Il maestro Bruno Lanza. Foto di Antonio Iorio - Una lacrima sul riso 2016
Il maestro Bruno Lanza. Foto di Antonio Iorio - Una lacrima sul riso 2016

Premio Amici di Ischia “Antonio Sorrentino” al Maestro Bruno Lanza

Riceverà il premio Amici di Ischia dedicato all’indimenticabile Antonio Sorrentino, Bruno Lanza, il Maestro che con quarant’anni di carriera e oltre diecimila testi scritti: è sempre stato un autore-musicista molto creativo e originale.

Il maestro Bruno Lanza. Foto di Antonio Iorio - Una lacrima sul riso 2016
Il maestro Bruno Lanza. Foto di Antonio Iorio – Una lacrima sul riso 2016

Mella sua vasta produzione troviamo composizioni cabarettistiche, folkloristiche (Maradona è meglio ‘e Pelè), alla insuperabile Incanto, scritta nel 2008 per Andrea Bocelli e colonna sonora della fiction di Rai 3, “Un Posto al Sole”.

E’ stato tra i fondatori, insieme al compianto Renato Rutigliano e Giuseppe Maiulli della band comica Gipsy Fint, nata nel 1997. Ma la canzone napoletana più bella, Mente e Cuore, musica di Antonio Annona, la scrisse per Nino D’Angelo nel 1991.

Lanza in un’intervista al blog di Marco Liberti, “La musica che gira intorno…” afferma che non fu scritta per Nino D’Angelo: “racconta una storia vera – dice – capitata a un nostro comune amico e non era destinata alla pubblicazione, ma ad un uso privato. La scrivemmo affinché quel nostro amico potesse usarla per fare pace con la sua donna, ma il tentativo non riuscì. Solo in seguito la ascoltò D’Angelo che volle inciderla a tutti i costi.

La incise ma solo alcuni anni dopo Valentina Stella la portò al successo vero”. Sabato sera alla Colombaia di Luchino Visconti, Lanza riceverà il premio dedicato alla memoria di una grande artista e grande e sincero amico di Ischia. Morì che aveva appena 38 anni, Antonio Sorrentino, una lunga carriera artistica alle spalle e soprattutto la prospettiva di un avvenire ancora più brillante. Era un artista straordinario e poliedrico, capace di calcare le scene e di incantare con la sua sonorità. Un vero napoletano di Forcella, dove era nato e vissuto.

Anche nei suoi tanti soggiorni a Ischia, Antonio Sorrentino si mostrava a tutti nella sua infinita generosità caratteriale, sempre circondato da tantissimi amici. Indimenticabili le sue performances a metà fra l’amichevole ed il professionale, al vecchio “Zì Carmela” sul porto di Forio, il locale che proprio negli anni ’80 iniziava ad imporsi come ritrovo di tutti gli appassionati della canzone e della musica di qualità.

Con Pasquale Elia al timone di incredibili eventi coordinati da Claudio Niola (altro grande amico di Antonio), Sorrentino giunse persino ad esibirsi in una serie di storiche jam session coi giganti del jazz mondiale: Tony Scott, Romano Mussolini, Oskar Klein. Notti indimenticabili per l’isola d’Ischia e per il mondo dello spettacolo che – dopo anni di oblio – si avviava nuovamente ad essere napolicentrico.

Il Premio Amici di Ischia giunge quest’anno alla sua IX edizione ed è organizzato dalla Associazione Internazionale Amici di Ischia, per dare riconoscimenti a personalità di cultura, imprenditoria, arte, musica, cinema, comunicazione e volontariato, italiane ed estere in nome della loro amicizia nei confronti dell’isola d’Ischia. Il premio è patrocinato dal Comune di Forio e da Assessorato al Turismo della Regione Campania e si svolgerà sabato 22 giugno – con inizio alle ore 20:30 – alla villa La Colombaia di Luchino Visconti a Forio.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze per Cinedecameron

Cinedecameron: il cinema per ricordare Boccaccio

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze grazie a Cinedecameron rivisitano, in un inedito cortometraggio Boccaccio.

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti. Foto dal Web

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti

La digitalizzazione è un fenomeno che sta coinvolgendo ormai tutte le sfere lavorative: ecco i lavori che uniscono arte e digitale.

Anna Mazzamauro e Paolo Villaggio in una scena di Fantozzi.

Anna Mazzamauro: i miei premi a Paolo Villaggio

Incontriamo Anna Mazzamauro, la nota attrice di teatro e cinema che riceve il Premio Penisola Sorrentina e ci racconta di Paolo Villaggio.

Lascia un commento