Febe
Febe

Febe, la cantautrice con le ali d’angelo

Febe, una giovane cantautrice dalla voce suadente: “delicatamente energica”. Dolce, dalla melodia vera e sincera.

Già notata e premiata per il suo talento da Francesco Fiumarella, autore e direttore del “Premio Vincenzo Crocitti International”. In occasione dell’ultima edizione del noto talent “Amici”, Febe ha sfidato Luigi, presentando il suo meraviglioso brano: “Come un bruco e una farfalla”. Tanti i sogni nel cassetto – che non ci svela per scaramanzia – ma ritenterà il suo ingresso nella scuola di Maria De Filippi.

Cara Febe, bentrovata su “La Gazzetta dello Spettacolo”. Parlaci di quando e come nasce il tuo amore per la musica. 

Ciao e grazie a Voi. Sono sempre stata innamorata della musica: diciamo che il tutto è iniziato a 6 anni quando in macchina cantai una canzone di Leona Lewis ‘bleeding love’ , in quel momento mia madre iniziò a farmi violenza psicologica per andare a lezione di canto, è riuscita a convincermi all’età di 8 e all’età di 11 anni ho iniziato a studiare seriamente 

Ti sei presentata, in occasione dell’ultima edizione di “Amici” –  in sfida contro Luigi – “Come un bruco diventa farfalla”, Che cosa puoi raccontarci di questa esperienza ed, eventualmente, tenterai di nuovo ad entrare nella scuola più famosa di Italia?

È stata un’esperienza sicuramente formativa, sotto molti punti di vista: per me, soprattutto personali. Purtroppo, non ho molto da raccontare perché avendo partecipato ad una sola puntata, non ho avuto modo di “vivere” la scuola. Posso dire, sicuramente, di essere felice di come sia andato il tutto, sia per le persone che ho conosciuto che effettivamente per l’emozione di cantare per la prima volta una mia canzone di fronte ad un pubblico così ampio”.

Come dico sempre non ci sarebbe stata occasione migliore, o miglior allineamento di pianeti, per cantare quella canzone perché nei giorni in cui sono rimasta a Roma ho avuto modo di lavorare sulla mia ansia e tornare a casa avendo fatto passi avanti. Sicuramente ritenterò, non so se quest’anno perché ci sto lavorando su, ma se non sarà quest’anno sarà il prossimo!

Una parola per il “Premio Vincenzo Crocitti International” e per Francesco Fiumarella, che ha notato in te, un grande talento.

Ho avuto modo di conoscere Francesco e penso sia davvero una bella persona, è davvero bello quello che fa per gli artisti e sono davvero felice di aver fatto la sua conoscenza! 

News professionali e sogni nel cassetto di Febe?

Il sogno nel cassetto non si dice mai (ride)! Però posso dire che sto lavorando ad un sacco di cose sia live che meno e che sto appunto lavorando per tornare ad “Amici” !

Autore: Sara Morandi

Insegnante per vocazione, giornalista per passione. Amo il teatro perché incarna le emozioni viventi delle nostre anime. Ho sempre scritto di spettacolo e questo mi ha reso felice e mi rende tuttora. Divoro libri e il mio sogno sarebbe quello di scrivere un romanzo.

Potrebbe interessarti

Lorenzo Papasodero

Lorenzo Papasodero: il tenore che ama l’opera

Per la nostra rubrica "Talenti", è il turno del tenore Lorenzo Papasodero che si racconta dai social alla sua passione per la classica.

Sher B

Sher B: al servizio dell’arte

Compositore, cantante e tanto altro, Sher B, al secolo Mario Spataro lo incontriamo nuovamente per la nostra rubrica "Talenti".

Vincenzo Peluso in un frame di Currite Currite

Vincenzo Peluso: la mia Napoli in Currite Currite

Raccontiamo Currite Currite, il brano grazie al quale Vincenzo Peluso si cimenta nella sua più grande passione: la musica.

Lascia un commento