Dove: Progetto Autostima

 

dove progetto autostima

“La bellezza è per tutti, è di tutte” afferma Dove nel suo Progetto Autostima creato per educare le donne ad avere un rapporto sano e gioioso con il proprio corpo. Il motto utilizzato dalla campagna è: ” Sei più bella di quello che pensi “ ed effettivamente, è una frase motivante per puntare su un argomento caro a tutti noi ovvero la mancanza di autostima. Il progetto è patrocinato da due città simbolo: Milano e Roma e già festeggia un anno di inizio meritatissimo. L’iniziativa si rivolge a ragazzine che sono in piena fase adolescenziale, ma anche a donne che hanno un rapporto complicato con il loro corpo ed una psicologia fragile che influisce negativamente sulla gestione della propria vita. Ed ecco che il progetto vuole sensibilizzare, al massimo, le coscienze puntando sull’amor proprio, sulla nostra intelligenza e sulla nostra capacità di introspezione che ci permette di cogliere sfumature molto più mature che non ci fanno soffermare sui modelli imposti dalla società, ma rimarcano il nostro ego puntando sempre su noi stesse e sulle nostre qualità che sono infinite, in nome di una personalità verace e fiera. In aiuto al progetto, è intervenuta l’Accademia Pons di Milano che lavora con un team specializzato di psicologi ed esperti e, collaborando insieme, ha permesso la riuscita del progetto. Gli specialisti offrono un percorso di accompagnamento mirato, svolto principalmente nelle scuole, e permette ai compagni di confrontarsi fra di loro per testare la propria autostima. Un esercizio particolare svolto è stato quello di far scrivere ai ragazzi, in classe, una cartolina al proprio sè di domani per vedere come si immaginavano e ognuno ha dato il suo contributo. Dove, come sappiamo, è un brand internazionale che si occupa di produrre prodotti per la nostra bellezza ed ha da sempre puntato ad esaltare l’animo femminile in tutte le sue sfaccettature, mettendolo sempre in risalto, con l’obiettivo di raggiungere 15 milioni di giovani donne entro la fine del 2015. Quindi, il messaggio positivo da rimarcare è il seguente: non cedere mai a quei modelli fittizi che la società che ci circonda ci impone, ma siamo fiere di noi stesse sempre perchè uniche e speciali e mai nessuno sarà come noi.

Autore: Stefania Massari

Redattore

Potrebbe interessarti

Heldin durante un gioco di illusionismo. Foto da Facebook

Heldin racconta le sue illusioni

La Magia è una cosa seria. Lo sa bene Heldin, Egidio Russo, che ha trasformato la passione per la prestidigitazione in un lavoro.

Matilde Brandi

Matilde Brandi: lo spettacolo dal vivo merita sempre di essere sostenuto

La show-girl romana Matilde Brandi si mette a disposizione dell'imprenditoria e accetta di fare la consulente artistica del Mamì Bistrot.

Anbeta Toromani ed Alessandro Macario a Benevento. Foto di Ezio Bevere

Chopin a Benevento tra musica e danza

Al di là di guerre, pandemia e siccità c’è nella gente il desiderio di tornare alla normalità e lo vediamo a Benevento.

Lascia un commento