Franco Trentalance in moto
Franco Trentalance in moto

Franco Trentalance in moto per la sicurezza stradale

Oggi vi parliamo di Franco Trentalance, ex divo del cinema per adulti e volto noto della TV, che ci permette di viaggiare in Italia con lui in una nuova veste: quella del motociclista di un certo calibro!

Franco Trentalance in moto
Franco Trentalance in moto

Nell’estate 2020 dell’emergenza Covid19, niente mete affollate o luoghi di assembramento: la vacanza per l’autore bolognese è un viaggio introspettivo da appassionato utente delle due ruote. I motocicli sono il mezzo di trasporto più romantico e, complice la necessità di distanziamento sociale durante le ferie estive, Franco Trentalance ha scelto le due ruote per un viaggio tra le curve dell’Appennino tosco-emiliano.

Le dichiarazioni

A raccontarci di questa esperienza è lo stesso Franco Trentalance: “La moto è una delle passioni che da sempre alimentano la mia vita: seguo le gare di Motogp, frequento le fiere di settore e mi piacciono i giri fuori porta durante la bella stagione. La parte introspettiva del viaggio in moto è quella che più mi affascina: andando in motocicletta conosci te stesso, tramite i pensieri e le riflessioni alla guida. Quando apri il gas e affronti una curva, devi essere sempre concentrato su ciò stai facendo: devi avere il controllo di te stesso, del mezzo che cavalchi e dell’ambiente che ti circonda. Andando in moto, ti conosci meglio“.

Il viaggio è l’occasione per riflettere sui dettagli del prossimo impegno professionale: le riprese di un documentario biopic sulla sua lunga carriera, di cui oltre un ventennio ai vertici dell’intrattenimento a luci rosse. Il percorso del viaggio permette anche di sottolineare una delle esperienze vissute in sella da Franco Trentalance, che è testimonial di “Adotta un DSM”: progetto dell’associazione Motorlab che incrementa la sicurezza dei motociclisti sulle strade e che installa, sulle curve più pericolose dell’Appennino, alcune speciali protezioni in plastica ad alto assorbimento in caso di impatto.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze per Cinedecameron

Cinedecameron: il cinema per ricordare Boccaccio

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze grazie a Cinedecameron rivisitano, in un inedito cortometraggio Boccaccio.

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti. Foto dal Web

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti

La digitalizzazione è un fenomeno che sta coinvolgendo ormai tutte le sfere lavorative: ecco i lavori che uniscono arte e digitale.

Anna Mazzamauro e Paolo Villaggio in una scena di Fantozzi.

Anna Mazzamauro: i miei premi a Paolo Villaggio

Incontriamo Anna Mazzamauro, la nota attrice di teatro e cinema che riceve il Premio Penisola Sorrentina e ci racconta di Paolo Villaggio.

Lascia un commento