Peppe Servillo e Gianpaolo Morelli in una scena di Song'e Napule, film nella rassegna di Arci Movie a Poggioreale. Foto da Ufficio Stampa.
Peppe Servillo e Gianpaolo Morelli in una scena di Song'e Napule, film nella rassegna di Arci Movie a Poggioreale. Foto da Ufficio Stampa.

Cinema a Poggioreale con Arci Movie

I volontari di Arci Movie, partono con la nuova rassegna “Il Cinema ci racconta: L’Italia tra ieri, oggi e domani”, che prenderà il via il 4 Maggio 2018. Il laboratorio/rassegna vedrà 20 incontri con ospiti del mondo della cultura, dello spettacolo, del cinema e della televisione all’interno del Carcere di Poggioreale di Napoli.

Il 10 maggio si terrà la presentazione del progetto per raccontare della sinergia tra Arci Movie e la scuola CIPIA2, che vedrà impegnati 4 docenti e 2 volontari di Arci Movie, su due laboratori paralleli con due gruppi diversi di detenuti ed in spazi differenti (giovedì nel “padiglione Genova” e venerdì negli spazi della scuola del carcere).

Le dichiarazioni

Roberto D’Avascio presidente di Arci Movie racconta: “Oltre ad avere riaperto e difeso vecchie sale di città e aver insistito sul valore e la bellezza del cinema all’aperto nei parchi pubblici, negli ultimi anni la nostra associazione sta lavorando molto per portare la possibilità del cinema in luoghi ancora più difficili e lontani come le carceri. Sempre con l’obiettivo di riattivare forme di educazione e di socialità attraverso la cultura, in particolare attraverso un magico flusso di luce e di immagini capaci di raccontarci delle storie. Con la risposta della grande passione che molti detenuti hanno dimostrato alle proiezioni“.

La rassegna

Peppe Servillo e Gianpaolo Morelli in una scena di Song'e Napule, film nella rassegna di Arci Movie a Poggioreale. Foto da Ufficio Stampa.
Peppe Servillo e Gianpaolo Morelli in una scena di Song’e Napule, film nella rassegna di Arci Movie a Poggioreale. Foto da Ufficio Stampa.

La rassegna si terrà tra Maggio e Luglio ed è dedicata ad una serie di classici del cinema italiano dagli anni ’50 ai giorni nostri, che raccontano il nostro Paese, le sue crisi ed i malesseri sociali, ma con l’occhio beffardo dell’ironia e il tono leggero della commedia. I film selezionati per la rassegna sono:

  • Tutto quello che vuoi
  • I soliti ignoti
  • Il capitale umano
  • Song’e Napule
  • Le vie del signore sono finite
  • Il sorpasso
  • Fantozzi
  • Le mani sulla città
  • Posti in piedi in paradiso

più un film ancora in fase di definizione per concludere il laboratorio/rassegna. Tra gli ospiti ci saranno: Marzio Honorato, Guido D’Agostino, Nelson (intervistato per La Gazzetta dello Spettacolo MAGAZINE) e Rosaria Troisi sorella di Massimo Troisi.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Partner. Foto dal Web

Come non impazzire per la presenza costante del partner?

Gli attuali cambiamenti della società, consentiti dalla digitalizzazione hanno cambiato i rapporti tra partner. Come gestirli in casa?

La realtà virtuale (VR) al Carcere di Procida per OndeVisioni

OndeVisioni: quando il carcere diventa cinema

Entrare nella cella di un vecchio carcere, a picco sul mare, e immergersi nella vita dei detenuti ad OndeVisioni con la realtà virtuale.

Ulisse di Carmen Castiello. Foto di Giovanni Minervini

Ulisse di Carmen Castiello in scena

Il viaggio dell'iconico Ulisse è lo stesso proposto al pubblico tra i corridoi e le sale del museo sannita Arcos di Benevento.

Lascia un commento