Home > Spettacolo Off - Altre Notizie > Premio Angelo Affinita 2018, i vincitori

Premio Angelo Affinita 2018, i vincitori

Il Premio Angelo Affinita è stato quest’anno una realtà interessante per gli studenti che hanno presentato le tesi più innovative in un segmento interessante come quello dell’Automotive.

E’ quello che è successo a Napoli con la consegna del premio da ben 22.000 euro di un Bando Europeo, che ha visto coinvolti SaPa Group, con il patrocinio della Fondazione Angelo Affinita Onlus, che ha premiato l’Università Federico II di Napoli sull’argomento.

A vincere sono stati tre studenti, che hanno presentato la loro discussione per Tesi di Laurea, Dottorato di Ricerca o Progetto di ricerca, su discipline tecniche attinenti al settore Automotive.

I vincitori

A vincere il riconoscimento del Premio Angelo Affinita sono stati:

Paolo Vecchione - Premio Angelo Affinita
Paolo Vecchione – Premio Angelo Affinita 2018

Paolo Vecchione
studente dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, 1 classificato con la tesi “Laminati compositi autorinforzati a base di poliammidi”

Rossella Arrigo - Premio Angelo Affinita
Rossella Arrigo – Premio Angelo Affinita 2018

Rossella Arrigo
studentessa dell’Università degli Studi di Palermo, 2 classificata con la tesi “Nanocompositi a base polimerica ad elevate prestazioni: funzionalizzazione e immobilizzazione di nanostrutture”

Filippo Camisani - Premio Angelo Affinita
Filippo Camisani – Premio Angelo Affinita 2018

Filippo Camisani
studente dell’Università degli studi di Brescia, 3 classificato con la tesi “Generazione di dati di resistenza a frattura di materiali compositi a matrice polimerica termoplastica per il settore “automotive”

I tre giovani hanno ricevuto delle borse di studio in di una cerimonia che si è tenuta nell’Aula Magna Massimilla dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in Piazzale Tecchio a Napoli dal valore rispettivamente di 10.000, 7.000 e 5.000 euro.

Già il Premio Angelo Affinita aveva coinvolto lo scorso anno quasi 2.500 professori e rettori, scelti fra le 70 università più prestigiose d’Europa, e quest’anno, nuovamente, ha confermato l’interesse che ha portato alla scelta fra oltre 100 candidature, dal Comitato Scientifico del Premio Angelo Affinita (composto dal Presidente Luigi Nicolais – ex Presidente del CNR- da tre docenti universitari e da tre tecnici esperti designati da SAPA, oltre a due esperti indipendenti, nominati dalla Fondazione Angelo Affinita) i vincitori.

Nel corso della premiazione, sono intervenuti alla scuola Politecnica e delle scienze di base dell’Università Federico II di Napoli, professori e ingegneri che hanno discusso della ricerca e dell’importanza di avvicinare l’approccio teorico universitario con quello pratico delle aziende.

Le dichiarazioni

Giovanni Affinita, membro del Consiglio di Amministrazione di SAPA e della Fondazione Angelo Affinita racconta: “Nel DNA aziendale e della Fondazione c’è la mission di investire e puntare con forza su giovani e mondo accademico, sull’innovazione tecnologica e sulla collaborazione tra azienda e università, il vero cuore pulsante di ogni economia di uno Stato solido. Siamo rimasti positivamente colpiti dalla risposta entusiastica che il bando del Premio Angelo Affinita ha ricevuto nelle migliori università europee. Siamo perciò pronti a replicare l’iniziativa“.

Potrebbe interessarti

Settimana Europea delle Startup a Napoli

Settimana Europea delle Startup a Napoli

Arriva la Settimana Europea delle Startup Si terrà a Napoli un 8 Marzo per le Startup, …

A Capri, la Settimana del Futuro

Che cos’è la cultura? Perché ne abbiamo bisogno? Da queste domande inizia a Capri un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.