si affaccia sulla spettacolare piazza dove si svolgono gli incontri segreti dei due amanti.

In Piazza Navona scorgerete tre fontane, intorno alle quali passeggiano Jep con Orietta nel film “La grande bellezza”. La scena si svolge di notte e la piazza è deserta. Lo scroscio dell’acqua della Fontana dei Quattro Fiumi riecheggia possente. La magnifica fontana progettata dallo scultore e architetto Gian Lorenzo Bernini simboleggia i più importanti fiumi conosciuti all’epoca: il Nilo, il Danubio, il Gange e il Río de la Plata.

Ai lati della Fontana dei Quattro Fiumi potrete ammirare altre due fontane stupende: la Fontana del Moro e la Fontana del Nettuno.

La piazza è circondata da bar e ristoranti: è una zona molto vivace in cui, a qualsiasi ora del giorno, potrete assistere a spettacoli di artisti di strada, cantanti, suonatori, maghi e ballerini.

Fontana dei Quattro Fiumi. Foto da Wikipedia
Fontana dei Quattro Fiumi. Foto da Wikipedia

Da Piazza Navona al Colosseo

Riprendendo il nostro percorso, raggiungiamo Piazza Mattei e la sua fontana, la Fontana delle Tartarughe, e raggiungiamo il più famoso monumento di Roma: il Colosseo, ovvero il più grande anfiteatro romano al mondo, inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO e unico monumento europeo inserito fra le nuove Sette Meraviglie del Mondo.
Proprio di fianco al colosso potrete ammirare ciò che resta della Meta Sudans, la fontana dei Gladiatori, dove essi, impegnati nelle lotte dentro l’anfiteatro, andavano a lavarsi dopo i brutali scontri.

Dopo questa passeggiata, siamo certi che anche voi avrete bisogno di rinfrescarvi e godervi un meritato aperitivo, seduti in uno dei numerosi bar della zona!

Colosseo a Roma. Foto da Wikipedia
Colosseo a Roma. Foto da Wikipedia

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze per Cinedecameron

Cinedecameron: il cinema per ricordare Boccaccio

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze grazie a Cinedecameron rivisitano, in un inedito cortometraggio Boccaccio.

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti. Foto dal Web

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti

La digitalizzazione è un fenomeno che sta coinvolgendo ormai tutte le sfere lavorative: ecco i lavori che uniscono arte e digitale.

Anna Mazzamauro e Paolo Villaggio in una scena di Fantozzi.

Anna Mazzamauro: i miei premi a Paolo Villaggio

Incontriamo Anna Mazzamauro, la nota attrice di teatro e cinema che riceve il Premio Penisola Sorrentina e ci racconta di Paolo Villaggio.

Lascia un commento