Digital Media Fest: ecco le anteprime 2019

Annunciate tutte le anteprime del Digital Media Fest 2019, che nella sua prima edizione, vanta già la creazione di uno spazio unico costituito da opere inedite e di grande valore artistico e culturale, volte ad affrontare temi inesplorati fino ad oggi dai creativi internauti.

Il programma delle anteprime

Si parte venerdì 29 Novembre con l’anteprima di Instalovers, la prima webserie con alcuni tra gli influencer più amati in Italia, pensata e realizzata per Instagram. La serie intende approfondire tutti gli aspetti legati ai temi dell’amore, del sesso e del desiderio (in senso lato), con uno sguardo adolescenziale e un approccio virale, multimediale e bidirezionale. Il pubblico da casa sarà chiamato ad interagire con la storia in modo diretto attraverso un blog, una web tv (TVdi Instagram) e anche on l’ausilio degli altri social network. La serie è attualmente in lavorazione ma al Digital Media Fest assisteremo in esclusiva alla proiezione della prima puntata con l’intero cast in sala: il cantante Biondo, Martina Nasoni, Janet De Nardis, Lorenzo Bocci, Chiara Primavesi, Alessandro Sardelli, Elena Ferrantini, Luisanna Ciuti, Adelmo Fabo e Marina Loi.

Sabato 30 Novembre verrà presentato in anteprima il cortometraggio “Discover Rome”. La storia della città di Roma raccontata attraverso un filmato di animazione in una nuova e affascinante modalità di realtà virtuale, che permette di coglierne l’intera complessità in una forma di estrema sintesi. Viaggeremo attraverso i secoli, dalla nascita dei fratelli Romolo e Remo, fino a scoprire come sono state create le strade che oggi percorriamo nella città eterna. Il prodotto sarà presentato dal suo creatore, il regista Paco Lanciano, collaboratore di lunga data di Piero Angela e creatore dell’inestimabile progetto dei fori di Traiano e Augusto in 3D.

Attesissima alle è certamente l’anteprima della “Trilogia della memoria”, opera scritta e diretta da Giuseppe Muroni. Assisteremo alla presentazione di un prodotto editoriale realizzato per volere dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani e costituito da tre web-serie distinte: Voci di R-esistenza, L’ultimo grido e Maschere di guerra. Saranno molti i volti del cinema italiano, presenti al Festival che si sono prestati per narrare i periodi più delicati del Novecento: Monica Guerritore, Violante Placido, Stella Egitto, Giorgio Colangeli e Stefano Muroni. Con loro, in sala, saranno presenti anche la senatrice Paola Boldrini e Anna Maria Quarzi, direttrice dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara.

Involontaria, tra le anteprime del Digital Media Fest 2019
Involontaria, tra le anteprime del Digital Media Fest 2019

Domenica 1 Dicembre è immancabile l’anteprima assoluta di “Involontaria”, serie realizzata da Officine Buone, Fondazione Cariplo e MTV. Si tratta della più grande operazione no-profit mai realizzata in Italia per la produzione di una serie che parla di volontariato e di sociale in maniera innovativa e attraente grazie a un cast di assoluto talento. Saranno presenti al Festival il regista Alessandro Guida, Ugo Vivone il fondatore di Officine Buone e le attrici Neva Leoni, Michela Giraud, Giulia Penna e Ludovica Pagani.

Tre giornate per immergersi nelle atmosfere dei prodotti dei tanti creativi che hanno realizzato opere brillanti e innovative. Tutto ciò che viaggia sul web e appare distante sarà finalmente a portata di mano grazie al Digital Media Fest.

Potrebbe interessarti

Michela Giraud ospite a Lingue a Sonagli

Michela Giraud contro la violenza psicologica online

Vi raccontiamo di Michela Giraud, spregiudicata comica di Colorado, spalla di Fiorello, che ospite al …

Ludovica Pagani, Giulia Penna, Angelica Massera, Janet De Nardis, Alina Person

Digital Media Fest, i vincitori del 2019

Si è chiusa con successo la prima edizione del Digital Media Fest, festival sugli audiovisivi …

Il Web come strumento educativo al Digital Media Fest 2019

Al Digital Media Fest si parla dei disturbi della rete

Il web può essere uno strumento educativo? Sabato 30 Novembre all’Aula Levi dell’Università La Sapienza …

Lascia un commento