Mariano Di Vaio: la t-shirt WeCARE per la SIAARTI

Tra i tanti volti noti del mondo dello Spettacolo, anche Mariano Di Vaio ha deciso di dare il suo contributo in questo periodo di CoronaVirus.

Da sempre impegnato nel sociale e legato alla sua Nazione, decide di scendere in campo con la sua azienda e realizzare in pochi giorni un prodotto inedito. Nasce così #WeCARE una speciale t-shirt in cotone realizzata con la collaborazione del noto fashion graphic designer internazionale Gianpiero D’Alessandro, il designer di volti noti internazionali come Justin Bieber di Ronaldo.

Eleonora Brunacci e Mariano Di Vaio con la t-shirt WeCARE
Eleonora Brunacci e Mariano Di Vaio con la t-shirt WeCARE. Foto da Ufficio Stampa

Il prodotto in poche ore è diventato virale e acquistato da centinaia di persone, compresi alcuni protagonisti dello spettacolo (come Il Volo, Salvatore Esposito di Gomorra, Stefano De Martino, Andrea Sannino che l’ha indossata durante il live su RAI 2, quando ha cantato “Abbracciame”, Veronica Ferraro, Elena Barolo e tanti altri che in queste ore stanno sostenendo l’iniziativa).

La t-shirt WeCARE in edizione limitata vedrà il ricavato totalmente devoluto a SIAARTI (Associazione Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia intensiva) con lo scopo di sostenere economicamente le spese dei medici volontari che si stanno trasferendo nelle zone più colpite del Paese e per l’acquisto di materiali e dispositivi medici utili per la terapia intensiva.

Una t-shirt che vuole essere una testimonianza di come abbiamo affrontato questi tempi bui ricordandoli come giorni di solidarietà.

Potrebbe interessarti

guardaroba

Ecco il guardaroba post-pandemico

Per troppo tempo la clausura forzata ha inibito le velleità modaiole degli italiani: quasi 7 …

Un frame di La nuova peste

La nuova peste: il Covid in un docu-film

Emozionante docu-racconto sulla tragedia del Covid19 che arriva direttamente da Napoli, che prende il titolo di "La nuova peste".

Cinema on-demand

Cinema e pandemia: a vincere è il web

Parlare del mondo del cinema a partire dal 2020 con il cambiamento radicale nel settore dell'intrattenimento è impresa ardua.

Lascia un commento