Angela Curri in una scena di Renata Fonte
Angela Curri in una scena di Renata Fonte.

Angela Curri, la strada verso la felicità

A tu per tu con la talentuosa Angela Curri

Incontrare Angela Curri e riscoprirla diversa. Rincontrarla a distanza di mesi e ritrovarla sempre vera, ma sorprendentemente più donna, più consapevole. Accade sempre così. Angela Curri è in continua evoluzione. Sperimenta, cambia, cresce, mantenendo sempre alla base della sua anima ogni sua verità.

Angela Curri in una scena di Renata Fonte
Angela Curri in una scena di Renata Fonte.

I ruoli si susseguono, cambiano e la cambiano fino a plasmarla sempre con cura. La ritroviamo così nel ruolo di Rosetta nel film di Renata Fonte.

Ben tornata su La Gazzetta dello Spettacolo Angela Curri. Come descriveresti il tuo personaggio in Renata Fonte?

Rosetta è l’amante di Durante, colui che uccide Renata. Questa ragazza ha un ruolo chiave in questa storia perché sarà lei a confessare che Durante è colpevole. Va contro l’amore di questa persona per dare una soluzione a ciò che è successo. Preferisce fare del bene piuttosto che stare dalla parte dell’uomo che ama e quindi dalla parte del male.

Cosa rappresenta per te questa esperienza e questo personaggio?

É stata un’emozione interpretare questo personaggio perché Rosetta era un personaggio molto diverso da quelli che ho interpretato in passato. È una persona fragile che si riscopre come donna molto forte. Ho amato interpretare questo personaggio che proviene dalla mia stessa terra e che fa parte di una storia reale. Sono legata a questa storia.

Cosa speri che colga il pubblico di questa storia?

Voglio che questa storia venga alla luce perché non è molto conosciuta. Gli uomini e le donne protagonisti di questo ciclo di storie di Liberi Sognatori sono persone semplici che hanno portato avanti e a termine tutto ciò in cui credevano nonostante i problemi. Renata aveva una famiglia ma si è comunque impegnata per essere dalla parte della giustizia e ha portato avanti i suoi progetti. Spero che la determinazione, la giustizia di Renata arrivino anche ai più giovani telespettatori.

Cosa ti ha più colpito del tuo personaggio Rosetta?

Mi porto dentro la forza. Rossetta riesce ad andare contro la persona che amava e credo che non sia una cosa così scontata al giorno d’oggi. Di lei mi porteró dentro questo riuscire ad andare oltre per ciò che si ritiene giusto. Rosetta è un esempio di donna che nonostante le sue fragilità, riesce a dimostrarsi molto forte di fronte ad una cosa così grande.

Quest’anno sei tornata sul set della seconda stagione della serie La mafia uccide solo d’estate. Sei tornata a vestire i panni di un personaggio che credo sia il ruolo giusto che ti abbia dato l’occasione di mostrare il tuo talento. Come è stato tornare nei panni di Angela?

Sai, sono davvero legata a questo personaggio perché in lei mi rispecchio molto. È un personaggio che penso mi porteró sempre dentro. Quest’anno ci sono state molte più difficoltà perché ho voluto portare qualcosa di più grande in lei per darle una crescita in più. La responsabilità è stata tanta e ritroverete Angela molto più matura. Ci saranno grandi cambiamenti nella sua vita ma ció che la contraddistinguerà sarà questa grande emotività che porta da sempre con sé. Dovrá affrontare molte cose da sola, quindi sarà una bella storia…

Ma chi è Angela? Come ti descriveresti?

Chi è Angela? É una persona in continua ricerca, in continuo cambiamento con tutte le sue fragilità, con tutte le sue incertezze. Cerco di accettarmi così come sono. La recitazione é un modo per conoscermi. E non posso farne a meno. Sono molto emotiva e questo mestiere mi aiuta a portare fuori da me questa emotività.

A distanza di anni, quali sono le tue nuove consapevolezze?

Penso che la mia nuova consapevolezza sia quella di cercare di migliorarmi sempre di più. In questo periodo voglio studiare all’estero e aprire sempre di più la mia immaginazione e la mia mente a nuovi mondi per poi portare tutto ció nel mio lavoro.

Cosa auguri alla persona che sarai?

Voglio guardarmi indietro ed essere felice della strada che ho percorso. Voglio essere felice delle scelte che ho fatto, degli sbagli che ho fatto senza nessun rimpianto. Spero di essere felice e di fare ogni cosa che voglio.

Autore: Anna Chiara Delle Donne

Redattrice

Potrebbe interessarti

Claudia Vismara

Claudia Vismara: fra i miei sogni, vincere l’Oscar

Claudia Vismara, attrice eclettica, dotata di una "grazia artistica" a tutto tondo ci racconta il suo "Un medico in famiglia".

Stefano De Martino ed Andrea Delogu presentano TIM Summer Hits

TIM Summer Hits: gli ospiti del Best of

Tutto pronto per il best of di TIM Summer Hits, lo show musicale di Rai 2 condotto da Andrea Delogu e Stefano De Martino.

Valentino Giansana

Valentino Giansana: volevo fare l’infermiere ma poi ho scoperto il cinema

Valentino Giansana, fra i protagonisti de "Il paradiso delle signore", aveva il sogno di fare l'infermiere, ha scoperto poi la recitazione.

Lascia un commento