Simone Gandolfo. Foto dal Web
Simone Gandolfo. Foto dal Web

Simone Gandolfo sarà Mago Zurlì

Simone Gandolfo il noto attore, produttore e regista imperiese sarà Cino Tortorella, (presentatore ed ideatore del faamoso concorso dedicato ai piccoli) alias Mago Zurlì nel tv movie “I ragazzi dello Zecchino d’Oro” le cui riprese sono iniziate nella città di Bologna, la location del film che sarà pronto per il prossimo Novembre, mese in cui cade la 62esima Edizione de Lo Zecchino D’Oro.

Simone Gandolfo. Foto dal Web
Simone Gandolfo. Foto dal Web

La firma alla regia è di Ambrogio Lo Giudice (ex allievo di Mariele Ventre l’amata direttrice e fondatrice del Piccolo Coro dell’Antoniano) e vanta la co.produzione di Rai Fiction Compagnia Leone Cinematografica; mentre la produzione è di Francesco e Federico Scardamaglia.

Nel cast spiccano anche i nomi di Maya Sansa (Ernestina) e Matilda De Angelis (Mariele), Antonio Gerardi e Valentina Cervi.

Lo scenario è quello degli anni ’60, la città è, come già detto, Bologna e poi c’è Mimmo un bimbo “difficile” di 9 anni che sarà selezionato insieme ad altri bimbi, tra cui Gaetano, figlio di un carabiniere e di una madre ambiziosissima, e Caterina, i cui genitori sono due importanti imprenditori della città. I tre bambini diventeranno ben presto amici inseparabili e da qui daranno vita alla storia dello Zecchino D’oro.

Simone Gandolfo avrà, quindi, la “responsabilità” di interpretare “Il principe azzurro del piccolo schermo”, un ruolo che sente molto pertinente essendo ligure come Cino Tortorella ed avendo delle similitudini caratteriali. Il trascorso artistico di Simone è davvero ricco ed importante, molte sono state le sue partecipazioni sia per il cinema che per la televisione; tra le prime annoveriamo Lavorare con lentezza, I fratelli d’Italia, La tigre e la neve, Sotto il sole nero e Fratelli.

Per la tv, tra le tante fiction, ricordiamo: R.I.S. Roma – Delitti imperfetti 2 e 3, Gli anni spezzati, Braccialetti rossi, La strada dritta, I Borgia – Terza stagione (Borgia), Un mondo nuovo, Tango per la libertà, regia di Alberto Negrin, Don Matteo 10, Rocco Schiavone, Un passo dal cielo 4, C’era una volta Studio Uno, ed ultimamente Io sono Mia e Che Dio ci aiuti.

Autore: Silvana De Dominicis

Vice direttore di La Gazzetta dello Spettacolo, amante degli animali, la natura e la cucina veg. Umiltà e sensibilità sono nel contempo i miei pregi e difetti.

Potrebbe interessarti

Il teatro Ariston pronto per Sanremo 2023. Foto da Google

Sanremo 2023: chi vince secondo Google?

È già Festival di Sanremo 2023 mania ed impazza su Google la ricerca del vincitore di questa edizione: ecco i candidati.

Gianpiero Rotoli

Gianpiero Rotoli: amo poter conoscere nuovi luoghi e persone

Incontriamo l'attore Gianpiero Rotoli, lo conosciamo per aver preso parte, sin dalla prima serie, a "Le indagini di Lolita Lobosco"

Cosetta Turco

Cosetta Turco: tornerei volentieri in televisione

Una carriera felice nell'ambito dello spettacolo, per Cosetta Turco, ed un figlio ed un marito e tanti nuovi progetti.

Lascia un commento