Veronica Maya si racconta dopo Sogni sotto l’albero

“Il mio sogno sotto l’albero? Evitare o per lo meno cercare di  alleviare la sofferenza di ogni bambino nel mondo”, ha riferito Veronica Maya, splendida testimonial della nuova edizione di  “Sogni sotto l’Albero”, evento promosso ed organizzato da “Maridì Communication Italy”, con il Patrocinio Comitato Regionale Campania per l’Unicef Onlus, che si è svolto a Napoli, qualche sera fa nella suggestiva cornice di Villa Domi.

<<Sono molto onorata di partecipare a questa significativa kermesse>>, ha continuato la Maya, <<che si propone di coniugare in perfetta sinergia ciò che è arte e fashion con il charity, e lo sono ancora di più, in quanto conduttrice da tempo de “Lo Zecchino d’oro”; non dimentichiamo infatti che il Coro Antoniano di Bologna è “Ambasciatore Universale Unicef”!>>.

Accompagnata dal marito, il noto chirurgo plastico, Marco Moraci, la dolcissima Maya è apparsa in forma smagliante, più che mai in pole position sul profilo professionale e come presentatrice di “Verdetto Finale”, in onda su RAI 1, e come prossima conduttrice del “Concerto di Natale”  che andrà sempre in onda sulla Prima Rete nazionale in occasione del Santo Natale. Accanto a lei, tra gli special guest della serata condotta da Maridì Vicedomini, il maestro Giacomo Rizzo, l’attore Ernesto Maxieux e l’effervescente Lucia Cassini.

Ad aprire la manifestazione, i doverosi saluti della Presidente Unicef  Campania Margherita Dini Ciacci, che ha ringraziato tutti gli intervenuti, tra cui la signora Maria Teresa Dolce De Magistris, accompagnata dalla signora Gloria Castagnolo , entrambe particolarmente impegnate nel sociale e sensibili alle istanze dell’infanzia. A seguire, un tenero tributo canoro a tutti i bambini del mondo by l’orchestra degli allievi dell’Istituto “Adolphe Ferriere” che, guidata dal maestro Antonita De Lorenzo, ha eseguito due brani tratti dal “Lago dei cigni” di Tchaikovsky.

Ed ancora, in perfetta sintonia con il Natale, l’esaltazione di una delle più antiche tradizioni della nostra cultura partenopea, quale l’arte presepiale con uno splendido vernissage dei pastori di un’artista di nome Rita Di Napoli, realizzati inseguendo le tecniche di lavorazione del “600, abbigliati con stoffe di seta di San Leucio. Very glam lo spazio dedicato al “Fashion” con in passerella un flash dell’esclusiva collezione Autunno Inverno 2013 /14 di SatrianoCinque, il noto Atelier di Alta Moda di Vico Satriano, nel “salotto della città”, sulla scia di una frase del poeta Cardarelli “Autunno:colore che inebria”con una serie di modelli originali nel design, perfetti nei tagli, pregiati nei tessuti dalle tonalità vivaci come il verde bosco, il giallo ocra, il rosso vino, il blu porcellana; ed ancora, ispirati alle imminenti Christmas Holidays in località à la page quali  Cortina e Gstaad, i preziosi capi della Pellicceria Antonelli, unici nei tagli e nelle nuance di colore, dal blu pervinca al rosso fuoco. New entry in passerella, Jap Bijoux  un brand giovane ma grintoso, con parure realizzate interamente a mano, utilizzando materiali preziosi come l’argento e pietre dure.

Dulcis in fundo, dinner buffet con una serie di piatti prelibati, tipici di stagione, quali la pasta mischiata con ceci e la polenta pasticciata con il ragù, confezionati dagli Chef della Casa sotto l’attenta supervision del direttore Marcello Messuri e dei patron Mimmo e Maria Contessa. Gran finale con taglio di una maxy torta augurale, fiumi di champagne, graffette calde e vin brulè.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Roberto Chevalier

Roberto Chevalier: un mestiere da uno nessuno e centomila

Abilissimo nel suo mestiere, sin da bambino, ritroviamo Roberto Chevalier, attore e noto doppiatore di Tom Cruise e Tom Hanks.

Francesco Fiumarella del Premio Vincenzo Crocitti

Francesco Fiumarella racconta il Premio Crocitti

Incontriamo Francesco Fiumarella, autore e direttore del "Premio Vincenzo Crocitti International", che ci parla di meritocrazia.

Francesca Rettondini

Francesca Rettondini: tornerei a Verona

Una donna forte, risoluta, sorridente, Francesca Rettondini, che abbiamo avuto modo di incontrare per raccontarci di se.

Lascia un commento