Rob-O-Cod di Andrea Apuzzo, torna su Rai Gulp

Con la regia di Andrea Apuzzo è tornata, dallo scorso 5 ottobre, su Rai Gulp la seconda edizione di Rob-o-Cod, il game show dedicato al coding, ovvero la disciplina che aiuta ad imparare i linguaggi di programmazione in modo semplice ed intuitivo.

Rob-O-Cod

“Rob-O-Cod” scritto da Armando Traverso e Mario Bellina, con l’assistenza di Luca Vignaroli e la consulenza di Michele Maffucci, è stato realizzato da Rai Ragazzi insieme al Centro Ricerche Innovazione Tecnologica e Sperimentazione della RAI.

Alle 18 30, dal lunedi al sabato, ci aspettano, in uno scenario ispirato alla fantascienza, Mattia Sintucci, meglio noto come Zero, e Silvia Lavarini, ovvero Uno, che saranno presentatori e timonieri dei robocoder pronti a guidare i robot tra mille ostacoli e difficoltà in situazioni ed atmosfere surreali che attraverseranno epoche e mondi diversi: dal medioevale, all’horror, per passare dal post apocalittico a quello fantascientifico.

Vince chi accumula il numero maggiore di bitpoint non facili, ovviamente, da conquistare…

Accanto alla gara vera e propria, che appassionerà e stupirà, ci saranno anche alcune presentazioni da parte degli studenti che lo scorso anno, a Roma, hanno partecipato alla fiera “Maker Faire“, il più grande evento europeo sull’innovazione tecnologica… ma non vogliamo anticipare nulla di più essendo “Rob-O-Cod” un programma pieno di colpi di scena e soprese che siamo certi non appassionerà solo gli amanti del genere.

Potrebbe interessarti

Cuori solitari con lo smartphone

Cuori solitari: le conquiste ai tempi dello smartphone

L’amore non ha età, non ha tempo e non ha barriere, e anche in periodi …

LiberTaxi. Foto dal Web

Muoversi a Napoli con lo smartphone: arriva LiberTaxi

Che lo smartphone sia ormai diventata una estensione del corpo è cosa certa. Questo è …

L'evoluzione della televisione, sarà sempre più intelligente

L’evoluzione della televisione: sarà sempre più intelligente

E’ innegabile, la tecnologia ci ha migliorato la vita. Abbiamo imparato a modellarla, rendendola un …

Lascia un commento