Snarky Puppy. Foto di Stella K
Snarky Puppy. Foto di Stella K

Pomigliano Jazz, arrivano gli Snarky Puppy

Arriva in tour in Italia a luglio la formidabile band americana Snarky Puppy, per presentare il suo nuovo album Immigrance, in uscita venerdì 15 marzo 2019 per l’etichetta GroundUP Music.

A distanza di tre anni dal precedente album, gli Snarky Puppy – vincitori di 3 Grammy – tornano con un nuovo progetto e un tour mondiale che farà tappa, unica data al Sud Italia, il 12 luglio (ore 21) all’Anfiteatro romano di Avella (AV) nell’ambito della XXIV edizione del festival Pomigliano Jazz in Campania. In totale saranno 5 le tappe italiane del lungo tour che oltre all’Europa toccherà anche Stati Uniti, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

Snarky Puppy. Foto di Stella K
Snarky Puppy. Foto di Stella K

La diversità e l’appartenenza a luoghi e culture differenti, sono i concetti a cui si ispira Immigrance, che diventano veri e propri punti di forza per diffondere una verità fondamentale: tutti possono apportare il loro contributo grazie alle proprie esperienze e al proprio bagaglio culturale. Una vera e propria celebrazione della multiculturalità, in un album che spinge l’umanità a cambiare il proprio punto di vista, vedendo le diversità come un beneficio di cui gioire.

“L’idea è che tutto è fluido, che tutto è sempre in movimento e che siamo tutti in uno stato costante di immigrazione”, spiega il produttore, bassista e fondatore del gruppo, Michael League (già al fianco di David Crosby per i suoi ultimi lavori in veste di producer).

Così come l’ultimo lavoro del 2016, Culcha Vulcha, anche Immigrance è un progetto in studio, composto dalla maggior parte dagli stessi musicisti. Il singolo, “Xavi”, è già disponibile, ed è ispirato a una meravigliosa esperienza che gli Snarky Puppy hanno vissuto lo scorso anno al Gnawa Music Festival di Essaouira, in Marocco, durante una settimana di prove ed esibizioni con il maestro Hamid El Kasri e il suo gruppo di musicisti.

Gli Snarky Puppy, seguendo una linea tradizionale, si muovono tra jazz, funk e R&b, musica scritta e improvvisazione totale. Con ogni nuovo progetto il gruppo americano è ogni volta sold-out e la loro fama ha superato i continenti, facendo di loro uno dei gruppi più richiesti nella scena internazionale musicale. Inoltre, la band, con circa 25 membri in rotazione, ha guadagnato il suo primo Grammy Award nel 2014 per la Best R&B Performance e ha vinto Grammy nel 2017 nella sezione Best Contemporary Instrumental album con Culcha Vulcha, sezione già vinta 2016 con Sylva.

Autore: Chiara Arciprete

Potrebbe interessarti

Raimondo Vianello

Premio Raimondo Vianello: la 1a edizione

Oggi parliamo dell'arrivo del Premio Raimondo Vianello e delle dichiarazioni della conduttrice dell'evento Barbara d'Urso.

I saluti del Red Carpet del Cuore 2022

Red Carpet del Cuore 2022 – Foto

Si rinnova l'appuntamento annuale con il Red Carpet del Cuore, che si è tenuto sabato 19 novembre nella sua IX edizione.

Giorgio Panariello protagonista de Il Panariello che verrà. Foto Ufficio Stampa.

Giorgio Panariello: il Capodanno al Gran Teatro Morato

Per i fan di Giorgio Panariello in tutta Italia c'è un appuntamento speciale il prossimo 31 dicembre al Teatro Morato di Brescia.

Lascia un commento