Francesco Cicchella

Francesco Cicchella, la rivelazione di “Tale e Quale Show”

Francesco Cicchella

Francesco Cicchella, dopo aver conquistato tutti con la sua simpatia e con il suo talento a “Made in Sud“, si trova ad affrontare una nuova prova, questa volta su Rai 1 al cospetto di Carlo Conti in “Tale e Quale Show“.

Abbiamo incontrato Francesco per approfondire quello che è il suo percorso artistico e quello che sta cambiando nella sua vita lavorativa grazie alla nuova trasmissione della prima serata della rete ammiraglia RAI:

Francesco, la tue interpretazioni a “Tale e Quale Show” hanno fatto impazzire non solo i giudici ma tutto il web. Te lo aspettavi?

Si, da un certo punto di vista me lo aspettavo, ma non immaginavo un boom così clamoroso. Sicuramente interpretando dei personaggi conosciuti e rivolti per lo più ad un pubblico giovanile (tipo Fedez e Tiziano Ferro), mi aspettavo questo riscontro, ma non pensavo di arrivare a questi numeri.

Conoscendo la tua verve artistica, quanto è facile per te, entrare nelle vesti dei cantanti?

Non è mai così facile come sembra e per me è una sfida continua. Nel programma sto proponendo e proporrò per ogni puntata personaggi per me nuovi, per trasformare il mio essere e mettermi in gioco ogni volta, partendo non da zero…ma quasi. Metaforicamente, proprio come gli allenatori dicono che non esistono partite facili e partite difficili, ma ognuna ha la propria difficoltà, anche qui è così.
A me è sempre piaciuto sperimentare con la mia voce e sicuramente in questo sono avvantaggiato rispetto a chi non ha mai cantato.

Francesco Cicchella e Giulia Luzi

Se potessi scegliere tu una persona da imitare per un mese intero della tua vita, chi ti viene in mente?

Senza ombra di dubbio Michael Jackson! E’ stato uno dei miei idoli musicali ed ancora oggi lo è. Io nasco come musicista e prima di pensare a comici ed attori, penso a lui…lui che è quello che amo in assoluto e già da piccolo mi prendeva. Pensa che con mio fratello cercavo di imitarlo in continuazione.

Cosa pensi di aver imparato fino ad ora dalle esperienze televisive?

Ho imparato tanto, e mi piace dire che ogni programma ha la sua storia e ti consente di mettere in mostra alcune delle tue caratteristiche. Ogni volta è sempre una nuova avventura ed ogni volta scopri anche nuove caratteristiche di te e ti metti in gioco in maniera differente.
A Made in Sud mi calo nei personaggi creando parodie, qui siamo nelle imitazioni in maniera minuziosa e legata all’aspetto del dettaglio e delle sfumature.

Finito Tale e Quale Show, che progetti hai in cantiere?

Sicuramente a Febbraio si riparte con “Made in Sud” e ne farò parte. Poi a fine Novembre, cercheremo di capire come e cosa fare insieme al mio staff e valuteremo la possibilità di una eventuale teatrale, un one-man-show probabilmente. Il tutto ancora da costruire

Trasformazione Francesco Cicchella

Ringraziamo Francesco Cicchella per la disponibilità. Intervista a cura di Anna Chiara delle Donne e Francesco Russo.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Roberto Chevalier

Roberto Chevalier: un mestiere da uno nessuno e centomila

Abilissimo nel suo mestiere, sin da bambino, ritroviamo Roberto Chevalier, attore e noto doppiatore di Tom Cruise e Tom Hanks.

Francesco Fiumarella del Premio Vincenzo Crocitti

Francesco Fiumarella racconta il Premio Crocitti

Incontriamo Francesco Fiumarella, autore e direttore del "Premio Vincenzo Crocitti International", che ci parla di meritocrazia.

Francesca Rettondini

Francesca Rettondini: tornerei a Verona

Una donna forte, risoluta, sorridente, Francesca Rettondini, che abbiamo avuto modo di incontrare per raccontarci di se.