NapoliCittàLibro - Backdrop

NapoliCittàLibro nella prestigiosa rete Aldus

Oggi parliamo di un successo ottenuto da NapoliCittàLibro, che entra nella rete Aldus, European bookfairs network.

NapoliCittàLibro - Backdrop

Per chi non la conoscesse, la rete raccoglie e promuove i più importanti festival europei dedicati ai libri.

In questa rete ci sono Antwerp Book Fair, Bologna Children’s Book Fair, Bookfest (Romania), Frankfurt Buchmesse, Bokmässan (Göteborg – Scandinavia), Liber 17 (Madrid e Barcellona), Lisbon Book Fair, Feria del Libro (Madrid), Latvijas Grāmatu izstāde (Riga – Lettonia), Più libri Più liberi (Roma), SIBF Sofia International Book Fair, Tempo di Libri (Milano), The London Book Fair, Thessaloniki Book Fair (Salonicco – Grecia), Buch Wien (Vienna), Vilnius Book Fair (Lituania).

L’inserimento di NapoliCittàLibro nella rete Aldus rappresenta un traguardo prestigioso e un grande riconoscimento a un lavoro svolto con cura e passione dagli editori Rosario Bianco (Rogiosi editore), Diego Guida (Guida editori), Alessandro Polidoro (Alessandro Polidoro Editore) e da Antonio Parlati, presidente della sezione “Editoria, Cultura e Spettacolo” dell’Unione Industriali di Napoli, riuniti nell’associazione Liber@Arte.

NapoliCittàLibro

E’ una Fiera del libro, la cui prima edizione si è svolta a Napoli dal 24 al 27 maggio 2018, e nasce dall’incontro tra Ministero dei Beni Culturali, Museo del Centro Campania, Confindustria, AIE – Associazione Italiana Editori, Rai, la Televisione pubblica italiana, organizzata da Associazione Liber@Arte, un’associazione tra tre piccoli editori.

È un evento coinvolgente, progettato per far conoscere la città di Napoli anche da un punto di vista storico e culturale: la sede è scelta per valorizzare la storia della città.

A maggio del 2018, poco più di un anno dopo che l’idea ha cominciato a germogliare, sono state aperte le porte della prima edizione di Napoli Città Libro. Più di 20.000 visitatori che hanno partecipato, hanno scelto di leggere, e soprattutto di scrivere, una delle più belle pagine della città al Complesso monumentale di San Domenico Maggiore: 2.000 metri quadrati di spazio, 150 espositori tra case editrici, riviste, associazioni, biblioteche, librerie, enti pubblici, start-up, 200 appuntamenti, una lista ospiti di circa 300 autori, con grandi nomi della letteratura internazionale contemporanea e dei più rappresentativi italiani, sia di narrativa che di saggistica.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Non mi ricordo una mazza, di Gianni Mazza

Non mi ricordo una Mazza, di Gianni Mazza

Una vita in musica e televisione per il maestro Gianni Mazza che in questo periodo presenta il suo libro, "Non mi ricordo una Mazza".

Ian Giovanni Soscara

Se lo sapesse Jung, di Ian Giovanni Soscara

Parliamo di Ian Giovanni Soscara e del viaggio alla ricerca dell’anima nel libro "Se lo sapesse Jung" di cui ci racconta.

Verità fai-da-te, di Aldo Mantineo

Verità fai-da-te, di Aldo Mantineo

Uscito a novembre, "Verità fai-da-te Il pensiero critico argine alla disinformazione" è il nuovo libro di Aldo Mantineo.

Lascia un commento