Fabiana Sironi

Fabiana Sironi: una hostess tra Milan ed Inter

Fabiana Sironi

Fede calcistica a parte, abbiamo fatto quattro chiacchiere con Fabiana Sironi

Non è un caso se ogni tanto, nel bel mezzo delle partite dell’Inter o del Milan, i tifosi del parterre danno le spalle al campo e si girano verso Fabiana Sironi. D’altronde, anche lei spesso assicura uno spettacolo pari a quello di Icardi e Bacca. Ormai da anni hostess per le due squadre meneghine, è anche una fotomodella a cui piace sentirsi al centro dell’attenzione vestendo rigorosamente di nero e lasciando poso spazio a scollature e gonne troppo corte. Ama parlare con gli occhi, ed è naturale che gli occhi dei maschietti vengano a lei. Il segreto? Divertirsi ed essere divertente, e non smettere mai di sognare.

Iniziamo da te: chi è Fabiana Sironi?

Sono nata a Milano dove tutt’ora vivo con i miei genitori. Ho sempre avuto la predisposizione a imparare nuove lingue ed è proprio per questo che dopo il diploma scientifico ho iniziato a frequentare lingue e letterature straniere allo IULM. Poi la vita ti mette davanti a delle scelte ed… eccomi qui: lavoro in un negozio in centro a Milano e faccio la hostess a San Siro per Inter e Milan!

Come si arriva a vestire i panni, seppur in tribuna, di Inter e Milan?

Quando hai una passione vorresti farla diventare un lavoro e… il mio sogno si è avverato! Ho sempre seguito il calcio e quando un amico mi ha proposto di lavorare a San Siro come hostess non ci volevo credere! Ho iniziato con il Milan, che è la mia squadra del cuore, e dopo pochi mesi ho iniziato anche con i cugini!

Non solo stadio, ma anche set fotografici…

Quando posso faccio anche la fotomodella! Tutto è iniziato quando un fotografo ha visto una mia foto su un social network che metteva particolarmente in risalto i miei occhi: da lì ci siamo organizzati e ho iniziato a scattare foto.

Cosa rappresenta per te scattare una fotografia?

Quello della fotomodella per me non è un lavoro, è un hobby! Ogni giorno ti regala delle nuove emozioni e ti porta ad apprezzare sempre di più il tuo aspetto fisico. Naturalmente il primo shooting è stato quello più emozionante, ero impacciatissima e continuavo a ridere per l’imbarazzo. Ma dopo pochi minuti è venuto tutto naturale e mi sono sentita subito a mio agio, avevo un make up molto leggero e il set era tutto realistico: lo rifarei ogni giorno!

Come giudichi te stessa?

Non è compito mio giudicare i miei pregi e i miei difetti, ma penso di avere un carattere forte e determinato, so quello che voglio e non sono una tipa che cambia idea ogni giorno. Ovviamente a volte è necessario sembrare stupide per capire fin dove arrivano le persone con cui ho a che fare. Sono molto critica con me stessa, quindi lascio che gli altri mi facciano i complimenti sul mio aspetto esteriore! Non amo mettermi in mostra ma preferisco che siano gli altri a notarmi in mezzo alle altre persone.

Caratterino forte… che sul set si traduce in maggior determinazione?

Questo mio carattere forte mi porta ad essere molto spontanea e disinvolta sul set… tendo ad esaltare il mio punto di forza: gli occhi! Un bravo fotografo infatti è colui che riesce a immortalare in una fotografia le “parole” degli occhi, i cosiddetti occhi che parlano!

Ti riguardi nelle tue foto?

Penso che ognuno di noi possa migliorare sempre di più, per questo dopo gli scatti riguardo le foto per trarre consigli sulle pose e sulle espressioni da assumere negli shooting successivi. Cerco sempre di non apparire troppo serio e di sorridere quasi sempre… una donna che sorride è sempre bella!

Cosa pensano gli altri di te, anche alla luce del tuo metterti in gioco?

In realtà non mi è mai capitato di chiedere a una donna cosa pensasse di me… non capirei peró se una donna fosse invidiosa o gelosa di me, nessuna donna è migliore dell’altra perchè ognuna ha i propri punti di forza! Negli uomini invece solitamente colpiscono la naturalezza con cui faccio battute perché con me si ride sempre e l’umiltà con cui mi pongo in un discorso o in una circostanza: non sono una “fenomena”, come si dice adesso! Allo stadio tutti si stupiscono per il mio interesse al calcio purtroppo considerato ancora uno sport maschile… e in tantissimi dicono che mi sposerebbero solo per quello!

Nel tuo ambito quotidiano come vesti?

Sempre sportiva o casual chic, leggings e sneakers sono all’ordine del giorno… tutto rigorosamente di colore nero! Tendo a valorizzare le borse, in quanto sono la mia passione! Il mio modo di vestire rispecchia il mio carattere, forte ma umile: no scollature nè cosce di fuori! Il meglio va mostrato solo alle persone più fortunate…

C’è un ideale di bellezza femminile a cui ti ispiri?

Secondo me la donna più bella del mondo è Nicole Minetti… un mix di sensualità e autoironia che colpisce! Per quanto riguarda la parte maschile, sono follemente innamorata dell’attuale allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa: oltre che ad essere bellissimo ha una voce molto particolare!

Meglio hostess o meglio fotomodella?

Sceglierei la prima tutta la vita: quando entro in uno stadio ho i brividi dall’emozione e se avessi tempo ci andrei per ogni partita, anche in inverno con zero gradi!

Come fai per tenerti in forma?

Essendo molto golosa, per non ingrassare cammino molto oltre che ad andare in palestra, pur avendo sia patente che macchina cerco di usarla il meno possibile cosi costringo il mio metabolismo a bruciare tutte le calorie del cioccolato che mangio!

Ci racconti un aneddoto della tua vita privata?

Qualche tempo fa frequentavo un ragazzo che non abitava nelle mie zone, quando veniva a Milano a trovarmi alloggiava in hotel. Ci eravamo dati appuntamento nella hall ma lui, essendo sempre in ritardo, era ancora in camera quando sono arrivata. Scocciata gli chiesi il numero di camera per andare a “svegliarlo ” e lui involontariamente a causa del touch dell’iphone mi disse il numero sbagliato! Bussai e mi aprì un vecchietto a cui dissi… sei invecchiato tutto d’un tratto!

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Alis Mata. Foto di Iris Vegli

Alis Mata: ecco Alice guarda direttamente la luna

Oggi incontriamo per la nostra rubrica dedicata al mondo dei talenti dello spettacolo, Alis Mata, cantautrice nata come progetto nel 2020

Azzena

Azzena, ho riscritto “As it was” di Harry Styles

All'interno della nostra rubrica dedicata ai talenti, diamo spazio ad Azzena giovane cantautore che ci parla del suo percorso musicale.

Daniela Picciau

Daniela Picciau: mi piace fare Loredana Bertè

Daniela Picciau, talento da cantautrice e "one woman band": canta, suona, imita la grande Loredana Bertè e si racconta a noi.

Lascia un commento