Alina Person. Foto di Luigi Scuderi
Alina Person. Foto di Luigi Scuderi.

Alina Person, sono pronta a tutto

Sognare. Poi, prendere consapevolezza di quel sogno. Mollare le cose che ci tengono legati, andare via e inseguire il proprio sogno. Realizzarlo, renderlo vero e concreto. Alina Person ha affrontato tutte le tappe che portano i sogni alla concretizzazione.

Alina Person. Foto di Luigi Scuderi
Alina Person. Foto di Luigi Scuderi.

L’ha fatto studiando, metabolizzando, affinando le sue doti, portando l’arte in ogni sfumatura della sua vita. Alina è arrivata al Cinema nel film più atteso dell’anno in Italia: Loro di Paolo Sorrentino.

Un vero e proprio traguardo per una giovane donna che, adesso, è davvero pronta a tutto.

Benvenuta, Alina Person. Ti abbiamo ammirata nel film Loro di Paolo Sorrentino. Come descriveresti il tuo personaggio? 

Ciao Anna Chiara, grazie! Il mio personaggio è una studentessa che affronta un esame universitario, ma poi si rende conto che in realtà ció che interessa al professore è il suo decoltè e che quindi l’esame è più che superato. È da li che poi finirà nel giro delle olgettine.

Come ti sei preparata a questa esperienza e come hai vissuto l’atmosfera di un set così importante?

È stata un’esperienza meravigliosa, e un set stupendo. Abbiamo avuto dei giorni di prova durante l’estate, nei mesi precedenti alle riprese, insieme a Laccio, coreografo eccezionale, per una coreografia del film appunto.

Hai lavorato accanto al regista Paolo Sorrentino, che esperienza ha rappresentato per te? 

Lavorare con un grande maestro, nonché premio oscar è stato davvero emozionante e molto formativo. Ho imparato tanto sia osservando che facendomi dirigere da Sorrentino e da un set cosi importante, pieno di professionisti.

Cosa pensi ti abbia donato a livello umano e artistico questo artista? 

La sua meticolosità, bravura e professionalità mi hanno lasciato la voglia immensa di lavorare nuovamente con lui. E spero davvero di cuore ricapiti perchè oltre che un regista strepitoso è una persona fantastica.

Quale messaggio speri sia arrivato al pubblico di questo film? 

È un film molto criticato, nel bene e nel male, e credo che forse sia perchè non tutti hanno colto la vera essenza. Un messaggio,a mio avviso, importante è quello dell’umanità di un personaggio come Silvio, uomo perdutamente innamorato del ricordo della propria moglie giovane, bella e spensierata. Ma allo stesso tempo legato al potere, un potere ottenuto grazie a una mente sagace e al coraggio di prendere decisioni giuste o sbagliate che possano essere, ma sempre affrontate con forza e determinazione. Nel film viene mostrata una parte d’Italia che tutti sappiamo che esiste ma che pochi vogliono vedere.

Un ricordo o un aneddoto particolare che porterai con te di questa esperienza c’è? 

Ce ne sono successe di tutti i colori sul set (in senso positivo ovviamente), ci siamo divertite tantissimo e si sono anche create delle bellissime amicizie. Un aneddoto che porteró sempre con me: tuffarsi in mare da uno yacht ad ottobre dopo un temporale e con il vento fortissimo non ha prezzo… ti lascia senza fiato! Dopo questa esperienza sono pronta a tutto.

Alina Person, una ballerina e un’attrice, quindi vivi l’arte in un modo totalizzante. Come concili queste due discipline? 

Amo l’arte a 360 gradi, non riesco a star mai ferma. Mi piace apprendere, imparare nuove discipline, mi metto sempre in gioco e in discussione, criticandomi sempre moltissimo.
Forse a volte è un bene avere una doppia carta da poter giocare, torna utile al momento giusto, come in questo caso ad esempio, dato che nel film ho avuto anche la possibilità di ballare, e ancora più spesso torna utile negli spettacoli teatrali.

Quando hai capito che l’arte sarebbe stata il tuo mestiere e cosa rappresenta per te?

Ho capito che l’arte sarebbe stata il mio mestiere quando a 7 anni mi sono incantata a guardare delle ragazze che stavano praticando la ginnastica ritmica. Poi a 23 anni ho preso consapevolezza del fatto che il mio sogno non poteva rimanere solo un sogno, ho mollato l’università e mi sono trasferita a milano per studiare seriamente questo mestiere. Ho vinto una borsa di studio e mi sono poi diplomata presso il MAS music arts & show.

Ma Alina Person chi è? Come ti descriveresti a chi non conosci?

Sono una sognatrice, piena di grinta e voglia di fare, mi metto sempre in gioco e non mi fermo difronte a nulla. Sono molto determinata, ma cerco di affrontare sempre la vita con il massimo rispetto e con educazione perchè a mio avviso sono fondamentali in generale, ma soprattutto in questo lavoro.

Cosa rappresenta per te l’amore, adesso? 

L’amore é vita, è aria che respiriamo. Siamo circondati dall’amore, per fare questo mestiere devi amare per forza perché è davvero duro. E soprattutto devi amare te stesso e avere accanto un compagno che ama te, il tuo mestiere e rispetta le tue scelte.

Progetti futuri o sogni nel cassetto che vuoi realizzare…

Progetti futuri sono tanti e in vari ambiti, tra i quali c’è anche quello di fare uno spettacolo mio contro la violenza sulle donne, e anche uno spettacolo comico sulla vita di coppia, che racchiude un po’ le pillole che raccontiamo io e Simone Gallo (attore e presentatore bravissimo) sulla nostra pagina facebook e sul nostro canale youtube “the Secsi”.
Sogno nel cassetto… riuscire a fare un film da protagonista.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Non escludo il ritorno. Film omaggio a Franco Califano

Franco Califano: arriva il film-omaggio

Non escludo il ritorno. Questo è il titolo del film tributo a Franco Califano, diretto da Stefano Calvagna e di cui vi parliamo.

Un frame di Gli Speciali

Supereroi made in Italy: ecco “Gli Speciali”

E' stato ufficialmente rilasciato il trailer del film con i supereroi Made in Italy, Gli Speciali, diretto dal regista Daniele Malavolta.

Persone al cinema. Foto dal Web - Pixbay

Rain Man, il film che ha reso celebre il blackjack

Rain Man è stato uno dei maggiori film di successo degli anni Ottanta prodotte a Hollywood che di più ha lasciato il segno nella storia.

Lascia un commento